‘Si trattava solo di un incontro di sanitari sospesi che, assieme al loro avvocato, hanno chiesto un incontro al dirigente sanitario’

 

 

Ieri il questore di Pordenone, Marco Odorisio, ha disposto il foglio di via obbligatorio per tre anni, dal comune di Pordenone, per Stefano Puzzer, portuale e leader della protesta contro il Green pass al termine di una protesta organizzata all’ospedale civile di Pordenone.
Puzzer, che è arrivato quando la manifestazione davanti all’ospedale si stava ormai concludendo, è stato subito accompagnato in questura dagli agenti presenti sul posto. È il secondo foglio di via in poche settimane per il portuale triestino, che all’inizio di novembre ne aveva ricevuto uno dalla questura di Roma.
‘Stamattina si trattava solo di un incontro di sanitari sospesi che, assieme al loro avvocato, hanno chiesto un incontro al dirigente sanitario perché volevano denunciare sanitari che lavorano da mesi in ospedale senza vaccino. Poi sono arrivato io, in segno di solidarietà’ – ha detto Puzzer in un video diffuso in serata.

Ma un garbato, rispettoso, mite, pacifico, mansueto giovane portuale di Trieste come Stefano Puzzer, quanti daspo potrà collezionare? 

 

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email