Papa Benedetto XVI e Papa Francesco

 

Le confidenze di Francesco sul predecessore Benedetto XVI, in particolare sul rapporto di grande consonanza, collaborazione e stima reciproca, fatte al giornalista spagnolo Javier Martinez-Brocal nel libro “El Sucesor” non hanno convinto tutti. Infatti, dalla Germania si è fatto sentire Peter Seewald, il biografo di Benedetto XVI. Riprendo da Il Giornale:

“A Katholische SonntagsZeitung, rivista della diocesi di Ratisbona guidata dal vescovo amico di Benedetto monsignor Rudolf Voderholzer, Seewald ha corretto le esternazioni di Francesco sul pontificato ratzingeriano. Il biografo, infatti, ha bocciato la definizione di Ratzinger come papa di transizione che Bergoglio aveva dato a Martinez-Brocal. Seewald ha detto che Benedetto ‘ha davvero fatto la storia’ ricordando i suoi provvedimenti sulla trasparenza delle finanze vaticane, sul dialogo interreligioso e la storica rinuncia. Il giornalista tedesco, autore di diversi libri-interviste con Ratzinger, ha poi criticato il Papa argentino per il ‘doppio binario’ con cui si esprime nei confronti del suo predecessore. Gli elogi, secondo lui, vanno di pari passo con tentativi di sminuirlo come quando lo ha chiamato ‘nonno’ o ‘papa di transizione’. Per Seewald non si può parlare di continuità tra gli ultimi due pontefici: ‘fin dall’inizio Bergoglio voleva rompere con la continuità dei papi, sfidare ciò che era stato ricevuto, confonderlo o semplicemente provocare ‘caos’ come fa nel nuovo libro di Javier Martinez-Brocal Says’, ha osservato.”

Senza contare il bruttissimo colpo inferto da Papa Francesco a Papa Benedetto XVI con l’abolizione de facto del Summorum Pontificum, che consentiva liberamente la messa in latino dal 2007, mediante Traditionis Custodes. Benedetto  XVI apprese di tale atto dai giornali piuttosto che direttamente da Papa Francesco. Questo aspetto, secondo il biografo, fu “particolarmente vergognoso”: in questo modo, a Benedetto XVI sarebbe stata “inferta una pugnalata al cuore”.

Infine, non possiamo dimenticare le tante persone seguaci e fedeli a Benedetto XVI che, per questo solo fatto, sono state “ghigliottinate”.

 

 

Facebook Comments