Un nuovo partito politico pro-famiglia in Scozia ha impedito a una drag queen di esibirsi in un liceo locale dopo che [la drag queen] aveva prodotto un video che evidenziava la natura sessuale inquietante e esplicita dei suoi atti abituali.

Ce ne parla in questo articolo Paul Smeaton pubblicato su Lifesitenews che vi propongo nella mia traduzione.

 

 

La drag queen Ivy Adamas tira fuori un preservativo dalla bocca durante il suo spettacolo.

La drag queen Ivy Adamas tira fuori un preservativo dalla bocca durante il suo spettacolo.

 

Un nuovo partito politico pro-famiglia in Scozia ha impedito a una drag queen di esibirsi in un liceo locale dopo che [la drag queen] aveva prodotto un video che evidenziava la natura sessuale inquietante e grafica dei suoi atti abituali.

Richard Lucas, leader del Partito della famiglia scozzese, ha scritto alla Dunbar Grammar School evidenziando le preoccupazioni del partito per l’imminente “Happyfest – Celebrazione annuale delle arti queer”, in programma per la fine del mese. 

“In particolare, notiamo l’inclusione di due drag queen”, ha scritto Lucas. “Alla Festa della famiglia scozzese, siamo dell’opinione che tali atti promuovano una filosofia di fluidità di genere che è confusa e pericolosa per i giovani. Siamo anche molto consapevoli del fatto che la scena delle drag queen è spesso associata a valori poco positivi. 

In particolare, notiamo l’inclusione di un “artista” drag dal nome (d’arte) di Ivy Adamas. Inoltre, notiamo che su Twitter, usando il suo account Twitter, ha messo il  ‘like’ al tweet fatto dall’account di “Alleati LGBT ” della sua scuola che annuncia la sua inclusione”. 

Dopo aver incluso un link al video che [gli organizzatori della] festa avevano prodotto sulla drag queen, Lucas ha continuato. “A preoccupare sono il vestito macchiato di sangue, il linguaggio volgare, la volgarità sessuale grafica (“Voglio mangiarti il cazzo” ecc.), i movimenti apertamente sessuali (come i movimenti masturbatori), i rozzi genitali femminili finti e l’estrazione di un preservativo dalla bocca”.

 

“Noi supponiamo che questo invito sia stato esteso a Ivy Adamas senza la consapevolezza che fosse del tutto inadatto come modello [educativo] per i bambini in età scolare”, continua la lettera. “Allo stesso modo, ci auguriamo che ora consideriate il vostro appoggio (espresso attraverso il vostro like del tweet di annuncio) come deplorevole, ora che avete maggiori informazioni”.

“La invitiamo quindi a ritirare la sua adesione a questo atto nella sua scuola e ad annullare la [partecipazione di questo] artista. Se ci rispondete entro mercoledì 5 febbraio, saremo in grado di riferire il suo cambiamento di posizione quando commenteremo pubblicamente e contatteremo le organizzazioni dei media per questa storia. Nel caso in cui non dovessimo avere sue notizie per allora, supporremo che la sua posizione sia invariata e commenteremo di conseguenza. Ci auguriamo che apprezziate l’opportunità di riconsiderare ciò che vi offriamo”. 

Martedì, la direttrice Claire Slowther ha risposto all’e-mail di Lucas per informarlo che lo spettacolo di Adamas era stato cancellato.

Slowther ha espresso l’impegno della scuola a “garantire che i bambini e i giovani lesbiche, gay, bisessuali, transessuali o intersessuali (LGBTI) ricevano un’educazione inclusiva e imparino a conoscere le tematiche LGBT a scuola”, ma ha detto che “siamo venuti a conoscenza del fatto che uno degli artisti che inizialmente era stato prenotato per esibirsi aveva un video su YouTube che non era adatto a un pubblico adolescenziale. Da allora abbiamo deciso che non si esibiranno più. Abbiamo deciso di adottare questo approccio per gli artisti in qualsiasi tipo di evento scolastico”.

Rispondendo alla decisione della scuola, Lucas ha detto a LifeSiteNew: “L’indottrinamento LGBT nelle scuole scozzesi è una politica del governo, ma la Dunbar Grammar School sembra essere particolarmente determinata a infondere i valori degli attivisti LGBT nei suoi alunni. Siamo riusciti a spingere la scuola ad annullare un atto, ma è una piccola vittoria. Il resto dello spettacolo continua nella sua scuola e nella maggior parte delle altre”.

“Cambierà solo con un cambio di direzione politica – e la nostra missione è di realizzare questo obiettivo”, ha detto. 

Alla fine del suo video, Lucas ha invitato il popolo scozzese ad eleggere i rappresentanti dello Scottish Family Party all’MPS (membri del Parlamento Scozzese, ndr) in modo che “possiamo proteggere i bambini in tutta la Scozia”.

“Cosa abbiamo imparato da questo episodio? Quello che abbiamo imparato è che questo artista, questo fornitore di sporcizia, è stato invitato in una scuola per esibirsi per i bambini della scuola. Chi l’ha fermato? È stato il preside che ha avuto buon senso e intuito? No. C’era qualcuno dello staff nella scuola che ha detto: ‘Aspetta un attimo’? No. È stato il consiglio [di Istituto] che supervisiona quella scuola, che ne è responsabile? No. Sono stati i genitori. Beh, no, perché probabilmente la maggior parte di loro non ne sapeva nulla. È stato l’MSP locale (il deputato locale del Parlamento, ndr) che è arrivato e ha detto: “Non sono sicuro di cosa stiate facendo qui”. No”, ha detto. 

“Noi l’abbiamo fatto. L’ha fatto il Partito della famiglia scozzese. Abbiamo protetto i ragazzi della Dunbar Grammar School dalla corruzione. Ma questa è una vittoria una tantum isolata. Se riusciamo a far entrare gli MSP del Partito della famiglia scozzese a Holyrood, possiamo proteggere i bambini di tutta la Scozia”. Questa è la nostra idea”, ha aggiunto.

 

 

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1