Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da Andreas Wailzer e pubblicato su Lifesitenews Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella traduzione da me curata.

 

padre Gerald E. Murray
padre Gerald E. Murray

 

L’avvocato canonista Gerald Murray ha detto a Raymond Arroyo che “i diaconi femminili” sarebbero un “grave momento di eresia nella vita della Chiesa”.

Nella recente edizione del programma di Raymond Arroyo “The World Over”, padre Murray e lo scrittore cattolico Robert Royal hanno discusso il significato dell’affermazione fatta da una suora che ha recentemente parlato in Vaticano, secondo cui Papa Francesco “è molto favorevole al diaconato femminile”.

Padre Murray ha spiegato che la Chiesa non ha mai amministrato il sacramento dell’Ordine alle donne, compreso il diaconato, e che sarebbe contrario all’insegnamento della Chiesa e alla Tradizione farlo.

Ha detto che “il motivo per cui non è permesso è che la Chiesa non l’ha mai fatto”.

“Non c’è storia di diaconi donne che abbiano ricevuto il sacramento dell’Ordine nella vita della Chiesa”.

“Penso che questo faccia parte dello sforzo propagandistico per dire semplicemente: ‘Il Papa sta per fare questo'”, ha aggiunto.

“Se questo [i diaconi femminili] venisse fatto, segnerebbe un grave momento di eresia nella vita della Chiesa, perché il Papa autorizzerebbe qualcosa che è impossibile che accada: le donne riceverebbero il sacramento dell’Ordine”.

“E se ciò accadesse, la Chiesa si dividerebbe perché alcuni vescovi lo farebbero e altri no”, ha continuato padre Murray. “E poi, se ci si trova in una diocesi in cui una donna è stata ‘ordinata’ diacono, può quel diacono attraversare il confine con la diocesi successiva e operare come diacono? Non sarebbe nemmeno riconosciuta come diacono”.

“Quindi questo è molto grave e mi dispiace davvero che queste dichiarazioni sostanzialmente politiche affermino cose che non sono note o non sono provate”.

Ha anche ricordato che una Commissione teologica nel 2002 ha già dichiarato che non ci sono state donne diacono ordinate nella storia della Chiesa.

Padre Murray ha spiegato che “il problema non sono le donne diacono; il problema sono le donne sacerdote”.

“Il sacramento dell’Ordine è un unico sacramento. Non ci sono tre sacramenti. Ci sono tre gradi o livelli del sacramento, ma è un solo sacramento”.

“Quindi, non appena… tentate di ordinare una donna diacono, si gireranno e diranno: ‘Guarda, una donna ha gli Ordini Sacri, ora viene promossa al secondo e terzo grado'”.

“Questo è un tentativo di usare il femminismo moderno come nuovo criterio per determinare il significato della rivelazione e dell’insegnamento della Chiesa. Deve essere respinto”, ha dichiarato padre Murray.

Nella sua lettera apostolica Ordinatio Sacerdotalis del 1994, Papa Giovanni Paolo II ha affermato l’insegnamento perenne che solo gli uomini possono essere ordinati sacerdoti:

Pertanto, affinché sia eliminato ogni dubbio su una questione di grande importanza, che riguarda la stessa costituzione divina della Chiesa, in virtù del mio ministero di confermare i fratelli (cfr. Lc 22,32) dichiaro che la Chiesa non ha alcuna autorità per conferire l’ordinazione sacerdotale alle donne e che questo giudizio deve essere definitivamente sostenuto da tutti i fedeli della Chiesa”.

Robert Royal ha ipotizzato che Francesco potrebbe cercare di introdurre “qualche status semi-ufficiale” per le “donne diacono” che eviterebbe di insegnare una vera e propria eresia, simile alle “benedizioni” delle “coppie” omosessuali proposte nella Fiducia Supplicans (FS).

“Ci sono stati alcuni casi in cui [Francesco] ha detto che l’ordinazione è solo per gli uomini, e questa sembra essere una dichiarazione forte”, ha detto Royal.

“Ma devo fare delle ipotesi”.

“A me sembra che voglia elevare lo status delle donne nella Chiesa. Ha detto questo. Ha [detto] che la Chiesa dovrebbe diventare meno maschile”.

“Potrebbe essere proprio come queste benedizioni di coppie irregolari?”, ha chiesto. “Quello che potremmo ottenere è uno status, uno status semiufficiale per le donne che non sarebbe definito come diaconato, ma che in realtà avrebbe alcune delle funzioni di un diacono, in modo da ottenere la realtà senza il titolo. Questo non mi sorprenderebbe affatto. E potrebbe essere il prossimo passo”.

 

Raymond Arroyo: L’applicazione di Fiducia Supplicans è “protestante”.

Arroyo ha affermato che l’applicazione di Fiducia Supplicans, cioè il permettere ai vescovi africani di rifiutare il controverso documento, costituisce una forma di “protestantesimo” contraria al principio cattolico dell’universalità.

“Ha assolutamente ragione”, ha detto Royal. “O è una Chiesa cattolica, che significa universale, la stessa ovunque nei suoi elementi essenziali, ci sono riti diversi, ci sono lingue diverse in cui la Chiesa opera, ma nei suoi elementi essenziali, chi è Dio, chi è l’uomo, come dobbiamo vivere la nostra vita, questi devono essere universali, e non siamo più una Chiesa cattolica”.

Padre Murray ha sottolineato che la FS fa parte di un tentativo di cambiare l’insegnamento della Chiesa sull’immoralità degli atti omosessuali.

“Stanno cercando di cambiare l’insegnamento della Chiesa sull’immoralità dell’attività omosessuale, ma non lo dicono in pubblico”, ha detto l’avvocato canonista.

“Pensate a quello che state facendo: Una coppia omosessuale si ‘sposa’ in municipio. Poi chiamano il loro prete preferito e gli dicono: ‘Ci benedirebbe? Verremo qui e, sai, avremo i nostri anelli e tutto il resto’. E il prete risponde: ‘Certo, perché no?'”.

“E poi ti dici: “Cosa significa che una coppia omosessuale si sposa in municipio?”. Primo, significa che stanno commettendo un peccato mortale, una promessa di attività sessuale. E secondo, significa che rifiutano la dottrina cattolica secondo cui il matrimonio è solo tra un uomo e una donna”.

“Quindi non meritate che la vostra relazione sia benedetta quando è basata sul peccato mortale e sul rifiuto dell’insegnamento della Chiesa sulla natura dell’unione tra uomo e donna. Questo è ciò che sta accadendo qui”, ha concluso.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog, ritenuti degni di rilievo, hanno il solo ed unico scopo di far riflettere, di alimentare il dibattito e di approfondire la realtà. Qualora gli autori degli articoli che vengono qui rilanciati non avessero piacere della pubblicazione, non hanno che da segnalarmelo. Gli articoli verranno immediatamente cancellati.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments