Un certo vento sta soffiando sempre più forte. L’American Academy of Pediatrics (AAP) ha pubblicato nuove linee guida lunedì. Ha  invitato  i genitori ad accettare l’identità di genere preferita dei loro figli, a cominciare da quando sono bambini.

Mairead Mcardle ce lo racconta in questo articolo che vi propongo nella mia traduzione. Altri articoli qui e qui.

Foto: un bambino beve acqua durante il gay pride in Bucharest (Bogdan Cristel/Reuters)

Foto: un bambino beve acqua durante il gay pride in Bucharest (Bogdan Cristel/Reuters)

L’American Academy of Pediatrics (AAP) ha pubblicato nuove linee guida lunedì, invitando i genitori ad accettare l’identità di genere preferita dei loro figli.

in una dichiarazione programmatica dal titolo “Assicurare la cura completa e il supporto per i bambini e gli adolescenti transgender e Gender-Diverse,” il gruppo ha raccomandato l’assistenza sanitaria di “assegnazione di genere” per i minori che non si identificano con il loro sesso di nascita. In alcuni casi, questo include “interventi chirurgici”, così come l’uso di ormoni che rilasciano gonadotropina per ritardare la pubertà fino ai 16 anni e prevenire lo sviluppo di alcune caratteristiche sessuali, come il seno e una voce più profonda.

Il gruppo prescrive anche una terapia per i membri della famiglia di giovani che si identificano come “gender-diverse”. L’Accademia Americana dei Pediatri (AAP) ha detto che spera di sradicare la discriminazione e lo stigma associati ai “giovani che non si conformano alle aspettative sociali e alle norme relative al genere”.

La dichiarazione dell’AAP cita statistiche che mostrano che gli individui transgender hanno maggiori probabilità di soffrire di depressione, ansia, disturbi alimentari, autolesionismo e suicidio, tutti fattori che il gruppo attribuisce all’inadeguata assistenza sanitaria e allo stigma sociale. I giovani diverse-gender devono essere rassicurati che “le identità transgender e le diverse espressioni di genere non costituiscono un disturbo mentale” e sono “aspetti normali della diversità umana”, hanno scritto gli autori della dichiarazione. Nel frattempo, le cosiddette “terapie riparative” sono “ingiuste e ingannevoli” e “si è dimostrato che non solo non hanno avuto successo, ma che sono anche deleterie e sono considerate al di fuori della pratica medica tradizionale”.

“Come pediatri e genitori, riconosciamo anche quanto sia difficile, e a volte confuso, per i membri della famiglia comprendere l’esperienza e i sentimenti dei loro figli”, ha detto Cora Breuner, MD, che presiede il Comitato AAP sull’Adolescenza.

“La cosa più importante è che un genitore ascolti, rispetti e sostenga l’identità auto-espressa del proprio figlio”, ha detto Jason Rafferty, MD, l’autore principale della policy.  “Questo incoraggia conversazioni aperte che possono essere difficili, ma fondamentali per la salute mentale del bambino e la resilienza e il benessere della famiglia”.

“Quelli di noi presenti nella comunità medica sono pronti ad aiutarli”, ha detto Ilana Sherer, MD, membro della sezione dell’AAP riguardante Lesbica, Gay, Bisessuale e Transgender Health and Wellness.

Le nuove prescrizioni ufficiali dell’AAP per il trattamento dei giovani LGBT arrivano mentre il dibattito sulla disforia di genere continua ad infuriare nella comunità medica. Alcuni esperti hanno messo in dubbio ciò che gli scienziati progressisti hanno sostenuto sia il corretto approccio alla disforia di genere nei bambini. Nel 2016, il dottor Kenneth Zucker è stato licenziato dopo essere stato per decenni nella prestigiosa Child Youth and Family Gender Identity Clinic a causa dell suo più cauto trattamento dei bambini affetti da disforia di genere. Lisa Littman, professore aggiunto di scienze comportamentali e sociali alla Brown University School of Public Health, ha anche scatenato polemiche con uno studio che suggerisce che alcuni dei bambini con sintomi di disforia di genere soffrivano effettivamente di condizioni psichiatriche separate, un’ipotesi impopolare tra i medici progressisti.

Nel frattempo, l’American College of Pediatricians è stato diffamato come un gruppo che diffonde odio da parte del Southern Poverty Law Center e altri per aver sollecitato cautela contro un frettoloso incoraggiamento degli adolescenti ad abbracciare un’identità di genere diversa da quella di nascita.

“L’adolescenza è un periodo di sconvolgimento e di provvisorietà”, ha scritto l’ACP in una lettera del 2010 ai sovrintendenti delle scuole. “Gli adolescenti sperimentano confusione su molte cose, tra cui l’orientamento sessuale e l’identità di genere, e sono particolarmente vulnerabili alle influenze ambientali”.

 

 

Fonte: National Review

Facebook Comments