(se il video qui sotto non si carica fare il refresh di questa pagina o cliccare qui)

 

 

Oggi gli Universitari per la vita hanno pubblicato “un video completamente dedicato al tema della fecondazione artificiale, tema di cui purtroppo molto spesso non si parla ma che è strettamente e intimamente legato alla pratica abortiva. Come molti sanno, la legge italiana che disciplina la pratica di fecondazione artificiale è la legge 40 del 2004 ed è stata acclamata da più parti come una legge unica nel suo genere, finanche pro-life, in quanto poneva fine al far-west procreativo in atto fino alla sua promulgazione. Per di più, è l’unica legge nell’ordinamento giuridico attuale che parla espressamente di “diritti del concepito”.

In particolare, in questo video, tenteremo di rispondere a tre principali domande:

  1. La legge 40 tutela davvero i diritti di tutti i soggetti coinvolti, compreso il concepito?
  2. La legge 40 è una legge cattolica?
  3. La fecondazione artificiale di tipo omologo va bene mentre quella di tipo eteronomo no?

Vedremo assieme quali sono le conseguenze della fecondazione artificiale sulla coppia che vi ricorre e sul figlio concepito, ma vedremo anche l’iter di modifica della legge 40 ad opera principalmente della Corte Costituzionale. Infine, analizzando la relazione ministeriale sull’applicazione della legge 40 cercheremo di capire qual è una stima plausibile degli embrioni che vengono sacrificati annualmente (purtroppo è possibile solo una stima e non un calcolo preciso a causa della mancanza di dati sufficienti). Sfortunatamente gli ultimi dati contenuti nella relazione del 2019, risalgono all’anno 2017 e non ve ne sono di più recenti, ma è comunque possibile farsi un’idea su cosa nasconda effettivamente questa pratica e perché comporti una sistematica violazione del diritto alla vita.”

Faccio i miei complimenti agli Universitari per la vita, ed in particolare all’amico Fabio Fuiano che compare nel video.

 

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1