Un giudice federale della Louisiana ha impedito a una scuola privata di medicina di imporre vaccini COVID-19 come condizione per l’iscrizione o di imporre severe restrizioni agli studenti non vaccinati.  

Ce ne parla, Raymond Wolfe, nel suo articolo pubblicato su Lifesitenews

 

 

Un giudice federale della Louisiana ha impedito a una scuola privata di medicina di imporre vaccini COVID-19 come condizione per l’iscrizione o di imporre severe restrizioni agli studenti non vaccinati.  

Martedì, il giudice distrettuale degli Stati Uniti Terry A. Doughty si è pronunciato a favore di tre studenti del secondo anno dell’Edward Via College of Osteopathic Medicine (VCOM), ritenendo che le politiche sui vaccini della scuola della Louisiana costituissero un “danno irreparabile” e violassero le libertà religiose degli studenti.

Il gruppo di studenti aveva presentato dissensi scritti dal mandato vaccinale del VCOM all’inizio di quest’anno sulla base del fatto che i vaccini contro il coronavirus disponibili violavano le loro convinzioni religiose a causa di legami con il tessuto fetale abortito, secondo la sentenza di Doughty. “Hanno anche dissentito perché il vaccino era stato approvato solo per uso di emergenza ed era quindi sperimentale”.

Il VCOM inizialmente ha respinto i dissidenti prima di concedere esenzioni religiose condizionali per i tre studenti dopo che il procuratore generale della Louisiana Jeff Landry, un repubblicano, e gli studenti hanno fatto causa alla scuola questo mese, ha riferito il Center Square. Landry ha abbandonato la causa dopo che Doughty ha messo in dubbio la posizione dello stato, secondo Center Square. 

Gli studenti hanno continuato la causa, tuttavia, poiché VCOM ha legato le loro esenzioni a restrizioni estreme, come indossare una maschera e il distanziamento sociale in ogni momento durante il campus, rivelare lo stato di vaccinazione ai partner di laboratorio ed evitare determinati programmi di formazione richiesti per la laurea.  

“Inizialmente sono stati negati loro le esenzioni religiose e hanno ricevuto una scadenza del 19 luglio 2021 per posticipare la scuola di un anno o ottenere le vaccinazioni COVID-19 entro il 14 luglio”, ha scritto Liberty Counsel, un gruppo legale conservatore che rappresenta i tre studenti, in un comunicato stampa martedì. “Ma quando VCOM ha finalmente concesso le esenzioni, anche la lunga lista di restrizioni discriminatorie era illegale”. 

Le esenzioni religiose sarebbero scadute con la piena autorizzazione di un vaccino COVID-19, a quel punto gli studenti avrebbero dovuto presentare il dissenso una seconda volta. Lunedì i regolatori federali hanno approvato completamente il vaccino contro il coronavirus Pfizer-BioNTech.

Nel suo provvedimento, il giudice Doughty ha declinato il tentativo del VCOM di limitare le esenzioni degli studenti, osservando che solo la Louisiana consente alle scuole di escludere gli studenti non vaccinati con l’approvazione del dipartimento di salute pubblica dello stato, che VCOM non ha ricevuto.

“Pertanto, secondo la legge della Louisiana, gli studenti del VCOM non sono soggetti ai requisiti vaccinali obbligatori del VCOM”, ha scritto Doughty, “se lo studente fornisce una dichiarazione scritta di un medico che la procedura è controindicata per motivi medici o presenta un dissenso scritto  da uno studente o tutore dello studente.” (Enfasi nell’originale). 

Doughty ha aggiunto che il VCOM, che è privato, è soggetto alle regole di vaccinazione statale, poiché opera nel campus dell’Università della Louisiana a Monroe ed è “chiaramente intrecciato” con l’università pubblica.

“Gli studenti VCOM sono autorizzati a utilizzare la biblioteca ULM e altre strutture, partecipare a eventi sportivi, partecipare a sport intramurali e sono per tutti gli scopi pratici, studenti ULM”, ha scritto.  “Sebbene VCOM sia un’università privata, è chiaramente intrecciata con le politiche ULM e con la gestione e il controllo di ULM”. 

“Il potenziale danno dei querelanti di una violazione costituzionale, la capacità di completare la loro istruzione, le accuse etiche e la possibile espulsione superano l’interesse di VCOM”.

Doughty ha concluso impedendo al VCOM di ritorsioni o discriminazioni nei confronti degli studenti che hanno citato in giudizio la scuola, in attesa della risoluzione definitiva del caso o di ulteriori ordini del tribunale.

“Siamo molto contenti della decisione”, ha detto martedì l’avvocato del Liberty Counsel Michael DuBos. “Riteniamo importante rispettare i diritti individuali, soprattutto in un momento di crisi. In caso contrario, si creerà un pericoloso precedente”.

Un avvocato di VCOM ha affermato che il college si atterrà alla sentenza prima di decidere come rispondere,  secondo Inside Higher Ed, sebbene i tre studenti rappresentati da Liberty Counsel abbiano presentato una mozione lunedì sostenendo che la scuola ha già violato l’ordine restrittivo di Doughty promuovendo opportunità esclusive per i vaccinati, tra l’altro. 

La vittoria per i diritti di coscienza in Louisiana segue una  recente vittoria per gli studenti della Loyola University di Chicago a cui sono state concesse esenzioni religiose ai requisiti del vaccino COVID-19 dopo aver minacciato azioni legali con Liberty Counsel all’inizio di questo mese.

 

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email