Sei tornata!

 
Stormi di uccelli migratori 
nei cieli, 
nubi che si rincorrono, 
ridiscendono a valle
greggi ed armenti. 

Si parte. 

Sempre si parte, 
e poi si ritorna
come le onde, 
respinte dalla riva
attratte dalla riva, 
sempre ritornano. 

Non si torna mai a casa
per fermarsi a casa, 
si torna per costruire, 
servire, gioire, 
anche soffrire, 
si torna per ripartire
ogni giorno mandati…

E tu sei tornata!, 
silenziosa
come il primo raggio
di sole che avvampa, 
come i fiori, 
il sapore di spezie
e i colore del mare 
mentre il profumo odoroso dei peschi
cede il passo all’uva ed ai pruni. 

E pervadi di gioia
ogni cosa, 
ogni nostro pensiero.
 

(a Marina) 

 

di Giorgio Canu

(da giorgiocanupoesie)

 

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1