(Dialogo tra me e me prima di scendere in piazza nella veglia delle Sentinelle in Piedi)

..

 

 

 

Restiamo liberi

 

Siam servi, vegliando serviamo.

 – Non servi, ma amici, ci disse
 
E ci dice, non è solo di allora! 
Anche oggi, attenti, vegliamo
ogni giorno protesi, guardiamo
 –  Non solo guardiamo:
    anche quando in silenzio, 
    parliamo
 
Come faro? 
 – Per alcuni una luce
    per altri memento. 
 
E noi?
 – Sul candelabro
   giorno e notte
   come pietre d’inciampo
 
E gli uomini intorno? 
 – non restan gli stessi
 
Vinceremo? 
 – Non so, non è questo, 
   non è per questo, 
   siam servi
 
Ed amici? 
  – I nostri nomi, sappiamo, 
     son scritti sul palmo, 
     e i capelli contati. 
 
Per questo vegliamo? 
  – È un istante 
     ma è tutta la vita 
 
Abbiamo vegliato per l’uomo, 
ogni uomo. 
 
   – VEGLIAMO PER LUI
 
 
 
 

di Giorgio Canu

(da giorgiocanupoesie)

 

 

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1