Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog stralci di un articolo scritto da Naveen Athrappully e pubblicato su The Epoch Times. Visitate il sito per leggere l’articolo nella sua interezza e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella mia traduzione. 

 

vaccino-covid

 


Uno studio multinazionale su oltre 99 milioni di persone vaccinate ha individuato un’incidenza di complicazioni neurologiche, cardiovascolari e di disturbi del sangue superiore a quella prevista dai ricercatori.

Lo studio di coorte osservazionale peer-reviewed, pubblicato sulla rivista Vaccine il 12 febbraio, aveva l’obiettivo di valutare il rischio di 13 eventi avversi di particolare interesse (AESI) in seguito alla vaccinazione COVID-19. Gli AESI hanno riguardato tre categorie: neurologici, ematologici e cardiovascolari.

Lo studio ha esaminato i dati raccolti da oltre 99 milioni di persone vaccinate in otto nazioni – Argentina, Australia, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Nuova Zelanda e Scozia – esaminando i rischi fino a 42 giorni dopo l’iniezione.

Lo studio ha preso in considerazione tre vaccini: i vaccini a mRNA di Fizer e Moderna e il vaccino a vettore virale di AstraZeneca.

I ricercatori hanno riscontrato un numero di casi superiore al previsto, che hanno ritenuto soddisfare la soglia di potenziali segnali di sicurezza per diverse AESI, tra cui la sindrome di Guillain-Barre (GBS), la trombosi del seno venoso cerebrale (CVST), la miocardite e la pericardite. Un segnale di sicurezza si riferisce a informazioni che potrebbero suggerire un rischio potenziale o un danno che potrebbe essere associato a un prodotto medico.

  • La sindrome di Guillain-Barre è una malattia in cui il sistema immunitario attacca i nervi e può paralizzare l’intero organismo. La maggior parte delle persone affette da questa patologia richiede il ricovero in ospedale. Dopo la prima iniezione di AstraZeneca è stato osservato un “aumento statisticamente significativo” dei casi di sindrome di Guillain-Barre. I ricercatori si aspettavano 76 eventi di sindrome di Guillain-Barrenello studio di coorte osservazionale, ma hanno finito per identificarne 190.
  • L’encefalomielite acuta disseminata (ADEM) è una patologia che si verifica tipicamente dopo un’infezione batterica o virale. Provoca l’infiammazione del sistema nervoso centrale. Ci si aspettava due casi. Tuttavia, lo studio ha identificato sette eventi dopo la prima somministrazione di Moderna.
  • La paralisi di Bell è una debolezza o paralisi dei muscoli facciali. Sono stati identificati casi di paralisi di Bell superiori al previsto dopo la prima dose dei vaccini Pfizer e Moderna.
  • La trombosi del seno venoso cerebrale è una patologia in cui si formano coaguli di sangue nel cervello, bloccando il drenaggio del sangue. Ciò può causare un’emorragia. Mentre ci si aspettava 21 eventi, i ricercatori hanno identificato un numero di casi più che triplo, 69, dopo la prima dose di vaccino AstraZeneca. Anche i casi di trombosi del seno venoso cerebrale sono stati superiori al previsto dopo la prima e la seconda dose di Pfizer.
  • La miocardite è un’infiammazione del muscolo cardiaco. Secondo lo studio, sono stati “identificati casi di miocardite più elevati del previsto, che hanno raggiunto la soglia dei “segnali di sicurezza prioritari” per questa patologia, dopo la prima, la seconda e la terza dose di vaccini a base di mRNA”, sia di Pfizer che di Moderna.
  • La pericardite è un’infiammazione del rivestimento esterno del cuore. Il numero di casi di pericardite ha superato le aspettative dopo “tutte le dosi di tutti e tre i vaccini”, hanno scritto i ricercatori.

 

Commento dei ricercatori

Il rischio più elevato di sindrome di Guillain-Barre derivante da vaccini basati su vettori come quelli di AstraZeneca è stato identificato anche in altri studi, hanno sottolineato i ricercatori. È interessante notare che gli studi sui vaccini a base di mRNA “non hanno osservato aumenti di sindrome di Guillain-Barre”.

I ricercatori hanno aggiunto che molti altri studi hanno identificato “un aumento dell’incidenza di trombosi del seno venoso cerebrale dopo la vaccinazione”, che ha portato al ritiro del vaccino AstraZeneca dai programmi di vaccinazione COVID-19 in diversi Paesi. Alcuni Paesi hanno imposto restrizioni basate sull’età per l’iniezione, hanno aggiunto.

Per quanto riguarda la miocardite e la pericardite, i ricercatori hanno osservato che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha emesso delle linee guida su queste condizioni. Una guida del 2021 dell’OMS affermava che un numero maggiore di Paesi stava “segnalando miocarditi e pericarditi in individui che avevano ricevuto il vaccino COVID-19 mRNA”.

Lo studio del 12 febbraio ha sottolineato che i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) stanno monitorando e rivedendo i dati relativi a miocardite e pericardite tra i soggetti vaccinati con il COVID-19.

Lo studio è stato finanziato dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC, i Centers for Disease Control and Prevention sono un importante organismo di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d’America. Il CDC è un’agenzia federale degli Stati Uniti, facente parte del Dipartimento della salute e dei servizi umani), dal Public Health Ontario, dall’ICES, finanziato dal Ministero della Salute dell’Ontario, e da un Clinician-Scientist Award del Dipartimento di Medicina di Famiglia e di Comunità dell’Università di Toronto. I ricercatori hanno dichiarato diversi potenziali interessi in competizione.

The Epoch Times ha contattato Moderna, Pfizer e AstraZeneca per un commento sullo studio.

(continuate a leggere l’articolo qui)

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog, ritenuti degni di rilievo, hanno il solo ed unico scopo di far riflettere, di alimentare il dibattito e di approfondire la realtà. Qualora gli autori degli articoli che vengono qui rilanciati non avessero piacere della pubblicazione, non hanno che da segnalarmelo. Gli articoli verranno immediatamente cancellati.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments