L’emittente televisiva filippina ABS-CBN Corporation ha rilanciato questa notizia. Sarà una boutade? Risulta comunque inquietante. Ve la riporto nella mia traduzione. Da non crederci!

 

Rodrigo Duterte presidente delle Filippine-1
Rodrigo Duterte presidente delle Filippine-1

 

Il presidente Rodrigo Duterte ha affermato di voler affrontare il problema dell’esitazione vaccinale del paese (delle Filippine, ndr) consentendo alle autorità di vaccinare le persone contrarie ai vaccini COVID-19 mentre dormono. 

Duterte, nel suo discorso alla gente di Malacañang, ha detto che avrebbe anche guidato personalmente la campagna.

“‘Yan ang problema, ‘yung ayaw magpabakuna. Kaya hanapin niyo ‘yan sa barangay niyo, akyatin natin, ‘pag tulog, at turukin natin ang mga natutulog. Para makumpleto ‘yung istorya”, ha detto Duterte in un video andato in onda martedì.

(Quelli che si rifiutano di vaccinarsi, questo è il problema. Dovreste cercarli nei vostri barangay (divisioni amministrative, ndr) e vaccinarli quando dormono. Questo per completare la storia)

“E kung ayaw, akyatin sa bahay eh. Tusukin natin sa gabi. Ako ang mag-ano. Condurrò il viaggio».

(Se non vogliono essere vaccinati, andiamo a casa loro e vacciniamoli lì. Guiderò personalmente il viaggio.)

Ha anche sottolineato al pubblico filippino che la risposta al COVID-19 del paese è incentrata sul lancio della vaccinazione.

ABS-CBN News ha chiesto il commento della Commissione sui diritti umani in merito alla questione, ma non hanno ancora risposto al momento della pubblicazione di questa notizia. 

I media sono anche in attesa della risposta del Dipartimento della Salute sulla proposta del Presidente. 

Duterte a luglio è stato criticato per aver detto a Barangay e alla polizia di non permettere alle persone non vaccinate di uscire all’aperto e di scortarle a casa quando si avventurano fuori.

La portavoce della CHR Jacqueline Ann de Guia ha precedentemente sottolineato che la fornitura di vaccini nel paese è ancora limitata, aggiungendo che il programma di immunizzazione del governo è assillato dall’esitazione sui vaccini guidata dalla disinformazione in circolazione. 

Alla fine di settembre, Duterte ha affermato che il governo potrebbe invocare il potere di polizia dello stato per imporre la vaccinazione COVID-19 a coloro che si rifiutano di farlo.

“Stiamo quasi supplicando in ginocchio. Parang nakaluhod na kami, nakikiusap sa taong bayan, ‘yung mga taong ayaw o hindi pa nagpabakuna, at nandiyan naman ang disponibile. Se non è ancora lì al tuo posto, hindi pa dumating ‘yung mga, beh, perfettamente compreso”, ha detto il presidente in un discorso pubblico registrato il 27 settembre.

(Stiamo quasi supplicando in ginocchio. Ci stiamo quasi inginocchiando, chiedendo alla gente, a chi si rifiuta di farsi vaccinare anche quando [il vaccino] è disponibile. Se [il vaccino] non c’è ancora nel tuo luogo, se la scorta non è ancora disponibile, allora questo è perfettamente compreso.)

Le autorità filippine questa settimana hanno avviato l’immunizzazione della popolazione generale in alcune parti del paese, proprio mentre si stanno preparando per iniziare a vaccinare i bambini dai 12 ai 17 anni a Metro Manila.

Quasi 23,2 milioni di individui sui 77 milioni target sono stati completamente vaccinati nel paese, secondo i dati del governo. 

Quasi 26,5 milioni di persone, invece, sono parzialmente vaccinate nelle Filippine. 

Facebook Comments