Da un articolo del CNA nella mia traduzione.

 

 

Parecchie ore prima dell’inizio del 2021, un bambino argentino di 9 anni è stato salvato da una pallottola vagante da un piccolo crocifisso di metallo sul petto, un evento che i media locali hanno definito “un miracolo di Capodanno”.

Secondo un rapporto dell’ufficio di polizia di San Miguel de Tucumán, capitale della provincia nordoccidentale di Tucumán, “l’evento si è svolto intorno alle 22:00 del 31 dicembre 2020: un bambino di 9 anni di nome Tiziano, del quartiere di Las Talitas, si è registrato con suo padre al pronto soccorso dell’ospedale di Gesù Bambino nella parte meridionale della capitale con una ferita superficiale al torace, prodotta da un’arma da fuoco”.

“Dopo essere stato controllato a fondo da diversi medici in servizio per 48 minuti, il ragazzo è stato dimesso”, si legge nel rapporto.

La famiglia di Tiziano ha contattato José Romero Silva, giornalista di Telefé, il 1° gennaio, per spiegare come è stata salvata la vita del ragazzo: il proiettile ha colpito il centro del piccolo crocifisso di metallo che il ragazzo ha ricevuto in dono dal padre. La zia di Tiziano ha inviato a Silva una foto di come il proiettile abbia danneggiato il crocifisso, evitando che il proiettile causasse danni reali, tranne una piccola ferita superficiale.

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1