• domenica , 18 novembre 2018

Salvini: Asia Bibi e la sua famiglia hanno diritto ad un futuro sicuro in Italia o altro paese occidentale

Riprendo alcuni stralci da un articolo di Philip Pullella sul caso Asia Bibi. Il governo italiano, per bocca del Ministro degli Interni Matteo Salvini, ha fatto sapere che sta facendo di tutto per garantire un futuro alla donna ed alla sua famiglia, in Italia o in un altro paese occidentale.

Foto Matteo Salvini

Foto Matteo Salvini

 

La Corte Suprema del Pakistan ha assolto Asia Bibi il mese scorso (dall’accusa di blasfemia, ndr), ma la decisione ha scatenato proteste di massa e suo marito, Ashiq Masih, dice che potrebbero essere uccisi dagli islamisti. Le autorità hanno fatto sapere che impediranno a Bibi di viaggiare all’estero.

Il caso ha galvanizzato gruppi cristiani e per i diritti umani indignati dal trattamento riservato dal paese alle minoranze religiose, compresa la sua esigua popolazione cristiana.

Voglio che le donne e i bambini la cui vita è a rischio possano avere un futuro sicuro, nel nostro Paese o in altri Paesi occidentali, quindi farò tutto il possibile umanamente per garantire ciò (per Bibi)“, ha detto il vice primo ministro Matteo Salvini.

Non è ammissibile che nel 2018 qualcuno possa rischiare di perdere la vita per un’ipotesi di blasfemia”, ha detto Salvini, che è anche Ministro degli Interni e capo del partito della Lega, che in passato ha criticato l’Islam.

L’Italia sta lavorando discretamente sul caso con altri paesi occidentali, ha detto ad una stazione radio italiana.

In precedenza, l’agenzia cattolica internazionale Aid to the Church in Need (ACN) (Aiuto alla Chiesa che soffre, ndr) ha citato Masih in una telefonata che diceva:  “Faccio appello al governo italiano perché aiuti me e la mia famiglia a lasciare il Pakistan”.

Siamo estremamente preoccupati perché le nostre vite sono in pericolo. Non abbiamo nemmeno abbastanza da mangiare perché non possiamo uscire a comprare cibo“, ha detto all’agenzia.

Gruppi per i diritti umani come Amnesty International affermano che la legge sulla blasfemia è sempre più sfruttata dagli estremisti religiosi e dai comuni pakistani per regolare i conti personali.

Salvini ha detto che l’Italia non ha nulla contro il governo pakistano. “Il nemico è la violenza, l’estremismo e il fanatismo”, ha detto.

Masih ha già fatto appello agli Stati Uniti, alla Gran Bretagna e al Canada per ricevere assistenza per lasciare il paese.

 

Fonte: Reuters

 

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts