Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog stralci di un articolo scritto da Naveen Athrappully e pubblicato su The Epoch Times. Visitate il sito per leggere l’articolo nella sua interezza e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella mia traduzione. 

 

covid-19-vaccino

 

L’Australia ha registrato un aumento del numero di decessi in eccesso in seguito alla vaccinazione COVID-19 e le autorità hanno segnalato alti livelli di eventi avversi tra le persone che hanno effettuato i vaccini, secondo un recente studio, che invita a sospenderli.

In molti Paesi, la pandemia COVID-19 è stata seguita dall’introduzione di vaccini a base di mRNA e da rigidi mandati economici e sociali.

In Australia, tuttavia, è avvenuto il contrario. Il lockdown sociale e la vaccinazione hanno preceduto la pandemia virale principale”, afferma lo studio, pubblicato nel numero di gennaio 2024 della rivista Pathology.
“Le campagne australiane di vaccinazione contro il COVID-19 sono iniziate prima della pandemia, nel marzo 2021, poco prima dell’aumento dei decessi in eccesso dal maggio 2021 in poi”, si legge.

“La maggior parte dei decessi legati alla COVID-19 in Australia si è verificata tra settembre 2021 e settembre 2022”.

Nel 2020, sono stati segnalati meno di 1.000 decessi correlati alla COVID-19 nel Paese. Un anno dopo, nel 2021, sono stati segnalati solo circa 1.300 decessi.

Tuttavia, nel 2021 si sono verificati più di 10.000 decessi in eccesso.

“Pertanto, circa il 90% dei decessi in eccesso erano decessi non dovuti a COVID”, hanno concluso i ricercatori.

Lo studio ha citato un rapporto annuale del 2021 del Western Australia Vaccine Safety Surveillance (WAVSS), secondo cui nello Stato gli eventi avversi dopo la vaccinazione COVID-19 erano 264,1 per 100.000 dosi quell’anno. Questo dato è stato più di 23 volte superiore alle reazioni avverse di altri vaccini, che si sono attestate a 11,1 eventi per 100.000 dosi.

Nel 2021, il WAVSS ha ricevuto 10.726 segnalazioni di eventi avversi correlati alla vaccinazione, rispetto alle 270 dell’anno precedente. Di queste, 10.428, ovvero il 97%, si sono verificate dopo l’assunzione del vaccino COVID-19, si legge nello studio.

Il tasso di eventi avversi più elevato è stato registrato per il vaccino COVID-19 di AstraZeneca, con 306,1 per 100.000 dosi. Moderna ha seguito con 281,4 e Pfizer è arrivata terza con 244,8 eventi.

I ricercatori hanno sottolineato che l’Australia ha confermato solo pochi decessi legati al vaccino COVID-19, nonostante il numero più elevato di segnalazioni.

La Therapeutic Goods Administration (TGA), che monitora la sicurezza dei prodotti terapeutici approvati per l’uso in Australia, ha riconosciuto 14 decessi correlati alla vaccinazione COVID-19. Tuttavia, il database della TGA è stato aggiornato e ha confermato i decessi.

Tuttavia, il database delle notifiche di eventi avversi della TGA ha riportato 983 decessi in totale, ovvero un numero 70 volte superiore. Il TGA afferma che solo 14 decessi sono stati ritenuti collegati alla vaccinazione dopo aver “ricevuto e rivisto” le 983 segnalazioni di decesso.

Gli autori dello studio hanno insistito sul fatto che “né il rischio né il costo possono giustificare questi prodotti per la grande maggioranza delle persone”.

“La fretta e la scala dello sviluppo, della produzione e della distribuzione di questi nuovi farmaci non ha precedenti nella storia. I principali studi clinici di fase III per questi prodotti devono ancora essere completamente completati, nonostante la somministrazione a miliardi di persone”, hanno scritto.

“Dovremmo fermarci, riflettere e riaffermare le libertà essenziali, accogliere la fine della pandemia COVID-19, abbracciare l’immunità naturale e revocare tutte le terapie mediche obbligatorie”.

I ricercatori non hanno dichiarato alcun interesse concorrente nello studio.

Leggi il resto dell’articolo qui.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog hanno il solo scopo di alimentare un civile e amichevole confronto volto ad approfondire la realtà.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments