Rilancio l’abstract di uno studio medico pubblicato su Health Science Reports. Gli autori sono Halah Z. AlRawi, Alaa AlQurashi, Doaa AlDahan, Maha Alkhudhayri, Amani R. Alsharidah, Tariq Wani, Dania AlJaroudi, principalmente del Centro di ricerca, Città Medica King Fahad, Riyadh Second Health Cluster, Riyadh, Arabia Saudita. Eccolo nella traduzione da me curata.

 

ipermenorrea mestruazioni giovane donna

 

Background e obiettivi
Molte donne hanno riferito di aver riscontrato anomalie del ciclo mestruale dopo essersi sottoposte alla vaccinazione con Covid-19. Per comprendere meglio questo problema, il nostro studio si è proposto di valutare l’andamento del ciclo mestruale tra le donne in età fertile dopo aver ricevuto la vaccinazione con COVID-19.

Metodi
È stato condotto uno studio trasversale per indagare l’impatto del vaccino COVID-19 sulle donne di età pari o superiore a 18 anni in Arabia Saudita. È stato distribuito un questionario online autosomministrato tra le partecipanti che avevano ricevuto almeno una dose di vaccino COVID-19. Il questionario comprendeva domande sulle modalità di somministrazione del vaccino. Il questionario comprendeva domande sulle caratteristiche demografiche delle partecipanti, sull’anamnesi e sugli eventi avversi correlati al vaccino.

Risultati
Lo studio ha incluso 383 partecipanti di sesso femminile con un’età media di 30,8 ± 8,1 anni. La maggior parte delle partecipanti, il 92,7%, era saudita e più della metà, il 51,4%, era single. Il 78,9% dei partecipanti era esente da malattie e la maggioranza del 67,9% non aveva precedenti di infezione da Coronavirus 2019. Una percentuale significativa di partecipanti ha riportato cambiamenti post vaccinazione nel ciclo mestruale. In particolare, il 43,1% ha riportato cambiamenti dopo la prima dose e il 38,4% dopo la seconda dose (p = 0,044). La gravità dei sintomi premestruali è aumentata da 44 (11,5%) a 113 (29,5%) dopo la prima dose. Anche il dolore riferito sulla scala (WONG-BAKER) è aumentato significativamente da 34 (8,9%) a 87 (22,7%) (p < 0,001) dopo la prima dose.

Conclusioni
Le donne saudite vaccinate, in particolare le giovani adulte, hanno riportato una prevalenza relativamente alta di irregolarità del ciclo mestruale. Questi risultati suggeriscono la necessità di approfondire la ricerca e di esplorare le cause alla base di queste irregolarità e di sviluppare interventi che possano contribuire a mitigarne l’impatto sulla salute delle donne. Si raccomanda inoltre alle donne che osservano cambiamenti a lungo termine nei loro cicli mestruali di rivolgersi a un operatore sanitario per assicurarsi che ogni potenziale problema di salute venga affrontato tempestivamente.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog, ritenuti degni di rilievo, hanno il solo ed unico scopo di far riflettere, di alimentare il dibattito e di approfondire la realtà. Qualora gli autori degli articoli che vengono qui rilanciati non avessero piacere della pubblicazione, non hanno che da segnalarmelo. Gli articoli verranno immediatamente cancellati.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments