Ricevo da parte di Alain J.de F., Professore Universitario francese, cattolico “tradizionalista”, cioè cattolico. Giusto per fare un po’ di sana, rispettosa e dovuta ironia sul nostro amato Pontefice

 

Papa Francesco e l'emergenza climatica
Papa Francesco e l’emergenza climatica

 

Caro Paciolla,

il Papa Francesco sta, non solo seguendo i “suggerimenti” di Jonathan Swift e Augusto Comte, ma anche quelli di Marc Augé. Tralascio altre  entità, persone e ambienti …di cui tanti hanno tanti altri convincimenti personali. Lei sarà sorpreso, forse avrebbe pensato che i suggerimenti venissero da Teilhard de Chardin, Carl Rahner, Boff, Martini, ecc…No quelli son i ”suggeritori seri“, ce ne sono altri più fantasiosi. Provo a cercare di convincerla, con un po’ di ironia,  dopo aver letto in una recente intervista rilasciata dal Papa a La Stampa il 29 gennaio (“La Chiesa che sogno” ) in cui dice, tra le tante cose “emozionanti” spiritualmente, una cosa che mi ha incuriosito particolarmente. Alla domanda: “Teme uno scisma”, risponde: “ NO. Sempre nella Chiesa ci son stati gruppetti che manifestavano riflessioni di colore scismatico …bisogna lasciarli fare e passare …e guardare avanti“. Il mondo cattolico è quindi tutto dalla sua parte, tranne pochissimi conservatori tradizionalisti (bleah!…). Non ci rimane che ridere. Non immaginavo però che le “minoranze“ cattoliche (di cui faccio indegnamente parte) fossero così odiate e disprezzate dal Capo della Chiesa… Ma vediamo i suggerimenti dati dai tre intellettuali:

 

  • Jonathan Swift, pastore anglicano irlandese ( 1667-1745 ), famoso autore dei “Viaggi di Gulliver“, con ironia e intelligenza scrisse un librettino “Aboliamo il cristianesimo!” in cui sosteneva che erano finiti i tempi in cui il cristianesimo era utile perché dava buona educazione. Oggi (verso la fine della sua vita, perciò intorno al 1740- 45) ci si dovrebbe vergognare di essere cristiani perché sinonimo di ignoranza e superstizione. Ma perché abolirlo quindi? <Per cancellare il libero arbitrio, per non sentire doveri verso la divinità, per smettere di pregare, per licenziare i preti. Per ignorare i Sacramenti, il senso del peccato, i dogmi ed il sacro (intollerabili per il libero pensiero). Per incamerare i beni della chiesa, per farla finita con l’influenza politica della Chiesa sui partiti, per fare una sola religione tipo protestante o buddista, per interrompere la spinta delle nascite. E, infine, per cancellare anche i partiti radicali e gli intellettuali laicisti che stanno in piedi solo per criticare e contrapporsi al cattolicesimo. Abolito quest’ultimo non dovremo più sopportare costoro …> Ecco cosa è ironia…

 

  • Augusto Comte, il Pontefice del Positivismo che ispirò il libro “Il Padrone del Mondo“ di R. H. Benson  (1798-1857),  auspicò, con il suo “appello  agli ignaziani”, che i Gesuiti potessero prendere il potere nell’interno della Chiesa cattolica per prendere la guida spirituale del cattolicesimo (invitando il loro Generale a proclamarsi capo spirituale del mondo cattolico) al fine di “umanizzarlo”, ed instaurare la Religione dalla Umanità. ( allora l’appello non venne ascoltato…)

 

  • Marc  Augé, famoso antropologo ateo francese (1935-2023) , secondo me è il più interessante. In un libretto di 50 pagine pubblicato nel 2016, dedicato a Papa Francesco :“La Sacrée semaine  qui changea la face du monde“ – ed. Odile Paris.  (in italiano: “Le tre parole che cambiarono il mondo“ – Cortina editore). Nella dedica a Francesco  scrive che vuole temerariamente investirlo del ruolo di protagonista in questo racconto sovversivo ed umanista. Nel libretto (in sintesi) racconta che il 1°aprile 2018, domenica di Pasqua, in piazza San Pietro il Papa si affaccia al balcone per la benedizione “urbi et orbi” e grida “ Dio non è morto! Non è morto perché non è mai esistito!”. Si gira e se ne va …Il Dogma della infallibilità pontificia crea sgomento. Il solito cattotradizionalista scrive:  “Il tradimento è venuto da dove non ce lo saremmo aspettati. Il Cavallo di Troia era in Vaticano!”. La rete TV Al Jazeera rende noto il comunicato dello Stato Islamico che invita i musulmani a uccidere il Papa con ogni mezzo. Provocando una serie di attentati jihadisti  ovunque, nonché la dichiarazione: “Your God is dead but Allah is alive”. L’Unione Razionalisti e Atei esulta: “ Il Papa è con noi! Viva il Papa!”  –  Ma che era successo, in sintesi? Scienziati avevano scoperto l’antidoto al bisogno di religioni, sfidarono il Papa a testarlo, lui lo fece …  Il seguito è scritto sopra …L’antidoto viene quindi  messo in tutti gli acquedotti e la gente finalmente, bevendo acqua con antidoto, si libera dalla oppressione religiosa. Tutti finalmente felici e in pace, finalmente …   Bill Gates (scrive sempre il nostro Augé) devolve l’80% del suo patrimonio per il bene pubblico. E, naturalmente, e finalmente, inizia il rispetto auspicato della Terra.

Non male, vero? Suo devotissimo Alain  J. de F.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog hanno il solo scopo di alimentare un civile e amichevole confronto volto ad approfondire la realtà.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments