Certo, a prima vista, questo predicatore di strada evangelico che affronta a muso duro una drag queen in uno spettacolo con bambini da asilo potrebbe apparire come una persona d’altri tempi, come il personaggio di Savonarola canzonato e rappresentato nel film di Benigni e Troisi, Non ci resta che piangere. Ma al fondo, in alcune cose che dice, e considerando proprio lo spettacolo e l’età dei piccoli spettatori, non è poi tanto lontano dalla realtà. 

Ecco un articolo di Dorothy Cummings McLean, pubblicato su Lifesitenews, nella mia traduzione.

 

Adrianna Exposée che discute con Dorre Love (screenshot)

Adrianna Exposée che discute con Dorre Love (screenshot)

 

La sessione di domande-e-risposte del Drag Queen Story Time non è andata come previsto.

Dopo questo evento al Westcliffe Community Centre di Ottawa (Canada) di sabato pomeriggio, il predicatore di strada evangelico Dorre Love ha risposto ad un invito a fare domande.

“Ho una domanda”, ha detto Love. “Cosa farete quando sarete davanti a Dio e Lui giudicherà ognuno di voi qui [presente] per i suoi peccati?”   

 

 

Un video pubblicato su Facebook mostra i volti sorpresi e preoccupati di alcuni genitori e della drag performer russo-canadese “Adrianna Exposée”, [un uomo] di 20 anni, e di un piccolo numero di bambini. Poco prima, genitori e figli avevano ballato con Adrianna poco vestita o guardavano dai loro posti. 

“Cosa hai intenzione di fare?”, una donna ha ribattuto a Love. 

“La Bibbia dice questo”, ha continuato Love, “Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare (Mt 18,6)”.    

I genitori gli hanno gridato booh. Due delle donne adulte presenti hanno chiesto a lui e ai suoi sostenitori di andarsene. Uno ha minacciato di chiamare la polizia. 

Non scoraggiato, Love ha continuato a predicare. 

“La Bibbia dice che gli uomini sono uomini e le donne sono donne”, ha detto mentre due madri prendevano i loro figli per andar via frettolosamente. 

“E gli uomini non dovrebbero vestirsi come le donne, e le donne non dovrebbero vestirsi come gli uomini. Questo è un peccato. E la Bibbia dice che la ricompensa del peccato è la morte”, ha continuato.  

Con una mano sul fianco, Adrianna Exposée ha affrontato il predicatore. Love ha detto all’artista che il Signore lo aveva mandato a dirgli di ritornare sui suoi passi “dalle (sue) vie malvagie e pentirsi”, perché stava per presentarsi davanti a Dio ed essere giudicato. 

Exposee ha detto che Love non aveva il diritto di parlare di “modi malvagi” poiché aveva interrotto un evento per bambini. 

“Guarda come sei vestito”, ha detto Love all’artista. “Sei vestito come una puttana davanti ai bambini. Insegni ai bambini ad essere delle puttane?”.

Mentre i genitori reagivano con rabbia, Love ha detto loro che stavano abusando dei loro figli portandoli all’evento. 

“Ognuno qui ha bisogno di pentirsi, allontanatevi dalle vostre malvagie vie e accettate Gesù Cristo come vostro Salvatore”, ha detto Love. 

Exposée e i genitori hanno continuato a fare rimostranze nei confronti di Love, mentre uno dei suoi compagni di protesta ha spiegato che amava il pubblico e non voleva che andasse all’inferno. 

“Chi non ha peccato scagli la prima pietra”, ha rimbrottato un genitore. Un altro ha scandito, “Love is love” a Love. 

“Credete in Gesù, ragazzi”, ha detto il predicatore. “Non credete negli LGBT. Bambini, se non volete andare all’inferno, credete in Gesù Cristo. Gesù è morto per te. Gesù è morto per quella drag queen. Gesù è morto per tutti”.

Ha detto che se non avessero creduto in Gesù Cristo, sarebbero stati gettati in un lago di fuoco. 

Love e i suoi sostenitori sono stati accompagnati all’esterno da vari genitori, che hanno continuato a fotografarli o filmarli. 

L’intera discussione è durata circa 13 minuti. 

Anche se uno dei partecipanti ha sostenuto che il Drag Queen Story Time era un evento privato, è stato promosso pubblicamente come “esperienza magica” per bambini dai 3 ai 10 anni. Non c’era il biglietto d’ingresso.

Secondo la Canadian Broadcasting Corporation, la polizia è arrivata e ha chiesto ai manifestanti di lasciare l’area. Nel frattempo, la drag queen ha detto alla CBC che il suo gruppo aveva affittato lo spazio e di aver trovato l’interruzione “inappropriata”. 

“Ho trovato molto inappropriato”, ha detto Exposee. “Abbiamo affittato lo spazio per noi stessi per educare i bambini su ciò in cui crediamo, che è l’inclusione, la diversità e l’amore”.

“Sono aperto ad ascoltare tutte le opinioni, sempre”, ha continuato. “Sono una persona molto aperta, ma entrare qui, in quel modo, con quelle maniere – è stato odioso”.

Il festival LGBT Pride di Ottawa è iniziato ufficialmente domenica. Come risultato della comparsa di Love al Drag Queen Story Hour, gli organizzatori di “Capital Pride” hanno detto che stavano rivedendo le procedure di sicurezza.  

LifeSiteNews ha tentato di raggiungere Love, ma non ha ancora ricevuto una risposta. 

 

 

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1