(se il video qui sotto non si apre, fare il refresh di questa pagina o cliccare qui)

 

 

di Dino e Rosanna Dellino

                                 

Il nostro amico Costantino Esposito nell’assemblea degli adulti di C.L. dell’11 settembre scorso osservava che “c’è indubbiamente una grande somiglianza tra l’attuale momento del mondo moderno e il mondo che emerse dalle rovine dell’Impero Romano“. Sono fattori comuni molto evidenti, la grande crisi economica, una dissoluzione generalizzata  dei costumi, uno spaventoso calo demografico…

Qual’é la situazione del mondo cattolico all’interno della società moderna?

La descrive don Giussani (in Generare tracce, pag. 137), riportando il giudizio realistico e profetico di Papa Montini: “Ciò che mi colpisce, quando considero il mondo cattolico, è che all’interno del cattolicesimo sembra talvolta predominare un pensiero di tipo non-cattolico, e può avvenire che questo pensiero non cattolico all’interno del cattolicesimo diventi domani il più forte”; e ancora, a pag 138, sempre Paolo VI: ”escono libri in cui la fede è in ritirata su punti importanti, e capita che gli episcopati tacciano, che non trovino strani questi libri..”

Il punto è dunque un’opera di ricostruzione a cui la Chiesa è chiamata, e don Giussani poco dopo ce ne indica la strada (ibidem p.143): 

“Per l’amore che abbiamo al popolo Cristiano, soggetto della grande epopea umana, ne abbiamo sempre amato la storia e ci siamo sentiti consanguinei soprattutto a quelli che vivendo la loro fede nel mondo, hanno contribuito a creare il nuovo, una novità oggettivamente registrabile, nella storia stessa. QUESTO SPIEGA LA NOSTRA PREFERENZA CULTURALE PER IL GRANDE MOVIMENTO BENEDETTINO CHE HA CREATO LA CIVILTÀ MEDIOEVALE”; “grazie al lavoro e alla preghiera di questi uomini silenziosi, …poco per volta i boschi divenivano eremitaggio, casa religiosa, masseria, abbazia, villaggio, seminario, scuola e infine città”; non a caso San Benedetto è stato proclamato patrono d’Europa.

È con questo spirito, coscienti del patrimonio che San Benedetto e i suoi seguaci ci hanno lasciato, che intendiamo partecipare al viaggio di studio e preghiera di domenica 25 ottobre a MONTECASSINO.

 

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1