Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da Andreas Wailzer, pubblicato su Lifesitenews. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella traduzione da me curata. 

 

Joe Biden
Joe Biden

 

Il colonnello dell’esercito americano in pensione Douglas Macgregor ha dichiarato che “il potere di governo” degli Stati Uniti si trova “in mani non elette” dopo che il primo dibattito presidenziale ha evidenziato il declino cognitivo del presidente Joe Biden al mondo intero.

In un video messaggio pubblicato sul canale YouTube Our Country Our Choice, MacGregor ha espresso la sua preoccupazione per gli Stati Uniti dopo la catastrofica performance di Biden nel primo dibattito presidenziale del 27 giugno.

“Il presidente Biden non è in grado di assolvere gli immensi doveri della presidenza”, ha dichiarato il veterano dell’esercito. “L’allarmante evidenza del suo declino cognitivo era sotto gli occhi di tutti. Eppure i suoi sostenitori e alleati politici continuano a sfruttare il presidente per sostituire la loro agenda distruttiva agli interessi del popolo americano”.

“Ordini esecutivi e direttive politiche distruttive, molte delle quali probabilmente firmate quando il presidente Biden era in uno stato mentale rapidamente ridotto, hanno inflitto danni enormi alla nostra nazione”, ha aggiunto.

Macgregor ha criticato l’amministrazione Biden per aver favorito l’immigrazione clandestina di massa, le politiche distruttive sul cambiamento climatico e l’avvio di guerre straniere in Ucraina e Israele.

“I manipolatori del Presidente Biden hanno alimentato una guerra per procura in Ucraina che rischia di trascinarci in un confronto catastrofico con la Russia dotata di armi nucleari”, ha dichiarato il colonnello in pensione. “Il loro sostegno incondizionato alle azioni sproporzionate di Israele a Gaza erode la nostra autorità morale e la nostra credibilità di paladini della pace e della stabilità”.

“Purtroppo, il fragile stato mentale del Presidente Biden è stato messo a nudo da tutti nel dibattito di ieri sera”, ha osservato. “Le sue risposte erano spesso incoerenti. È apparso smarrito, persino confuso, in difficoltà nel completare i pensieri basilari”.

“È ora di chiedersi: chi governa veramente questo Paese?”. Ha detto Macgregor. “Siamo noi il popolo, come volevano i nostri fondatori, o abbiamo ceduto il controllo a burocrati non eletti, agenzie federali tentacolari e ricchi donatori che non hanno a cuore gli interessi degli americani comuni?”.

“Il Presidente Biden dovrebbe andare in pensione con grazia e dignità e non essere crudelmente sfruttato al tramonto della sua vita”, ha osservato il Colonnello.

“Dire che è una vergogna nazionale è un eufemismo”, ha aggiunto. “Questa farsa dovrebbe finire immediatamente. È ormai evidente che il potere di determinare il destino della nostra nazione si trova in mani non elette”.

“È ora che gli americani chiedano un nuovo governo legittimo. Un governo che si dedichi alla pace all’estero e alla prosperità in patria”, ha concluso Macgregor.

Sia i democratici che i repubblicani hanno riconosciuto la mediocre performance di Biden nel dibattito a meno di cinque mesi dalle elezioni presidenziali del 2024. Un conduttore della CNN ha dichiarato: “I democratici con cui sto parlando sono quasi fuori di sé”.

L’ottantunenne Joe Biden è apparso notevolmente disorientato durante il dibattito, generando ansia tra i democratici e scatenando nuove speculazioni sui potenziali piani per sostituirlo con un candidato più valido.

La CNN ha bloccato lo streaming per gli indipendenti, così LifeSiteNews ha dato una reazione da fedele cattolico al primo grande evento elettorale invece di trasmettere il dibattito in diretta streaming.

Andreas Wailzer

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog, ritenuti degni di rilievo, hanno il solo ed unico scopo di far riflettere, di alimentare il dibattito e di approfondire la realtà. Qualora gli autori degli articoli che vengono qui rilanciati non avessero piacere della pubblicazione, non hanno che da segnalarmelo. Gli articoli verranno immediatamente cancellati.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments