Il presidente presunto eletto Joe Biden ha parlato con Papa Francesco giovedì, ha annunciato il suo ufficio. Il cattolico, ex vicepresidente, e prossimo probabile presidente, ha ricevuto le congratulazioni per la sua vittoria elettorale da parte del papa la mattina del 12 novembre.

Un articolo pubblicato sul Catholic News Agency nella mia traduzione. 

 

Papa Francesco e Joe Biden
Papa Francesco e Joe Biden

 

Il presidente presunto eletto Joe Biden ha parlato con Papa Francesco giovedì, ha annunciato il suo ufficio. Il cattolico, ex vicepresidente, e prossimo probabile presidente, ha ricevuto le congratulazioni per la sua vittoria elettorale da parte del papa la mattina del 12 novembre.

“Il presidente eletto Joe Biden ha parlato questa mattina con Sua Santità Papa Francesco. Il presidente eletto ha ringraziato Sua Santità per le benedizioni e le congratulazioni e ha evidenziato il suo apprezzamento per la leadership di Sua Santità nel promuovere la pace, la riconciliazione e i legami comuni dell’umanità in tutto il mondo”, ha detto un comunicato del team di transizione Biden-Harris. 

“Il presidente eletto ha espresso il suo desiderio di lavorare insieme sulla base di una fede condivisa nella dignità e nell’uguaglianza di tutta l’umanità su questioni come la cura per gli emarginati e i poveri, l’affrontare la crisi del cambiamento climatico e l’accoglienza e l’integrazione degli immigrati e dei rifugiati nelle nostre comunità”, ha detto il rilascio. 

Diversi media hanno dichiarato Biden vincitore delle elezioni presidenziali del 2020 il 7 novembre, anche se il presidente Donald Trump non ha ancora concesso la vittoria. Biden è il secondo cattolico ad essere eletto presidente. 

In una dichiarazione rilasciata il 7 novembre dal presidente dell’USCCB (la Conferenza Episcopale USA, ndr), l’arcivescovo di Los Angeles, Mons. Jose Gomez, i vescovi statunitensi hanno osservato che “riconosciamo che Joseph R. Biden, Jr., ha ricevuto abbastanza voti per essere eletto il 46° presidente degli Stati Uniti”.

“Ci congratuliamo con il signor Biden e riconosciamo che si unisce al defunto presidente John F. Kennedy come secondo presidente degli Stati Uniti a professare la fede cattolica”, ha dichiarato Gomez. 

“Ci congratuliamo anche con il Sen. Kamala D. Harris della California, che diventa la prima donna mai eletta come vice presidente”.

L’arcivescovo Gomez ha anche invitato tutti i cattolici americani “a promuovere la fraternità e la fiducia reciproca”.

“Il popolo americano si è espresso in questa elezione. Ora è il momento che i nostri leader si riuniscano in uno spirito di unità nazionale e si impegnino al dialogo e al compromesso per il bene comune”, ha detto.

A giovedì, sono stati chiamati 48 Stati. Biden ha attualmente 290 voti elettorali, ben al di sopra dei 270 necessari per vincere le elezioni. Il presidente Trump, tuttavia, non ha concesso l’elezione. La sua squadra elettorale ha intentato cause legali in diversi Stati, con la speranza di eliminare i voti presumibilmente fraudolenti e di effettuare un riconteggio che potrebbe portarlo in testa al collegio elettorale.

Sebbene la conferenza episcopale statunitense si sia congratulata con Biden per la sua vittoria, il vescovo di Fort Worth, Texas, ha chiesto di pregare, dicendo che i conteggi dei voti non sono ancora ufficiali.

“Questo è ancora un momento di prudenza e pazienza, poiché i risultati delle elezioni presidenziali non sono stati ufficialmente autenticati”, ha detto il vescovo Michael Olson l’8 novembre. Ha invitato i cattolici a pregare per la pace se i risultati saranno messi in discussione in tribunale.

“Sembra che ci sarà un ricorso in tribunale, quindi è meglio per noi, nel frattempo, pregare per la pace nella nostra società e nazione e che l’integrità della nostra repubblica, una nazione sotto Dio, possa essere mantenuta per il bene comune di tutti”, ha dichiarato il vescovo Olson.

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1