In un’incredibile dimostrazione di compassione umana e, soprattutto, carità cristiana, un giovane, il cui fratello è stato ucciso, ha perdonato la poliziotta che è stata riconosciuta colpevole del suo omicidio.  

Ce lo racconta Doug Mainwaring in questo suo articolo pubblicato su LifeSiteNews.

Eccolo nella mia traduzione.

 

Brandt Jean, fratello di Botham Jean che è stato ucciso.

Brandt Jean, fratello di Botham Jean che è stato ucciso.

 

In un’incredibile dimostrazione di compassione umana, un giovane, il cui fratello è stato ucciso, ha perdonato la poliziotta che è stata riconosciuta colpevole del suo omicidio.  

L’ex poliziotta di Dallas, Amber Guyger ha sparato e ucciso un uomo disarmato nel suo appartamento, sostenendo di aver erroneamente pensato che stesse entrando nel suo appartamento situato ad un piano inferiore e di aver incontrato un intruso.       

Dopo che Guyger, 31 anni, è stata condannata a dieci anni di prigione per la morte di Botham Jean, il giudice ha permesso a suo fratello, Brandt Jean, di rivolgersi a Guyger in un’aula di tribunale affollata.

Ciò che è uscito dalla bocca del giovane uomo ha stupito i presenti e ha catturato l’attenzione dell’intera nazione. 

Ha parlato profondamente dal suo cuore.

 

Amber Guyger, la poliziotta omicida

Amber Guyger, la poliziotta omicida

“Ti perdono”, ha detto Brandt Jean, “e so che se ti rivolgerai a Dio e glielo chiederai, ti perdonerà”.  

“Parlo a nome mio e non a nome della mia famiglia, ma amo te proprio come tutti gli altri”, ha detto il giovane.

“Non dirò che spero che tu marcisca e muoia come mio fratello, ma personalmente voglio il meglio per te”.

“Non voglio nemmeno che tu vada in prigione”, ha dichiarato. “Voglio il meglio per te perché so che è esattamente quello che Botham vorrebbe che tu facessi….. e il meglio sarebbe:  Dai la tua vita a Cristo”. 

Dopo essersi asciugato le lacrime, Brandt Jean si è rivolto al giudice chiedendo: “Non so se sia possibile, ma posso abbracciarla per favore?”

Quando il giudice sbalordito non ha risposto, Brandt ha di nuovo supplicato: “Per favore?”

I due si sono poi incontrati e abbracciati al centro dell’aula del tribunale. Guyger è caduta tra le braccia di Brandt Jean, singhiozzando, mentre lui le parlava all’orecchio. Chiaramente non voleva lasciare andare l’uomo che aveva appena alleggerito il suo pesante fardello di colpa.   

 

“Tutti erano umiliati”.

“Il sentimento in tribunale è cambiato in quel momento”, ha detto un giornalista televisivo che era presente nella stanza.

“Questo processo è stato tragico, pungente, ha sollevato domande sul modo di operare della polizia, e ha ricevuto attenzione in tutto il mondo”, ha osservato il reporter Fox4. “Ma in quel momento, tutti si sono sentiti umiliati guardando un adolescente perdonare la persona che aveva ucciso suo fratello”.

Forse ispirato dal perdono di Brandt Jean, simile a quello di Cristo, il giudice Tammy Kemp ha recuperato la sua Bibbia dalle sue stanze e l’ha data a Guyger. 

 

Puoi prendere la mia”. Ne ho altre tre o quattro a casa”, ha detto il giudice Kemp. “Questa è quella che uso ogni giorno”.

“Questo è il tuo lavoro per il prossimo mese”, ha continuato il giudice. “Dice proprio qui. Giovanni 3:16. E questo è il punto da cui inizierai. ‘Perché Dio ha tanto amato il mondo…..’”. 

Secondo Fox4, il giudice Kemp ha poi guidato Guyger nel percorso di accettazione di Gesù Cristo nella sua vita.  

I due pregano insieme e, in questi momenti, Guyger ha fatto proprio come il fratello di Jean ha detto che avrebbe voluto, chiedendo la salvezza in aula.

 

____________

[wpedon id=”15469″ align=”center”]

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1