(Se il video qui sotto non si carica fare il refresh di questa pagina o cliccare qui)

 

Giorgio Palù, Professore ordinario di Microbiologia e Virologia, Direttore del Dipartimento di Medicina Molecolare presso l’Università degli Studi di Padova, sottoscrittore del manifesto dei “dieci” scienziati: “Come avviene in tutte le pandemie ed epidemie, in questo caso pandemia, che però è asincrona, ora si sta sviluppando adesso anche nell’emisfero australe, bisogna dire che hanno un inizio ed una fine. Sostenere: ‘…ma preoccupiamoci…adesso l’ondata ci uccide tutti.’. Le ricordo che all’inizio, persone molto serie come l’Imperial College prevedevano 10 milioni di infettati in Italia, 150.000 ricoverati in rianimazione, due milioni di morti, cioè tutte cose smentite. Quindi siamo cauti, però diciamo quello che è l’evidenza oggi: questo virus sta scemando, i casi diminuiscono nettamente. Quindi la tendenza della curva è all’azzeramento. Non solo. Clinicamente sono casi meno gravi. E ormai dieci pubblicazioni scientifiche da Nature, a Nature medicine, a Clinical infectious diseases, Jama, American Medical Journal (pubblicazioni molto prestigiose, ndr), stanno dimostrando che esistono concentrazioni virali molto basse e che in soggetti che sono positivi non sono contagiosi. Quindi, questo è ormai dimostrato.”

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1