Qualche giorno fa abbiamo rilanciato la notizia che più di 900 pagine di materiali relativi alla ricerca sul coronavirus finanziata dagli Stati Uniti in Cina sono state rilasciate in seguito a una causa FOIA avanzata da The Intercept. Tale notizia sembra sempre più mettere in dubbio la credibilità del dott. Anthony Fauci. Ne parla la giornalista Caroline Downey nel suo articolo pubblicato su National Review. Eccolo nella mia traduzione.

 

Anthony Fauci
Anthony Fauci

 

Documenti recentemente rilasciati sembrano contraddire le ripetute affermazioni del Dr. Anthony Fauci che il NIH non ha finanziato la ricerca sui coronavirus di pipistrello all’Istituto di virologia di Wuhan (WIV).

I documenti interni dettagliano il lavoro di EcoHealth Alliance, una ricerca americana senza scopo di lucro che ha utilizzato i finanziamenti NIH per la ricerca di nuovi coronavirus di pipistrello presso il laboratorio di Wuhan. Tra i documenti, che sono stati ottenuti da The Intercept attraverso una richiesta di Freedom of Information Act, è una proposta di sovvenzione inedita di EcoHealth Alliance presentata al National Institute of Allergy and Infectious Disease, che è gestito da Fauci.

La proposta richiede 3,1 milioni di dollari per un progetto intitolato “Capire il rischio dell’emergenza dei coronavirus dei pipistrelli”, che prevedeva lo screening di migliaia di lavoratori di laboratorio per i nuovi coronavirus dei pipistrelli. La sovvenzione è stata assegnata per cinque anni, dal 2014 al 2019, ed è stata successivamente rinnovata prima di essere sospesa dall’amministrazione Trump. La proposta indirizza 599.000 dollari della sovvenzione totale all’Istituto di virologia di Wuhan per la ricerca progettata per rendere i virus più pericolosi e/o infettivi – e il suo autore ha riconosciuto il pericolo associato a tale lavoro.

“Il lavoro sul campo comporta il più alto rischio di esposizione alla SARS o ad altri CoV, mentre si lavora in grotte con alta densità di pipistrelli sopra la testa e il potenziale per la polvere fecale da inalare”, si legge.

Dopo aver esaminato i documenti, Gary Ruskin, direttore esecutivo di un gruppo che indaga sulle origini del COVID chiamato U.S. Right to Know, ha detto all’Intercept che la sovvenzione era una “road map per la ricerca ad alto rischio che potrebbe aver portato all’attuale pandemia”.

Fauci ha ripetutamente insistito durante la sua testimonianza al Senato che la ricerca finanziata dal NIH al WIV non si qualificava come “gain-of-function” (guadagno di funzione, ndr) secondo l’attuale definizione del NIH. Ma i critici, tra cui il senatore Rand Paul del Kentucky, hanno accusato Fauci di fare giochi semantici escludendo la ricerca che rende i coronavirus di pipistrello più trasmissibili – la definizione comunemente accettata di “gain-of-function” – dalla sua definizione più conveniente.

Anche il dottor Richard Ebright, esperto di biosicurezza e professore di chimica e biologia chimica alla Rutgers University, ha contestato le affermazioni di Fauci. In primo luogo, ha confutato la dichiarazione principale di Fauci che il NIH “non ha mai finanziato e non finanzia ora la ricerca sul guadagno di funzione nel Wuhan Institute of Virology [WIV]” come “dimostrabilmente falsa”.

Ebright ha dichiarato alla National Review che il lavoro finanziato dal NIH presso il WIV “incarna” la definizione di ricerca sul guadagno di funzione, che implica il lavoro con “potenziale patogeno pandemico potenziato (PPP)” o quei patogeni “derivanti dal miglioramento della trasmissibilità e/o virulenza di un agente patogeno”.

Il programma del laboratorio di Wuhan si è qualificato come ricerca sul gain-of-function perché ha ingegnerizzato artificialmente nuovi coronavirus legati alla SARS per renderli più trasmissibili e pericolosi per gli esseri umani, il terreno fertile per gli incidenti, ha detto Ebright.

In seguito al rilascio della FOIA assicurato dall’Intercept, Ebright ha raddoppiato la sua sconfessione di Fauci, confermando che il NIH ha condotto la ricerca “gain-of-function” durante il periodo di cinque anni in questione.

“I materiali mostrano che le sovvenzioni NIH 2014 e 2019 a EcoHealth con subappalti a WIV hanno finanziato la ricerca sul gain-of-function come definito nelle politiche federali in vigore nel 2014-2017 e il potenziale potenziamento dei patogeni pandemici come definito nelle politiche federali in vigore nel 2017-oggi”, Ebright ha twittato.

Ha aggiunto che i “documenti chiariscono che le affermazioni del direttore del NIH, Francis Collins, e del direttore del NIAID, Anthony Fauci, secondo cui il NIH non ha sostenuto la ricerca sul guadagno di funzione o il potenziale miglioramento del patogeno pandemico presso il WIV sono false”.

Mentre le prove aumentano a favore della conclusione di Ebright, screditando ulteriormente Fauci, alcuni legislatori repubblicani hanno chiesto la rimozione del medico dal suo posto nell’amministrazione Biden. Poco dopo la divulgazione del FOIA, il senatore GOP Josh Hawley ha chiesto che Fauci si dimetta e sia soggetto a un’indagine del Congresso per aver mentito al pubblico sulle attività del NIH.

“Anthony Fauci ha ripetutamente e deliberatamente ingannato il Congresso e il popolo americano. Dimettiti. E affronta un’inchiesta del Congresso”, ha twittato.

 

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email