Rilancio il testo con cui Christian Blanchon, generale dell’esercito francese, ha voluto omaggiare coloro che hanno resistito alle fortissime pressioni dell’obbligo vaccinale. 

 

Christian Blanchon, generale dell'esercito francese
Christian Blanchon, generale dell’esercito francese

 

Negli ultimi due giorni sta circolando anche sui nostri social il formidabile messaggio ai non vaccinati del generale dell’esercito francese Christian Blanchon (pubblicato il 10 settembre scorso su Medias Presse).

Dopo oltre due anni di disprezzo, insulti e minacce all’indirizzo dei cosiddetti “purosangue”, queste parole sono il piú bel tributo che si possa rendere loro.

Di seguito nella mia traduzione.

Anche se fossi completamente vaccinato, ammirerei i non vaccinati per aver resistito alla più grande pressione che abbia mai visto, anche da parte di coniugi, genitori, figli, amici, colleghi e medici.

Le persone che sono state capaci di tale carattere, coraggio e pensiero critico sono senza dubbio le migliori dell’umanità.

Si trovano ovunque, in tutte le età, livelli di istruzione, paesi e opinioni.

Sono di un tipo speciale; sono i soldati che qualsiasi esercito di luce desidera avere nei suoi ranghi.

Sono i genitori che ogni bambino desidera e i figli che ogni genitore sogna di avere.

Sono esseri al di sopra della media delle loro società, sono l’essenza dei popoli che hanno costruito tutte le culture e conquistato tutti gli orizzonti.

Sono lì, al tuo fianco, sembrano normali, ma sono super eroi.

Hanno fatto ciò che gli altri non potevano fare, erano l’albero che ha resistito all’uragano di insulti, discriminazione ed esclusione sociale.

E lo hanno fatto perché pensavano di essere soli e credevano di esserlo.

Esclusi dai tavoli di Natale delle loro famiglie, non hanno mai visto nulla di così crudele. Hanno perso il lavoro, hanno lasciato affondare la loro carriera, non avevano soldi … ma non gliene importava. Hanno subito discriminazioni, denunce, tradimenti e umiliazioni incommensurabili … ma hanno perseverato.

Mai prima d’ora nell’umanità c’è stato un tale “cast”, ora sappiamo chi è la resistenza al pianeta Terra.

Donne, uomini, anziani, giovani, ricchi, poveri, di tutte le razze e di tutte le religioni, non vaccinati, eletti funzionari dell’arca invisibile, gli unici che sono riusciti a resistere quando tutto è crollato.

Siete voi, avete superato una prova inimmaginabile che molti dei più duri marines, commandos, berretti verdi, astronauti e geni non hanno potuto superare.

Siete fatti della stoffa dei più grandi che siano mai vissuti, quegli eroi nati tra gli uomini comuni che brillano nell’oscurità”.

Christian Blanchon, generale dell’esercito francese

 

NOTA

Il generale Christian Blanchon, 58 anni, nato a Parigi, ha frequentato la scuola militare di Saint-Cyr.

Ha insegnato alla scuola di stato maggiore di Compiègne prima di comandare il primo reggimento di paracadutisti a Tolosa.

Ha partecipato a operazioni esterne in Libano, Ciad, Africa centrale e Kosovo.

È vicino al movimento politico Le Patriotes, presieduto da Florian Philippot.

 


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments