Il Karolinska Institute, tristemente noto come il centro di raccolta di bambini abortiti usati in ricerche scientifiche documentate dagli anni Cinquanta, oggi è anche specializzato nel trattamento delle procedure di cambio sesso per i minori.

Si tratta di trattamenti sperimentali dagli effetti collaterali molto gravi, che includono infertilità, osteoporosi e malattie cardiovascolari.

Per tale ragione l’ospedale ha deciso non praticarle più ai bambini al di sotto dei 16 anni d’età.

Articolo pubblicato da Catholic News Agency.

 

mano con segno transgender

 

I medici svedesi non prescriveranno più ormoni o farmaci per fermare o ritardare la pubertà per i bambini sotto i 16 anni come parte delle procedure di transizione di genere.

L’ospedale universitario Karolinska, che tratta i minori con disforia di genere, ha annunciato a marzo che a partire dal 1 aprile 2021, non fornirà farmaci “bloccanti la pubertà” o ormoni cross-sex ai bambini sotto i 16 anni. La decisione è stata riportata dai media di lingua inglese il 5 maggio.

Una dichiarazione dell’ospedale, tradotta dallo svedese, ha citato le preoccupazioni sugli effetti a lungo termine dei farmaci e delle procedure ormonali, così come le domande sul consenso pienamente informato dei pazienti sotto i 16 anni.

Ryan Anderson, presidente del Ethics and Public Policy Center, ha lodato i cambiamenti e ha chiesto ulteriori protezioni per i bambini con disforia di genere. Anderson è autore di un libro critico del movimento transgender, “When Harry Became Sally: Responding to the Transgender Moment“.

Una legislazione prudente è necessaria per impedire agli adulti di interferire con il normale e naturale sviluppo corporeo di un bambino. Le procedure di ‘affermazione di genere’ violano la sana etica medica“, ha detto Anderson alla CNA mercoledì.

Queste procedure sono del tutto sperimentali. Non c’è un solo studio prospettico a lungo termine sulle conseguenze a lungo termine del blocco di un bambino altrimenti fisicamente sano di subire il normale sviluppo puberale“, ha detto.

La dichiarazione dell’ospedale ha citato la sentenza Bell vs Tavistock del dicembre 2020, dove l’Alta Corte di Giustizia per l’Inghilterra e il Galles ha trovato che era “altamente improbabile” che i bambini sotto l’età di 13 anni potessero dare il consenso pienamente informato a ricevere bloccanti della pubertà e ormoni cross-sex; la corte ha aggiunto che era “molto dubbio” che i bambini di 14 e 15 anni potessero dare il pieno consenso alle procedure.

I minori tra i 16 e i 18 anni che desiderano ricevere trattamenti ormonali possono farlo solo in ambienti di sperimentazione clinica approvati da un comitato di revisione istituzionale, ha detto l’ospedale.

L’ospedale ha inoltre dichiarato che i bambini con disforia di genere saranno ancora in grado di ricevere cure psicologiche e psichiatriche sotto le nuove politiche. Tutti i minori che attualmente ricevono trattamenti ormonali cross-sex e bloccanti della pubertà saranno valutati per il trattamento futuro, e dovrebbero essere informati il più possibile dei rischi delle procedure di transizione di genere, ha detto l’ospedale.

Anderson ha sostenuto che è “profondamente immorale intervenire nel normale sviluppo fisico di un bambino come parte di ‘affermazione’ di una ‘identità di genere’ in contrasto con il sesso corporeo“. 

Mentre i farmaci che bloccano la pubertà possono essere un trattamento appropriato per la pubertà precoce – l’inizio precoce della pubertà – al fine di ritardare la pubertà ad un’età biologicamente appropriata, non è quello che sta succedendo qui“, ha detto. “L’uso di bloccanti della pubertà per ritardare o bloccare permanentemente la naturale pubertà biologica non è etico e viola l’integrità corporea dei bambini“.

Tra gli effetti collaterali riportati da coloro a cui è stato prescritto il Lupron, un farmaco per il cancro alla prostata che è anche usato per ritardare o arrestare la pubertà, includono infertilità, osteoporosi e malattie cardiovascolari.

Gli adulti non dovrebbero interferire con il naturale e sano sviluppo dei corpi e delle menti dei bambini“, ha detto Anderson, che ha aggiunto che “I bambini devono avere il tempo e lo spazio per svilupparsi fino alla maturità“.

Questo segna un allontanamento dal “protocollo olandese” per il trattamento dei minori con disforia di genere. Il protocollo permette di somministrare a certi adolescenti preadolescenti dei farmaci per arrestare o ritardare la progressione della pubertà, seguiti dall’eventuale applicazione di ormoni cross-sex nella loro adolescenza.

Prima dei nuovi cambiamenti di politica, Karolinska ha fornito procedure di transizione di genere, compresi gli interventi chirurgici, a bambini e adulti. Nell’ottobre 2019, un programma televisivo investigativo svedese ha riferito che l’ospedale ha eseguito una doppia mastectomia su bambini di appena 14 anni.

 

 

Facebook Comments