Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da Larry Johnson e pubblicato su Sonar21. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella mia traduzione.

 

ucraina-news-guerra-oggi-

 

I seguenti generali in pensione sono apparsi sui canali di informazione via cavo per offrire le loro “sagge” analisi sulla guerra in Ucraina e hanno tutti una cosa in comune: si sbagliano in misura sconcertante. Sono scioccato dalla loro incapacità di analizzare obiettivamente la situazione. Ripetono invece gli stessi meme propagandistici: le truppe russe sono mal guidate; le truppe russe sono di leva e mal addestrate; le truppe russe hanno un morale pessimo; l’esercito russo è fragile e si spezzerà sotto pressione; la Russia sta perdendo.

Non si tratta di uomini sprovveduti, che hanno dimostrato una certa competenza quando gli sono stati affidati i comandi di forze importanti. Allora perché si sbagliano così sistematicamente su fatti fondamentali?

Sono abbastanza sicuro che tutti abbiano riconosciuto a un certo punto che una forza d’attacco, quando si confronta con un nemico ben trincerato, deve avere la supremazia aerea se vuole avere una possibilità di sfondare le linee difensive. Eppure, non è necessario avere l’autorizzazione per i servizi segreti Top Secret per sapere che l’aeronautica ucraina è stata decimata e non è in grado di lanciare attacchi sostenuti contro le posizioni delle truppe russe.

Si parla molto di Ucraina che colpisce le linee di comunicazione russe (LOC) con HIMAR e missili Storm Shadow. Ma ci sono poche prove a sostegno di questa affermazione. In realtà, è vero il contrario. È la Russia, non l’Ucraina, a colpire quotidianamente i centri di comando e logistici ucraini in tutta l’Ucraina. La difesa aerea ucraina è stata esaurita e non può fermare il bombardamento notturno.

Questi generali o ignorano il successo della Russia nel decimare la moltitudine di attacchi lanciati dall’inizio della controffensiva il 5 giugno o scelgono di mentire. Non vedo vie di mezzo. Le immagini dei carri armati, dei Bradley, degli Striker e dei Marder in fiamme forniti dalla NATO sono su Internet. Le foto e i video non sono generati dall’intelligenza artificiale, ma questi generali ignorano questa realtà.

Idem per le vittime ucraine. I social media sono pieni di foto e video di cimiteri enormi con file apparentemente infinite di bandiere ucraine che spuntano da tombe appena scavate. Diamine, persino fonti ucraine hanno ammesso che la carenza di loculi ha costretto il governo di Zelensky a scavare nei cimiteri della Seconda Guerra Mondiale e a disfarsi dei resti dei soldati sovietici per far posto al numero crescente di caduti ucraini. Non si tratta di informazioni segrete. È facile da trovare se si sa fare una semplice ricerca su Google.

C’è poi la questione delle forniture di munizioni. L’Ucraina è a corto di carburante ed è stata costretta a usare munizioni a grappolo da 155 mm perché l’Occidente non è più in grado di fornire il più efficace proiettile standard da 155 mm. Persino Biden lo ha ammesso pubblicamente, ma i generali americani in pensione si rifiutano di accettare questo fatto e di includerlo nella loro analisi.

Questa incapacità di confrontarsi con la realtà spiega i fallimenti, sotto la guida di questi uomini, nel conseguire una vittoria nelle operazioni militari statunitensi in Iraq, Siria e Afghanistan. Nessuno di questi uomini ha condotto una campagna di armi combinate contro una forza militare di pari livello.

L’Ucraina non ha una riserva infinita di potenziali reclute. Al contrario, l’Ucraina sta radunando adolescenti e uomini sopra i 50 anni, fornendo loro un addestramento sommario e gettandoli in un tritacarne. Nessuno di questi generali ammette che questo è folle e controproducente. La Russia, al contrario, ha ampliato le sue forze e continua ad arruolare nuove reclute. Questi nuovi soldati ricevono un addestramento di almeno sei mesi prima di essere inviati vicino a un campo di battaglia.

Che cosa sta succedendo? Stiamo assistendo a una debacle costruita sul pensiero di gruppo o questi generali sono ostaggio dei loro padroni economici? In altre parole, mentono per essere pagati. Pubblico quattro interviste a Stan McChrystal, Phil Breedlove, Ben Hodges e David Petraeus affinché possiate decidere da soli. Mi scuso in anticipo per avervi sottoposto a questo, ma credo sia importante ascoltare ciò che dicono.

Larry Johnson

 

 

 



Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog, ritenuti degni di rilievo, hanno il solo ed unico scopo di far riflettere, di alimentare il dibattito e di approfondire la realtà. Qualora gli autori degli articoli che vengono qui rilanciati non avessero piacere della pubblicazione, non hanno che da segnalarmelo. Gli articoli verranno immediatamente cancellati.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments