Sopra la foto di una bella donna (potrei dire un’amica)

 
 
Però, quel sorriso, e quel passo 
quasi volessi lasciare la scena, 
non senza lasciarne un’impronta…
 
Mi verrebbe da dire: “che bella”! 
Poi penso: a che serve? 
È lontana… quasi come una stella,
eppure la sento vicina:

vorrei entrare, vederne la storia, 
lavoro, tensioni, progetti, 
sogni, famiglia, pensieri, 
circostanze di oggi e di ieri. 

Perché il bello ci chiama 
per nome, 
per dirci per cosa siam fatti: 
è questa del cuore la trama! 

Ed il compimento si svela 
già ora, 
lontani eppure vicini
per quell’orizzonte 
che chiama. 
 
 
di Giorgio Canu
 
 
 

da: giorgiocanupoesie

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1