Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da Echi della caverna (quotidiano fittizio) e pubblicato su InfoCatolica. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella traduzione automatica da me curata. 

 

Eco della caverna
Echi della caverna

 

Con grande clamore (e la fisarmonica che non manca mai), è stata annunciata la pubblicazione di una nuova benedizione liturgica dedicata alle benedizioni pastorali, secondo la anch’essa nuova dottrina contenuta nel documento Fiducia supplicans. Il libro recentemente pubblicato dal Dicastero per la Pastorale e le Attività Pastorali è considerato un “vero progresso quantico” nel campo delle benedizioni e sono già pervenute richieste da prestigiosi fisici di tutto il mondo per indagarlo.

Il Prefetto del Dicastero, card. Pánfilo Borregui ha esultato alla presentazione della nuova benedizione, avvenuta nella Basilica di San Giovanni in Laterano, debitamente affittata per l’evento. “Tutto, tutto, tutto può essere benedetto con questa benedizione. Tutto! Abbiamo incluso benedizioni di animali, piante, minerali, fantasmi, lupi mannari e anche esseri immaginari come gli angeli”, ha spiegato il cardinale con un sorriso compiaciuto.

“Naturalmente, abbiamo aggiunto un buon numero di benedizioni ecologiche alla Madre Terra, Pachamama, che erano state ingiustamente dimenticate nelle benedizioni precedenti. Inoltre, come novità, santa novità!, abbiamo incluso gesti di benedizione, ad esempio le prostrazioni davanti alle immagini della sacra Pachamama o anche l’offerta di incenso in suo onore.”

«È tutto molto pastorale, quello che la gente vuole: benediciamo biglietti della lotteria, amuleti, zampe di coniglio… Ma non pensate che abbiamo solo aggiunto cose, abbiamo anche eliminato vecchie benedizioni che non erano più opportune. Ad esempio, abbiamo eliminato tutto ciò che riguardava l’acqua santa, che era molto superstiziosa, e anche le benedizioni in latino, che spaventavano la gente”. Infatti, per qualche motivo non spiegato, durante la presentazione della benedizione a San Giovanni in Laterano, si dovette togliere l’acqua santa dalle acquasantiere, che bollivano contemporaneamente in tutto il tempio.

Alla domanda di un giornalista se sarebbero state benedette le coppie in situazione irregolare, Sua Eminenza ha risposto con un occhiolino e un’altra domanda: “E perché limitarci solo alle coppie?” Allo stesso modo, è stata prevista una più ampia possibilità di “benedire realtà che forse non raggiungono ancora l’ideale oggettivo, ma sono in cammino e devono essere accompagnate”, come le cliniche abortive, gli istituti mafiosi, le cliniche di eutanasia, le case di cattiva reputazione o il Parlamento della nazione, “proprio come Dio benedisse Sodoma e Gomorra nell’Antico Testamento”.

“Siamo particolarmente orgogliosi della benedizione per le bombe atomiche che abbiamo inserito nel libro”, ha infine dichiarato il Prefetto. “Non è che le bombe siano benedette in quanto tali, ovviamente, ma le cose buone che hanno, in quanto sofisticati artefatti creati dall’uomo, come il metallo di cui sono fatte, le viti, il design aerodinamico, il loro tremendo potere distruttivo … Quelle cose. È una distinzione importante. E sapevate che i primi studi sulla radioattività furono condotti da una donna? Anche questo è importante.”

ECHI DELLA GROTTA

 

(Nota: Quella riportata è satira, pertanto il nome ed il cognome del cardinale sono immaginari e come anche il nome del dicastero)

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog hanno il solo scopo di alimentare un civile e amichevole confronto volto ad approfondire la realtà.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments