Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da e pubblicato su InfoCatolica. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella traduzione da me curata. 

 

 

 

La dichiarazione “Fiducia supplicans” che permette la benedizione di “partner extraconiugali” rompe le possibilità di ecumenismo con gli ortodossi.

Lo stesso prefetto del Dicastero per la Dottrina della Fede, il cardinale Victor Manuel “Tucho” Fernandez, sta cercando di chiarire che il documento dice ciò che non dice, in uno sfoggio di volontarismo di fronte a un testo quantomeno ambiguo se non blasfemo come lo ha definito il cardinale Müller.

Basta leggere il testo del cardinale Fernandez senza pregiudizi ideologici, e questo è stato fatto dal gesuita vicino a Papa Francesco, che sta già impartendo benedizioni ben pubblicizzate, e dai vescovi africani.

Secondo i media ortodossi, il metropolita Hilarion ha dichiarato che dopo la Dichiarazione “Fiducia supplicans” sulla benedizione dei “partner extraconiugali” non è più possibile parlare di riunificazione tra cattolici e ortodossi.

Hilarion di Budapest, ex capo del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca, ha dichiarato in un’intervista a Rod Dreher, scrittore americano e caporedattore di “The American Conservative”, che il documento vaticano che permette la benedizione delle coppie omosessuali rende impossibile parlare di una possibile riunificazione tra cattolici e ortodossi. L’intervista è stata pubblicata sul canale YouTube Jesus Portal.

Il metropolita si è detto sorpreso dalla decisione perché “abbiamo sempre considerato la Chiesa cattolica romana come un faro del cristianesimo tradizionale”.

Alla domanda del giornalista se il documento vaticano ponesse fine ai colloqui tra cattolici e ortodossi sulla possibilità di una riunione dopo il Grande Scisma del 1054, il vescovo ha risposto affermativamente.

“Se siamo realisti, non possiamo più sperare in una futura unità tra ortodossi e cattolici. Queste misure ovviamente non ci avvicineranno, ma creeranno nuove linee di separazione”, ha detto il metropolita.

InfoCatolica

 

Facebook Comments