Paternità spirituale del Card. Giuseppe Siri

Lettere personali ai suoi sacerdoti (1946 – 1987)

A cura di Giulio Venturini

 

Il 2 maggio 1989 terminava la sua vita terrena il cardinale Giuseppe Siri. Il Segretario mons. Mario Grone, suo esecutore testamentario, trova un archivio immenso da mettere in ordine, in cui scopre tra i tanti documenti e scritti un ricchissimo epistolario. Tra le lettere ci sono molte missive bellissime che il cardinale aveva scritto in varie occasioni ai suoi sacerdoti. In questo libro sono pubblicate le lettere personali (non di ufficio) più belle del Card. Giuseppe Siri, Arcivescovo di Genova (1946-1987) ai sacerdoti. Dalle lettere scaturisce un profilo del cardinale, a tratti commovente, che evidenzia la sua paternità, la sua spiritualità, le sue convinzioni teologiche, la sua intensa fede, il profondo amore alla Chiesa, l’umanità e la grandezza di un pastore che ha fatto la storia della Chiesa. Un libro eccezionale che traccia un profilo assolutamente sconosciuto del Cardinale Siri, un uomo giusto, non avvezzo ai compromessi, ma sempre disponibile al perdono animato da una grande fede e da uno spirito di giustizia che non fa sconti a nessuno.

La premura, la delicatezza, la profonda conoscenza delle anime e delle situazioni, l’intelligenza, l’intensa spiritualità, l’infinita pazienza e il grande animo pastorale sono il trait d’union che caratterizza la vita e il mandato di un grande uomo e di un grande pastore che è stato una delle più grandi personalità del ‘900.

 

Leggi qui un estratto dal libro

 

Cantagalli 2024 | pp. 256| euro 18,00

In libreria dal 5 aprile 2024

Edizioni Cantagalli | Ufficio Stampa

ufficiostampa@edizionicantagalli.com

 

 

 

 

Facebook Comments