Ex card. Theodore McCarrick

Ex card. Theodore McCarrick

 

L’ex cardinale statunitense Theodore Edgar McCarrick, 88 anni, è stato ridotto allo stato laicale. Lo ha reso noto oggi un Comunicato della Congregazione per la Dottrina della Fede.

Ho approfondito la questione in questo post.

Di seguito il testo della Congregazione:

“In data 11 gennaio 2019, il Congresso della Congregazione per la Dottrina della Fede ha emanato il decreto conclusivo del processo penale a carico di Theodore Edgar McCarrick, Arcivescovo emerito di Washington, D.C., con il quale l’accusato è stato dichiarato colpevole dei seguenti delitti perpetrati da chierico: sollecitazione in Confessione e violazioni del Sesto Comandamento del Decalogo con minori e adulti, con l’aggravante dell’abuso di potere, pertanto gli è stata imposta la pena della dimissione dallo stato clericale. Il 13 febbraio 2019 la Sessione Ordinaria (Feria IV) della Congregazione per la Dottrina della Fede ha esaminato gli argomenti presentati nel ricorso del ricorrente e ha deciso di confermare il decreto del Congresso. Questa decisione è stata notificata a Theodore McCarrick in data 15 febbraio 2019. Il Santo Padre ha riconosciuto la natura definitiva, a norma di legge, di questa decisione, la quale rende il caso res iudicata, cioè non soggetta ad ulteriore ricorso”.

Poiché il decreto è stato approvato da Papa Francesco, esso è formalmente inappellabile.

 

Fonte: Vaticanews.va

=====================

 

COMUNICATO del presidente della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti d’America, card. Daniel N. DiNardo:

 

L’annuncio della Santa Sede su Theodore McCarrick è un chiaro segnale che gli abusi non saranno tollerati.  Nessun vescovo, per quanto influente, è al di sopra della legge della Chiesa. Per tutti coloro abusato da McCarrick, prego che questo giudizio sia un piccolo passo, tra i tanti, verso la guarigione. Per noi vescovi, rafforza la nostra determinazione a ritenere noi stessi responsabili del Vangelo di Gesù Cristo. Sono grato a Papa Francesco per la determinazione con cui ha guidato la risposta della Chiesa.

Se avete subito abusi sessuali per mano di qualcuno all’interno della Chiesa cattolica, vi esorto a contattare le forze dell’ordine locali e la vostra diocesi o eparchia locale. I coordinatori dell’assistenza alle vittime sono a disposizione per aiutare. Siamo impegnati nella guarigione e nella riconciliazione”.

Fonte: USCCB

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email