Donna cattolica italiana, laureata in Scienze Politiche all’Università “La Sapienza” di Roma. Ha lasciato la Patria, il lavoro e gli amici, per trasferirsi in Austria e dedicarsi alle cure della propria famiglia. Ora si sforza di lavorare, seppur indegnamente, alla "Vigna del Signore.“

Nato a Sulmona nel 1954, è residente a Udine dal 1986. Laureato in filosofia con una tesi sulla filosofia cristiana, ha insegnato Filosofia e Storia nei licei. Preside fino al 2012 dell’Istituto Paritario G. Bertoni di Udine, di cui è stato anche Amministratore. È stato membro di organi di rappresentanza regionale e nazionale di associazioni professionali di docenti, dirigenti scolastici e gestori di scuole. Ha partecipato come relatore a diversi convegni pubblici, accademici, corsi di formazione e aggiornamento, anche organizzati da lui. Membro della Società Internazionale Tommaso d’Aquino. Autore di diverse pubblicazioni di argomento filosofico e pedagogico, continua ad occuparsi di filosofia cristiana. Ha approfondito in particolare il pensiero di Cornelio Fabro. Sposato con tre figli e ora, grazie a Dio, diversi nipoti.

Alberto Strumia, è sacerdote, laureato in fisica teorica e dottore in teologia fondamentale, è stato ordinario di Fisica matematica (Univ. di Bologna e Bari) e docente di Teologia Fondamentale (ISSRA, Pont. Univ. della S. Croce in Roma), Filosofia della scienza, della natura e di logica (Fac. Teologica FTER, Bologna). Si è dedicato al confronto tra le recenti problematiche scientifiche e la visione filosofico-teologica di san Tommaso d’Aquino. Curatore con G. Tanzella-Nitti del Dizionario interdisciplinare di scienza e fede (Roma 2002) e del portale di Documentazione interdisciplinare di scienza e fede (www.disf.org).
Sito personale http://www.albertostrumia.it

Domenico Condito ha ricevuto la formazione di base nei Seminari di Squillace e Catanzaro, dove ha maturato una solida cultura umanistica e religiosa. Impegnato da molti anni nel sociale, attualmente è responsabile di una Comunità Socio-Sanitaria per persone con disabilità, che ha realizzato nell’Alto Milanese con una cooperativa sociale di estrazione cattolica. Sta completando il corso di laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Milano, dove ha collaborato con la Cattedra di Psicologia Clinica all’elaborazione e applicazione di programmi per il recupero cognitivo e sociale di persone con disabilità, e allo svolgimento di ricerche sperimentali che sono state oggetto di comunicazioni a congressi e convegni.
Studioso di storia, ha realizzato diverse ricerche che sono state oggetto di pubblicazioni e conferenze. Degna di rilievo la collaborazione con il Museu de São Roque di Lisbona, nell’ambito di uno studio sul culto di San Gregorio Taumaturgo a Lisbona nell’età di Filippo II. Nel 2009, la Rádio e Televisão de Portugal (RTP) ha realizzato un reportage televisivo su quest'attività. Si tratta di una ricerca storica singolare, che “riscopre” e approfondisce il legame fra Stalettì, centro ionico calabrese della provincia di Catanzaro, e la capitale del Portogallo.
Il 28 marzo 2017, all’auditorium “San Pio X” di Catanzaro, nell’ambito del convegno scientifico su “Cassiodoro: tra il periodo tardo-antico e il medioevo”, organizzato dall’Istituto Teologico Calabro, con la collaborazione dell’Associazione Centro Culturale Cassiodoro e dell’Istituto di Studi su Cassiodoro e il Medioevo in Calabria, ha tenuto una comunicazione sul tema: “L’Evangelario della Conciliazione: ritrovamento e vicende postunitarie del codice greco-bizantino donato da Achille Fazzari a Pio X”, annunciando il ritrovamento, nella Biblioteca Apostolica Vaticana, di un prezioso tetravangelo bizantino, composto in Calabria, che si credeva ormai perduto. Il 12 maggio 2018, è stato ospite al XXXI Salone Internazionale del Libro di Torino, dove ha presentato lo stesso studio pubblicato integralmente sul Vivarium Scyllacense.
È Socio Onorario, per meriti scientifici, dell’Istituto di Studi su Cassiodoro e il Medioevo in Calabria e dell’Associazione Centro Culturale Cassiodoro.
Da marzo 2023 è membro del Comitato scientifico di "Globus - rivista culturale".
Dal 1989 al 1998 è stato Assessore alla Cultura e ai Beni Culturali del Comune di Stalettì, in Calabria, dove ha contribuito a rilanciare gli studi e le ricerche archeologiche sui luoghi cassiodorei.

Aldo Rocco Vitale, nato a Catania (1983), laureato cum laude in giurisprudenza presso l’Università di Catania, Docente a contratto presso la Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, ha conseguito cum laude il dottorato di ricerca in “Storia e Teoria generale del diritto europeo” presso la Facoltà di giurisprudenza dell’Università Tor Vergata di Roma.

Consegue l’abilitazione forense e diviene Cultore della materia in Biogiuridica, in Filosofia del diritto e in Teoria generale del diritto.

Ha al suo attivo numerose pubblicazioni scientifiche e molte altre divulgative.

È socio dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani di cui è Segretario della Sezione di Catania “Sergio Cotta”; è socio del Centro Studi Rosario Livatino; è socio della Società Italiana di Filosofia del Diritto.

Direttore scientifico della “Scuola di formazione bioetica” della rivista ProVita Onlus che nel 2023 ha celebra la sua settima edizione.

Tra le sue più recenti monografie per le edizioni Il Cerchio “All’ombra del Covid-19. Guida critica e biogiuridica alla tragedia della pandemia” (marzo 2022) e “Introduzione alla bioetica. Temi e problemi attuali” (settembre 2019) e per le edizioni scientifiche FrancoAngeli una sua monografia dal titolo “L’eutanasia come problema biogiuridico” (settembre 2017).

Facebook Comments