Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da Emily Craig Senior e pubblicato su Daily Mail. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella mia traduzione.

 

 

Un bambino è morto e otto sono stati ricoverati in terapia intensiva in un misterioso gruppo di infezioni che si pensa siano causate da un virus tipicamente innocuo.

In totale, 15 neonati in Galles e nell’Inghilterra sud-occidentale sono stati colpiti da una grave miocardite (infiammazione del cuore) dal giugno 2022.

Uno di loro è ancora in ospedale, secondo l’allarme lanciato ieri sera dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

I responsabili della sanità sono stati spaventati dall’aumento “inusuale” dei casi in un periodo di tempo così breve e hanno avviato un’indagine approfondita.

Nove dei casi sono risultati positivi a un tipo di enterovirus, che di solito non provoca sintomi o segni influenzali.

Tuttavia, gli esperti sono perplessi su cosa abbia causato questo improvviso picco. I responsabili della sanità del Galles stanno indagando sulle ragioni alla base dei casi e indagheranno su eventuali altri casi segnalati nelle prossime settimane.

Precedenti epidemie tra i bambini, tra cui il panico per lo Streptococco A dello scorso inverno, sono state attribuite ai lockdowns dei locali che ha indebolito l’immunità contro i microbi, solitamente innocui.

Da marzo non sono stati rilevati casi di miocardite grave. Tuttavia, sembra che i casi abbiano raggiunto il picco lo scorso novembre.

In Galles sono stati rilevati dieci casi, rispetto a uno solo nei sei anni precedenti.

L’OMS, che ha lanciato l’allarme ieri sera, ha definito il cluster “insolito” e ha dichiarato che potrebbe essere raccomandata la chiusura delle strutture di assistenza all’infanzia e delle scuole in caso di aumento dei casi.

Dei bambini colpiti, uno è morto. Otto sono stati trattati in terapia intensiva, dove sono stati intubati, attaccati a un ventilatore e hanno ricevuto supporto circolatorio.

I dettagli sui restanti sei casi non sono ancora stati pubblicati.

La miocardite si verifica solitamente in seguito a un virus. È causata da una reazione eccessiva del sistema immunitario dell’organismo all’infezione e provoca un’infiammazione che può rimanere nel cuore anche dopo che il virus è stato eliminato.

Sebbene alcuni soggetti non presentino sintomi, può causare dolori al petto, palpitazioni e mancanza di respiro.

I bambini malati presentavano anche sepsi, che può uccidere in poche ore se non viene trattata rapidamente. Erano anche meno inclini a mangiare e bere.

Cinque casi sono stati rilevati nell’Inghilterra sud-occidentale.

L’UKHSA ha dichiarato che “sta indagando sulla situazione in Inghilterra”. I funzionari stanno esaminando anche i potenziali fattori alla base dell’aumento.

Il test PCR su nove dei bambini ha confermato che erano affetti da coxsackie B3 o B4, tipi di enterovirus.

Gli enterovirus di solito causano solo malattie lievi, ma tendono a colpire più gravemente i neonati e i bambini piccoli.

Non è disponibile una terapia antivirale specifica per gli enterovirus, quindi il trattamento si concentra sulla prevenzione delle complicazioni.

L’OMS ha dichiarato di essere stata informata della situazione dai responsabili della sanità del Regno Unito il 5 aprile.

Da febbraio, i medici del Galles meridionale sono stati invitati a controllare i casi e a sottoporsi a test per l’enterovirus in caso di sospetto.

È stato inoltre istituito un gruppo di gestione dell’incidente per esaminare le prove in tutto il Regno Unito e determinare i prossimi passi da compiere nella risposta.

Il dottor Shamez Ladhani, pediatra consulente presso l’UKHSA, ha dichiarato: “L’enterovirus è un’infezione comune dell’infanzia, che causa una serie di sintomi tra cui malattie respiratorie, mani, piedi e bocca e meningite virale.

Nei bambini molto piccoli, l’enterovirus può, in rare occasioni, portare a una grave complicazione chiamata miocardite, che causa l’infiammazione del cuore. La maggior parte dei neonati e dei bambini guarisce completamente.

Dato il numero superiore alla media di casi in Galles nei mesi autunnali/invernali in bambini molto piccoli, l’UKHSA sta indagando sulla situazione in Inghilterra per vedere se sono stati osservati casi simili anche qui e se ci sono fattori alla base dell’aumento dei casi”.

Il dottor Christopher Williams, consulente epidemiologo del Public Health Wales, ha dichiarato: “L’enterovirus è un’infezione comune nell’infanzia, che causa una serie di infezioni.

Nei bambini molto piccoli, l’enterovirus può, in rari casi, causare una grave malattia nelle prime settimane di vita. La maggior parte dei neonati e dei bambini guarisce completamente dopo un’infezione da enterovirus.

Il virus colpisce il cuore solo in rarissime occasioni. Questo cluster è insolito a causa del numero di casi segnalati in un arco di tempo relativamente breve.

Sono in corso indagini in collaborazione con l’équipe pediatrica dell’ospedale pediatrico del Galles per comprenderne le ragioni e indagare su eventuali altri casi segnalati nelle prossime settimane e mesi.

I genitori dovrebbero essere rassicurati dal fatto che, nonostante l’aumento dei casi, si tratta ancora di un evento estremamente raro”.

L’OMS ha dichiarato che il rischio per la salute pubblica è “basso”.

Ma ha fatto notare che l’infezione da enterovirus non è tra le malattie che i membri dell’OMS devono segnalare, quindi un modello simile potrebbe essere stato non diagnosticato o non segnalato altrove.

Si potrebbe raccomandare di chiudere le strutture di assistenza all’infanzia e le scuole “in determinate situazioni” per ridurre la trasmissione.

Ma le restrizioni ai viaggi nel Regno Unito non sono raccomandate, ha aggiunto.

Una madre ha dichiarato che suo figlio è morto dopo essere stato infettato dall’enterovirus e aver sviluppato sepsi e problemi cardiaci. Tuttavia, il caso non è stato incluso nel conteggio ufficiale del Public Health Wales, condiviso con l’OMS.

Joann Edwards, di Mountain Ash nel Galles meridionale, ha dato alla luce Elijah al Prince Charles Hospital di Merthyr Tydfil il 25 febbraio 2022.

Dopo pochi giorni di permanenza a casa, Elijah è diventato letargico e costipato, sintomi che sono stati attribuiti all’ittero.

Ma la signora Edwards e suo marito Christian lo hanno portato d’urgenza al pronto soccorso quando aveva una settimana di vita perché aveva smesso di nutrirsi. Inizialmente gli è stata diagnosticata una sepsi e una bronchiolite, una comune infezione toracica.

È stato trasferito all’University Hospital Wales, dove i medici hanno rilevato uno stress al cuore. Elijah è stato trasferito al Bristol Children’s Hospital, dove è risultato positivo all’enterovirus.

Elijah è morto pochi giorni dopo in ospedale.

Il caso di suo figlio non è stato esaminato dai funzionari sanitari perché non rientrava nella stagione dell’enterovirus.

Tuttavia, il Cwm Taf Morgannwg Health Board sta indagando sulla morte di Elijah.

La signora Edwards ha detto che la sua famiglia è stata ignorata ed è rimasta “sconcertata” dopo aver sentito parlare di altri casi, perché è stata “portata a credere che fossimo un caso isolato”.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. Sono ben accolti la discussione qualificata e il dibattito amichevole.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments