Riprendo il testo del discorso che Donald Trump ha tenuto all’ONU il 22 settembre scorso. Un discorso che dai media del mainstream è stato relegato nelle ultime pagine. Invece il discorso merita una attenta lettura perché Trump non ha espresso parole prese da fumose dottrine ma ha dato indirizzi chiari e concreti che interessano in primo luogo anche noi italiani. Il discorso l’ho ripreso da whitehouse.gov e ve lo propongo nella mia traduzione. 

 

 

PRESIDENTE TRUMP: È per me un profondo onore rivolgermi all’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Settantacinque anni dopo la fine della Seconda guerra mondiale e la fondazione delle Nazioni Unite, siamo di nuovo impegnati in una grande lotta globale. Abbiamo intrapreso una feroce battaglia contro il nemico invisibile – il virus della Cina – che ha causato innumerevoli vittime in 188 Paesi.

Negli Stati Uniti abbiamo lanciato la mobilitazione più aggressiva dalla seconda guerra mondiale. Abbiamo rapidamente prodotto una fornitura record di ventilatori, creando un’eccedenza che ci ha permesso di condividerli con amici e partner in tutto il mondo. Siamo stati i pionieri dei trattamenti salvavita, riducendo il nostro tasso di mortalità dell’85% da aprile.

Grazie ai nostri sforzi, tre vaccini sono nella fase finale degli studi clinici. Li stiamo producendo in massa in anticipo, in modo che possano essere consegnati immediatamente all’arrivo.

Distribuiremo un vaccino, sconfiggeremo il virus, porremo fine alla pandemia e entreremo in una nuova era di prosperità, cooperazione e pace senza precedenti.

Mentre perseguiamo questo luminoso futuro, dobbiamo ritenere responsabile la nazione che ha scatenato questa piaga nel mondo: La Cina.

Nei primi giorni del virus, la Cina ha bloccato i viaggi interni permettendo ai voli di lasciare la Cina e di infettare il mondo. La Cina ha condannato il mio divieto di viaggiare nel suo Paese, anche se ha cancellato i voli nazionali e ha chiuso i cittadini nelle loro case.

Il governo cinese e l’Organizzazione Mondiale della Sanità – che è virtualmente controllata dalla Cina – hanno dichiarato falsamente che non c’erano prove di trasmissione da uomo a uomo. In seguito, hanno falsamente detto che le persone senza sintomi non avrebbero diffuso la malattia.

Le Nazioni Unite devono ritenere la Cina responsabile delle loro azioni.

Inoltre, ogni anno, la Cina scarica negli oceani milioni e milioni di tonnellate di plastica e rifiuti, pesca in eccesso nelle acque di altri paesi, distrugge vaste fasce di barriera corallina ed emette più mercurio tossico nell’atmosfera di qualsiasi altro paese del mondo. Le emissioni di carbonio della Cina sono quasi il doppio di quelle degli Stati Uniti, e stanno aumentando rapidamente. Al contrario, dopo che mi sono ritirato dall’accordo unilaterale sul clima di Parigi, l’anno scorso l’America ha ridotto le sue emissioni di carbonio più di qualsiasi altro paese dell’accordo.

Chi attacca l’eccezionale record ambientale dell’America ignorando l’inquinamento dilagante della Cina non è interessato all’ambiente. Vogliono solo punire l’America, e io non lo tollererò.

Se le Nazioni Unite vogliono essere un’organizzazione efficace, devono concentrarsi sui problemi reali del mondo. Questo include il terrorismo, l’oppressione delle donne, il lavoro forzato, il traffico di droga, il traffico di esseri umani e di sesso, la persecuzione religiosa e la pulizia etnica delle minoranze religiose.

L’America sarà sempre un leader nei diritti umani. La mia amministrazione sta promuovendo la libertà religiosa, le opportunità per le donne, la depenalizzazione dell’omosessualità, la lotta alla tratta di esseri umani e la protezione dei bambini non nati.

Sappiamo anche che la prosperità americana è il fondamento della libertà e della sicurezza in tutto il mondo. In tre brevi anni abbiamo costruito la più grande economia della storia, e lo stiamo facendo di nuovo rapidamente. Le nostre forze armate sono aumentate in modo sostanziale. Negli ultimi quattro anni abbiamo speso 2,5 trilioni di dollari per il nostro esercito. Abbiamo l’esercito più potente del mondo, e non è nemmeno vicino.

Abbiamo resistito a decenni di abusi commerciali della Cina. Abbiamo rivitalizzato l’Alleanza della NATO, dove altri Paesi stanno ora pagando una parte molto più equa. Abbiamo stretto partnership storiche con Messico, Guatemala, Honduras ed El Salvador per fermare il contrabbando di esseri umani. Ci schieriamo con i popoli di Cuba, Nicaragua e Venezuela nella loro giusta lotta per la libertà.

Ci siamo ritirati dal terribile accordo nucleare iraniano e abbiamo imposto sanzioni paralizzanti al principale sponsor statale mondiale del terrore. Abbiamo annientato il califfato dell’ISIS al 100%, abbiamo ucciso il suo fondatore e leader, al-Baghdadi, e abbiamo eliminato il principale terrorista del mondo, Qasem Soleimani.

Questo mese abbiamo raggiunto un accordo di pace tra la Serbia e il Kosovo. Abbiamo raggiunto un punto di svolta con due accordi di pace in Medio Oriente, dopo decenni di assenza di progressi. Israele, gli Emirati Arabi Uniti e il Bahrein hanno tutti firmato uno storico accordo di pace alla Casa Bianca, con molti altri Paesi del Medio Oriente a venire. Stanno arrivando in fretta, e sanno che è un bene per loro e per il mondo.

Questi innovativi accordi di pace sono l’alba del nuovo Medio Oriente. Adottando un approccio diverso, abbiamo ottenuto risultati diversi – risultati di gran lunga superiori. Abbiamo adottato un approccio, e l’approccio ha funzionato. Intendiamo concludere altri accordi di pace a breve, e non sono mai stato più ottimista per il futuro della regione. Non c’è sangue nella sabbia. Quei giorni, si spera, sono finiti.

Mentre parliamo, anche gli Stati Uniti stanno lavorando per porre fine alla guerra in Afghanistan, e noi stiamo riportando a casa le nostre truppe. L’America sta compiendo il nostro destino di pacificatore, ma è la pace attraverso la forza. Siamo più forti che mai. Le nostre armi sono a un livello avanzato come non abbiamo mai avuto prima – come, francamente, non abbiamo mai nemmeno pensato di avere prima. E prego solo Dio che non dobbiamo mai usarle.

Per decenni, le stesse voci stanche hanno proposto le stesse soluzioni fallite, perseguendo ambizioni globali a spese del loro stesso popolo. Ma solo quando ci si prende cura dei propri cittadini si trova una vera base per la cooperazione. Come Presidente, ho respinto gli approcci falliti del passato, e sono orgoglioso di mettere l’America al primo posto, così come voi dovreste mettere i vostri Paesi al primo posto. Va bene – questo è quello che dovreste fare.

Sono estremamente fiducioso che il prossimo anno, quando ci riuniremo di persona, ci troveremo nel bel mezzo di uno dei più grandi anni della nostra storia – e francamente, si spera, nella storia del mondo.

Grazie. Dio vi benedica tutti. Dio benedica l’America. E Dio benedica le Nazioni Unite.

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1