Pubblichiamo, tradotto, un articolo di Mark Tapscott, corrispondente dal Congresso per Epoch Times. I maggiori dirigenti dell’Istituto Nazionale di Salute Pubblica hanno ricevuto pagamenti di diritti commerciali da fonti al momento ignote, in violazione dell’obbligo per i funzionari pubblici di comunicare i profitti da attività esterne. Con buona pace di chi ritiene che la  “Scienza” sia un ambito puro e immune dall’attaccamento al vil danaro ottenuto con malversazioni varie, sarebbe meglio tornare tutti coi piedi per terra. L’alacre zelo con il quale l’NIH sta cancellando le prove, è di per sé una prova.

 

national-institute-of-health
National Health Institute, Washington (Foto di David Mark da Pixabay)

 

Due dirigenti chiave del National Institutes for Health (NIH) in posizioni di influenza sulle decisioni su chi ottiene sovvenzioni dall’agenzia hanno ricevuto un totale di 77 pagamenti di royalty precedentemente non divulgati da aziende esterne tra il 2010 e il 2014.

pagamenti segreti delle royalty, che sono stati riportati per la prima volta da The Epoch Times, sono tra le migliaia stimate per un totale di almeno $ 350 milioni pagati tra il 2010 e il 2020. Il direttore di lunga data del NIH Francis Collins ha ricevuto 14 pagamenti, Anthony Fauci, che dirige l’Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive (NIAID) del NIH, ne ha ricevuti 23 e Clifford Lane, vice-capo di Fauci, ha ricevuto 8 pagamenti.

Il direttore ad interim del NIH Lawrence Tabak ha ammesso durante l’interrogatorio della scorsa settimana da parte del deputato John Moolenaar (repubblicano del Michigan) che le royalties non divulgate hanno “l’apparenza di un conflitto di interessi”, ma ha insistito sul fatto che l’agenzia ha sufficienti garanzie interne per prevenire tali problemi. La legge federale e i regolamenti etici vietano ai dipendenti federali di svolgere attività che presentino l’aspetto o siano un concreto conflitto di interessi.

Il Dr. Michael Gottesman è stato vice direttore del NIH per la ricerca intramurale (DDIR) dal 1994. Secondo il suo curriculum ufficiale sul sito web nih, Gottesman “coordina le attività e facilita la cooperazione tra i 24 direttori scientifici dell’Istituto e del Centro per raggiungere le missioni scientifiche, di formazione e di salute pubblica del Programma di ricerca intra moenia NIH.

“Fornisce una guida per l’intero programma intra moenia e riferisce a [Lawrence Tabak, direttore facente funzione del NIH]. Supervisiona e infine approva l’assunzione di tutti i ricercatori principali NIH ed è il funzionario istituzionale responsabile delle protezioni della ricerca sui soggetti umani, dell’integrità della ricerca, del trasferimento tecnologico e della cura e dell’uso degli animali presso il NIH.

“Durante il suo mandato come DDIR, il Dr. Gottesman ha creato il programma di formazione post-diploma di maturità, il Graduate Partnerships Program (che consente agli studenti laureati di condurre ricerche di tesi presso NIH); implementato programmi di rimborso dei prestiti; istituzionalizzato un tenure track (i candidati in concorso per posizioni stabili e assunzioni a tempo indeterminato, ndr) intra moenia e nuovi percorsi di carriera per gli investigatori clinici; ha creato il NIH Intramural Database (che fornisce informazioni online su tutti i ricercatori e le ricerche del NIH); e ha guidato molti altri programmi nel segno della diversità, dell’equità, dell’integrità della ricerca e della leadership”.

Gottesman ha annunciato nel luglio 2021 le sue dimissioni dalla posizione DDIR, in attesa della selezione del suo successore. Ha in programma di rimanere come capo del Laboratorio di Biologia Cellulare nel National Cancer Institute del NIH dopo la nomina del suo successore DDIR.

Gottesman ha ricevuto 70 pagamenti di royalty durante il periodo di cinque anni dal 2010 al 2014, secondo i documenti recentemente ottenuti dal controllore governativo senza scopo di lucro Open the Books (OTB) a seguito di una richiesta del Freedom of Information Act (FOIA) di dati completi su tutti i pagamenti dal 2o10 ad oggi.

Open the Books è un cane da guardia governativo senza scopo di lucro con sede a Chicago che utilizza le leggi federali e statali sulla libertà di informazione per ottenere e quindi pubblicare su Internet trilioni di dollari di spesa a tutti i livelli di governo.

Il NIH inizialmente ha ignorato la richiesta OTB fino a quando l’organizzazione no-profit non ha intentato una causa FOIA presso un tribunale federale. A quel punto, il NIH ha accettato di iniziare a produrre i documenti richiesti in una serie di tranche mensili.

Ma chi ha pagato le 70 royalties a Gottesman, gli importi dei pagamenti e per quale scopo sono stati effettuati i pagamenti non può essere reso noto in quanto il NIH sta cancellando gli importi dei pagamenti e le identità dei pagatori dai documenti che l’agenzia sta fornendo a OTB a seguito del ricorso FOIA.

Epoch Times ha richiesto al NIH i nomi dei pagatori dei 70 pagamenti a Gottesman, gli importi di ciascun pagamento e lo scopo per il quale è stato effettuato il pagamento. Nessuna risposta è pervenuta dal NIH.

Altri sette pagamenti di royalty di importi e identità sconosciuti sono stati effettuati a Roger Glass, direttore associato del NIH per la ricerca internazionale. Glass è stato nominato nel 2006.

I Democratici del Congresso, tra cui la presidente della Commissione del Senato per la salute, l’istruzione, il lavoro e le pensioni, la senatrice Patty Murray (Washington) e il presidente della Commissione per l’energia e il commercio della Camera Frank Pallone (New Jersey), sono rimasti in silenzio quando la scorsa settimana è stato chiesto conto da The Epoch Times dei pagamenti segreti delle royalty.

I Repubblicani a Capitol Hill, tuttavia, hanno derubricato i pagamenti a evidente conflitto di interessi e chiesto la piena divulgazione di tutti i fatti.

“NIH riceve decine di miliardi di dollari dei contribuenti ed è incaricato di fare valutazioni e raccomandazioni scientifiche imparziali”, ha detto il senatore Joni Ernst (Repubblicano, Iowa) a The Epoch Times. “I loro alti funzionari, come tutti i funzionari pubblici, devono essere tenuti ai più alti standard di trasparenza e responsabilità per prevenire i conflitti di interesse e garantire che la salute e la sicurezza del popolo americano rimangano la massima priorità dell’agenzia. Il NIH deve essere ritenuto responsabile nei confronti del popolo americano”.

La senatrice Marsha Blackburn (Repubblicana, Tennessee) ha definito il NIH “un pozzo oscuro di denaro. Hanno coperto le sovvenzioni per la ricerca sul guadagno di funzione a Wuhan, quindi non sorprende che ora si rifiutino di rilasciare dati critici riguardanti le accuse di milioni di royalty pagate a scienziati interni come Fauci. Se il NIH vuole continuare a spendere i dollari dei contribuenti, ha il dovere della trasparenza”.

Il senatore Ted Cruz (Repubblicano, Texas) ha dichiarato: “Questo rapporto è inquietante e se è vero che alcuni dei migliori scienziati del nostro paese hanno problemi di conflitto di interessi, il popolo americano merita di avere tutte le risposte”.

Il deputato Greg Steube (Repubblicano, Florida) ha chiesto un’indagine, osservando: “Naturalmente è un conflitto di interessi diretto per scienziati come Anthony Fauci rastrellare $ 350 milioni in royalties da terze parti che beneficiano di sovvenzioni finanziate dai contribuenti federali.

Anthony Fauci è un milionario che si è arricchito con i dollari dei contribuenti. È un ottimo esempio della gonfia burocrazia federale. Questo sistema di royalty dovrebbe essere esaminato per assicurarsi che non stia peggiorando le cose”.

 


 

 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments