Vi propongo un articolo scritto a quattro mani da Natalie Winters e Raheem J. Kassam, pubblicato su The National Pulse. Ve lo propongo nella mia traduzione. 

 

Hunter-Biden-e-Joe-Biden
Hunter Biden e Joe Biden

 

Una società di investimento diretta dal figlio del presidente Joe BidenHunter Biden , è stata uno dei principali finanziatori di una società di monitoraggio e risposta alla pandemia che ha collaborato all’identificazione e all’isolamento di agenti patogeni mortali nei laboratori ucraini, ricevendo nel frattempo fondi dal Dipartimento della Difesa dell’amministrazione Obama, Il National Pulse può rivelare in esclusiva.

Rosemont Seneca Technology Partners (RSTP), una sussidiaria di Hunter Biden e Christopher Heinz, fondata da Rosemont Capital, contava sia Biden che Heinz come  amministratori delegati Heinz è il figliastro dell’ex Segretario di Stato americano e attuale zar del clima John Kerry.

Tra le società elencate nelle  versioni archiviate  del portafoglio di RSTP c’è Metabiota, una società apparentemente con sede a San Francisco che  pretende di rilevare, tracciare e analizzare le malattie infettive emergenti.

I rapporti finanziari rivelano che RSTP ha guidato il primo round di finanziamento dell’azienda nel 2015, che ammontava  a $ 30 milioni. L’ex amministratore delegato e co-fondatore di RSTP  Neil Callahan  – un nome che  compare anche  molte volte sul disco rigido (del pc) di Hunter Biden – siede nel Board of Advisors di Metabiota insieme all’ex funzionario di Clinton Rob Walker che ne ha discusso, in un’altra e-mail di scoperta del disco rigido di Hunter Biden , rivolgendosi al Dipartimento della Difesa di Obama in merito a Metabiota.

 

 

Nel luglio 2021, The National Pulse ha rivelato in esclusiva la connessione tra Metabiota, Hunter Biden e la EcoHealth Alliance legata alla pandemia che ha lavorato a stretto contatto con l’Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive (NIAID) di Anthony Fauci e il famigerato laboratorio di Wuhan.

Oggi possiamo rivelare in esclusiva una connessione ufficiale tra l’azienda pandemica collegata a Biden e i laboratori biologici con sede in Ucraina. All’inizio di marzo abbiamo rivelato come questi laboratori stessero gestendo “agenti patogeni particolarmente pericolosi” attraverso programmi finanziati dal governo degli Stati Uniti. Il  potenziale che tali entità cadano nelle mani delle forze russe invasori è stato oggetto di un attento esame nelle ultime settimane.

 

‘Malattie zoonotiche’

Un  articolo nel rapporto annuale 2016 del Science and Technology Center in Ukraine (STCU) racconta un “Incontro trilaterale con l’Ucraina, la Polonia e la collaborazione regionale degli Stati Uniti sulla sicurezza biologica , la sicurezza e la sorveglianza”.

L’articolo descrive in particolare un incontro dell’ottobre 2016 che ha coinvolto funzionari militari statunitensi e le loro controparti ucraine per discutere della “cooperazione nella sorveglianza e nella prevenzione di malattie infettive particolarmente pericolose, comprese le malattie zoonotiche in Ucraina e nei paesi vicini”.

 

Riunione del 2016
Riunione del 2016

 

Erano presenti rappresentanti della Metabiota collegata a Biden, circa un anno dopo che i fondi di investimento di Hunter avevano versato denaro nella società. Tra i partecipanti anche:

  • Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti [Agenzia per la riduzione delle minacce alla difesa] (DTRA) (K. Garrett, G. Braunstein, W. Sosnowski e J. Wintrol);
  • Società Black & Veatch e Metabiota (D. Mustra, Dr. M. Guttieri, S. Anderson, T. Borth e altri);
  • Curtis “BJ” Bjelajac, Direttore Esecutivo, e Vlada Pashynska, Senior Specialist, rappresentavano la STCU.

“L’incontro si è concentrato sui quadri esistenti, sul coordinamento normativo e sui progetti di cooperazione in corso nella ricerca, sorveglianza e diagnostica di una serie di pericolose malattie zoonotiche, come l’influenza aviaria , la leptospirosi, la febbre emorragica della Crimea Congo e la brucellosi”, spiega il riassunto:

RAPPORTO ANNUALE STUC (PAG. 6)
RAPPORTO ANNUALE STUC (PAG. 6)

 

Una pagina separata dal sito Web della STCU descrive in dettaglio un altro incontro tra i rappresentanti di Metabiota, scienziati ucraini e funzionari del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti con l’obiettivo di aumentare la collaborazione mentre partecipavano a un seminario sulla peste suina pochi mesi dopo:

“Nel quadro del seminario, la STCU, DTRA e Metabiota Inc. hanno organizzato congiuntamente incontri speciali di scienziati ucraini con le loro controparti europee e americane. Durante questi incontri, specialisti di ogni paese hanno lavorato per stabilire contatti efficaci al fine di incoraggiare la futura cooperazione, nonché identificare futuri progetti scientifici con le istituzioni veterinarie ucraine e occidentali nell’area del controllo e delle indagini sulla PSA”.

I contratti governativi confermano anche il rapporto di lavoro tra Metabiota, i laboratori ucraini e il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, con l’azienda che ha ricevuto una sovvenzione di $ 18,4 milioni dall’agenzia statunitense nel 2014. Un totale di $ 307.091, assegnato a Metabiota il 25 settembre, è stato classificato per “Progetti di ricerca in Ucraina”.

Diversi articoli scientifici, inclusi quelli che isolano ceppi di patogeni mortali come il “virus virulento della peste suina africana  – sembrano essere stati pubblicati dopo la concessione.

Un documento del 2019 intitolato “Complete Genome Sequence of a Virulent African Swine Fever Virus from a Domestic Pig in Ukraine” è stato scritto da ricercatori di Metabiota e tre istituti con sede in Ucraina.

I ricercatori, il cui lavoro è descritto come “finanziato dall’Agenzia statunitense per la riduzione delle minacce alla difesa (DTRA) attraverso il programma di riduzione delle minacce biologiche in Ucraina”, hanno isolato il ceppo del virus mortale utilizzando un maiale dell’Ucraina:

“I campioni di tessuto sono stati raccolti da un maiale domestico dall’epidemia di PSA numero 131 a Kiev Oblast, in Ucraina, nel 2016. I campioni sono stati congelati e il DNA totale è stato estratto in duplicato dal tessuto della milza utilizzando il kit di isolamento dell’RNA PowerMicrobiome (Mo Bio) seguendo il protocollo del produttore”.

 

 

‘Antrace’

Inoltre, un documento del 2014 “Modelli spazio-temporali dell’antrace del bestiame in Ucraina durante il secolo passato (1913-2012)” elenca un autore, Artem Skrypnyk, allora affiliato a una filiale con sede in Ucraina dell’azienda pandemica.

“Il nostro obiettivo principale era esaminare la dinamica spazio-temporale della malattia e identificare le aree in cui l’antrace può persistere ai giorni nostri”, afferma il documento.

 

 

“Esaminare l’epizooziologia storica di una malattia può identificare l’estensione geografica dei focolai ambientali, definire le aree soggette a ripetuti focolai e portare a una migliore comprensione dei cicli naturali delle malattie”.

 

PAGINA 10 DELLO STUDIO ANTHRAX RIVELA IL FINANZIAMENTO DEL GOVERNO DEGLI STATI UNITI.

 

Skrypnyk è anche elencato come scienziato del Metabiota in altri articoli, tra cui “Dinamica dei casi di antrace in Ucraina nel periodo 1970-2013″, “Antrace nei cani” e ” Sorveglianza sierologica dell’antrace nel cinghiale (Sus scrofa) in Ucraina”.

Un documento mirava a “comprendere meglio l’epizooziologia dell’antrace in Ucraina”, raccogliendo campioni da hotspots dell’antrace con i fondi del programma di impegno biologico cooperativo della DTRA statunitense in Ucraina.

“Abbiamo testato campioni di siero di cinghiale raccolti in tutta l’Ucraina per la ricerca di anticorpi contro B. anthracis e determinato se i cinghiali esposti fossero associati a hotspots dell’antrace del bestiame”, spiega il documento.

 

STUDIARE L’ANTRACE NEI CANI.

 

Skrypnyk, il ricercatore affiliato a Metabiota, ha lavorato come  funzionario tecnico per i laboratori per l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Inoltre, due ricercatori – Nataliya Mykhaylovska e Bradford Raymond Brooks – sono elencati come ricercatori Metabiota con sede in Ucraina in un documento intitolato “Attuazione di un programma di formazione regionale sulla peste suina africana come parte del programma di impegno biologico cooperativo nella regione del Caucaso”.

Il suddetto documento fa persino riferimento a un ufficio Metabiota nella capitale ucraina di Kiev, la cui esistenza sembra essere corroborata da una sintesi della struttura operativa dell’azienda.

 

 

“La presenza internazionale dell’azienda comprende attività in 20 paesi e uffici a San Francisco, Washington, Ucraina, CinaCanada e Sierra Leone”, spiega il riassunto.

Inoltre, i profili LinkedIn degli ex dipendenti di Metabiota descrivono in dettaglio il lavoro svolto dall’avamposto di Kiev dell’azienda.

L’ex Country Science Manager per l’Europa orientale David Mustra spiega come ha “gestit[o] il team di Metabiota di dodici membri del personale ucraino-nazionale” e ha servito come “il responsabile della biosorveglianza e della ricerca per il lavoro di Metabiota come subappaltatore, sotto la direzione del primo appaltatore Black & Veatch (B&V), sul contratto di integrazione per la riduzione della minaccia biologica (BTRIC) dell’Agenzia per la riduzione delle minacce della difesa (DTRA) – Ucraina.

Spiega anche come l’azienda ha mantenuto i contatti con i “funzionari del governo ucraino” di agenzie tra cui il Ministero della Difesa.

 

 

Un altro dipendente di Metabiota, il dottor Petro Mutovkin, che ha lavorato come specialista in biosorveglianza umana e project manager dal 2015 al 2016, rivela il suo ruolo nel “facilitare le attività all’interno del programma di impegno biologico cooperativo del Dipartimento della difesa degli Stati Uniti (CBEP) in Ucraina” sul suo profilo LinkedIn .

“Valutazione della struttura di laboratorio, diagnostica di laboratorio e formazione BS&S, [e] valutazione e mitigazione del rischio biologico” sono tra gli altri compiti in cui si è impegnato.

La rivelazione che circonda il coinvolgimento finanziario del figlio del presidente Joe Biden con i laboratori biologici ucraini che sperimentano agenti patogeni, animali e antrace segue The National Pulse che porta alla luce i legami di Metabiota con EcoHealth Alliance, un’entità chiave nelle origini di COVID-19 e negli sforzi di insabbiamento.

 

 

Facebook Comments