• venerdì , 19 ottobre 2018

Sei a favore della vita? Aspettati anche la violenza

Chi di noi non ha partecipato ad una veglia silenziosa delle “Sentinelle in piedi”, dove si manifesta in piedi, in silenzio e con un libro in mano, ed ha dovuto subire in quel contesto insulti, violenza verbale ed a volte anche fisica? Perché per fare questo occorre chiedere la scorta della polizia? Perché l’opera pubblica di sensibilizzazione a favore della vita dà così fastidio a coloro che gridano ai quattro venti  il diritto all’aborto per tutti, la loro sensibilità per la libertà, la loro democraticità? Perché dà così fastidio ricordare pubblicamente che quello che una donna porta in grembo è un essere vivente e non un semplice grumo di cellule? Perché la verità e la realtà danno così fastidio ad alcuni? Perché il candidato alla Corte Suprema degli Stati Uniti, Brett Kavanaugh, sta subendo un violento linciaggio personale e della sua famiglia senza precedenti negli USA semplicemente perché di dichiara a favore della vita?

A quanto pare, questa violenza contro chi dimostra a favore della vita sta aumentando, come ci dimostra il breve video prodotto  da The Canadian centre for bio-ethical reform:

 

Fonte: The Canadian centre for bio-ethical reform

 

Qui un caso significativo della sola violenza verbale contro le Sentinelle in piedi a Napoli:

 

E qui un semplice esempio di cosa sta avvenendo in queste settimane negli USA contro il giudice Brett Kavanaugh:

GettyImages

GettyImages

Facebook Comments

Related Posts