lettori ci scrivono

 

Una lettrice dopo aver letto l’articolo La partecipazione alle intenzioni di preghiera durante la messa di una donna transgender (uomo biologico) suscita polemiche in Argentina ci scrive:

gentile dott. Paciolla,

letto sempre con molto interesse i suoi interventi e sono contenta di aver ricevuto stamane il suo invio che avevo richiesto tempo fa. Spero così che non abbia a pentirsene per le puntualizzazioni che le muovo ma che ritengo opportune perchè la verità non abbia ad essere “impotentita” dalla nostra approssimazione. Vado per punti (se pur aumenta la categoricità…sich!) perchè serve a me a non “ perdermi”:

  • il leggere le preghiere dei fedeli non è annoverato, pur rimanendo all’interno della sacra Liturgia, non è annoverato al “leggere le Letture”
  • essendo immediata espressione del Popolo (di Dio) e non di Dio Stesso (Sua Parola), anche il Diavolo, di per se, potrebbe avere  “accesso” a leggerle
  • Ciò che secondo me disturba di quanto accaduto e che la suddetta persona abbia impugnato il fatto per i propri interessi, piegandolo ad una indebito riconoscimento dei suoi turpi propositi
  • è importante secondo me essere precisi nel giudizio, in questo tempo di grandissima Confusione, che nella approssimazione Gesù non può “aiutarci”.

Cordialmente,

(lettera firmata)

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1