di Wanda Massa

 

Il dolore, la fede e l’orgoglio del popolo russo in una canzone struggente, composta all’indomani della strage al Crocus City Hall di Mosca

Shaman, nome d’arte del trentaduenne cantautore e produttore musicale russo Yaroslav Dronov ha pubblicato una canzone commuovente e appassionata, quasi una preghiera, Requiem, dedicata alle vittime dell’attacco terroristico al Crocus City Hall del 22 marzo 2024.

L’artista descrive la sua opera con queste parole:

Piangiamo i morti e preghiamo per la salute dei sopravvissuti.

È impossibile capire, accettare, realizzare quello che è successo. Fa così male che non c’è forza nemmeno per urlare. Fa male a tutti noi. Fa male a tutto il Paese.

Nel giorno del nostro lutto nazionale per le vittime del disumano attacco terroristico al Crocus City Hall di Mosca, vorrei onorare la memoria di tutte le vittime con una canzone che ho scritto ieri.

A meno di tre giorni dalla pubblicazione sul canale youtube di Shaman (qui) Requiem ha superato 6 milioni e 300 mila visualizzazioni (potete scegliere la traduzione simultanea anche in italiano).

Al link qui è disponibile il video sottotitolato in italiano.

Di seguito il testo della canzone:

 

Requiem

Non posso credere che possa accadere una cosa del genere.

Prendere e uccidere brutalmente

Annientare la vita di qualcuno come spegnere una candela.

Non posso crederci…

Non riesco a liberarmi di questo dolore nella mia anima

Ma so che non possiamo essere spezzati

E non possiamo tirarci indietro

D’ora in poi

Per sempre in ogni cuore della Russia:

22.03.24

 

Dio

Aiuta noi peccatori

Non possiamo andare avanti senza di Te.

La nostra fede e le nostre preghiere ci aiuteranno.

Non lo dimenticheremo mai

Nei nostri cuori per sempre

Ricorderemo questo giorno fino alla fine

 

Non so cosa ci voglia

Per prendere una pistola e massacrare a bruciapelo

Per strappare vite innocenti

Non so

Non riesco a liberarmi di questo dolore nella mia anima

Ma so che non possiamo essere spezzati

E non possiamo tirarci indietro

D’ora in poi

Per sempre in ogni cuore della Russia

22.03.24

 

Dio

Aiuta noi peccatori

Non possiamo andare avanti senza di Te.

La nostra fede e le nostre preghiere ci aiuteranno

Non lo dimenticheremo mai

Nei nostri cuori per sempre

Ricorderemo questo giorno fino alla fine

 

Non so cosa ci voglia

Per prendere una pistola e massacrare a bruciapelo

Per strappare vite innocenti

Non so

Non riesco a liberarmi di questo dolore nella mia anima

Ma so che non possiamo essere spezzati

E non possiamo tirarci indietro

D’ora in poi

Per sempre in ogni cuore della Russia

22.03.24

 

Non credo che possa essere così

Uccidere la vita di qualcuno

La vita di qualcuno come una candela da spegnere.

Non posso crederci

 

Per sempre in ogni cuore della Russia.

22.03.24

 

 

Facebook Comments