(se il video qui sotto non si carica, fare il refresh di questa pagina o cliccare qui)

 

Siamo partiti dalle domande di senso che l’uomo da sempre si è posto. Domande su origine, significato, valori morali, destino finale. Se il nichilismo rappresenta una non-risposta, e il secolarismo un tentativo umano di fare a meno di Dio (attingendo però a piene mani dalla riserva di senso, valori e morale contenuta nella visione del mondo giudeo-cristiana), è nelle RELIGIONI che emerge lo specifico dell’uomo rispetto ad ogni altro animale. Le manifestazioni del culto e della fede sono una costante nella vita dell’uomo, da sempre, da subito. Ma le religioni NON SONO TUTTE UGUALI.

In questo video porremo un importante linea di demarcazione tra visioni del mondo scaturite dalla religiosità naturale, rientranti grossomodo nel cosiddetto PANTEISMO, e religioni MONOTEISTE, ovvero forme di CULTO CREDENTE legate ad una peculiare e specifica origine: la RIVELAZIONE DI DIO AD ABRAMO. La Storia di Salvezza narrata nella Bibbia ha il suo culmine in Gesù di Nazareth, spartiacque della storia, Colui che “dicono sia risorto”. Se costui realmente è il Figlio di Dio, l’Agnello caricato dei peccati del mondo, il Redentore capace di far risorgere chi crede in Lui, allora il cristianesimo non è una semplice religione, e la fede in Cristo non è una semplice credenza.

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1