Lifesitenews intervista il dott. Robert W. Malore, inventore della tecnologia dell’mRNA utilizzata nei vaccini COVID. L’articolo è di Celeste McGovern. Eccola nella mia traduzione. 

 

Robert W. Malone
Robert W. Malone

 

Le agenzie di regolamentazione tra cui il CDC e la FDA sono “profondamente corrotte” e hanno spinto vaccini sperimentali Covid sulla popolazione con dati “grossolanamente incompleti” che non soddisfano nemmeno gli standard minimi di sicurezza, ha detto l’inventore del vaccino mRNA Robert Malone in un’intervista esclusiva con LifeSiteNews.

Dopo aver esaminato i dati sul vaccino Covid di Pfizer presentati al governo giapponese, Malone si è detto “scioccato” e “demoralizzato” per ciò che ha scoperto. Le agenzie hanno permesso al gigante farmaceutico con precedenti penali di procedere con le sperimentazioni umane e hanno concesso l’autorizzazione all’uso di emergenza per il suo vaccino contro il Covid sulla base del suo “pacchetto informativo gravemente inadeguato”.

La società è sembrata aver semplicemente “raccolto informazioni ottenute con altri RNA e altri vaccini e le ha messe in un pacchetto al posto degli studi effettivi”, ha detto Malone, un vaccinologo il cui lavoro principale è stato quello di mettere insierme e seguire le squadre [di persone] per risolvere i problemi di salute pubblica, spesso ma non esclusivamente, per il governo.

Malone ha affermato di essere rimasto così scioccato dai dati scarsi di Pfizer che ha chiesto a un’altra persona di alto livello degli affari regolatori di esaminarli per confermare le sue osservazioni.

“È profondamente demoralizzante”, ha detto lo scienziato, aggiungendo che dal suo punto di vista le agenzie di regolamentazione dei vaccini sono “profondamente corrotte” e “essenzialmente agiscono al di fuori di qualsiasi restrizione giudiziaria”.

“Non si preoccupano di quali siano le loro regole standard. Faranno quello che vogliono fare. Molto sembra essere guidato da quelle che sono le convinzioni personali del [consulente Covid della Casa Bianca] Dr. [Anthony] Fauci”.

A causa della legislazione di emergenza che è stata messa in atto all’inizio dell’epidemia, Malone ha dichiarato: “Non so se possano essere ritenuti responsabili. Penso che sia una domanda aperta se i servizi sanitari e umani degli Stati Uniti siano completamente al di fuori della legge ora. Possono essere ritenuti responsabili nei tribunali, perché certamente non sono responsabili delle proprie politiche e procedure”.

Oltre a non avere alcuna responsabilità pubblica, le agenzie sono disinteressate – o non sono in grado – di rilevare gli eventi avversi del vaccino. Non è stata la FDA o il CDC a riconoscere il rischio di miocardite e pericardite – condizioni di infiammazione cardiaca potenzialmente letali – negli adolescenti e nei giovani adulti, ha detto Malone.

Mentre Malone afferma che nessun giovane maschio sano dovrebbe ricevere un vaccino contro il Covid, che è molto più pericoloso del virus, è scioccato dalla mancanza di messaggi pubblici sul pericolo. Inoltre, ciò non significa che le condizioni cardiache non colpiscano le persone anziane, ma Malone ha perso fiducia nell’interesse delle autorità di regolamentazione a riconoscere i segnali.

Un altro segnale che è stato evidente per mesi sono state le irregolarità mestruali che colpiscono decine di migliaia di donne, ma che iniziano ad essere indagate dalle agenzie di supervisione solo ora, 10 mesi dopo l’introduzione del vaccino.

Malone ha affermato di aver trovato particolarmente “scioccante” il fatto che la FDA non abbia mai insistito sul fatto che Pfizer escludesse il problema storico associato ai vaccini contro il coronavirus basati su spike, un fenomeno chiamato infezione della malattia potenziata dal vaccino (un sottoinsieme è chiamato potenziamento anticorpo-dipendente). È un problema che ha creato un enorme fiasco nelle Filippine nel 2017 quando diversi legislatori e funzionari sanitari sono stati incriminati per il loro ruolo nella promozione del vaccino Dengvaxia di Sanofi che ha portato alla morte di centinaia di bambini filippini vaccinati che hanno sviluppato una reazione particolarmente grave al virus della Dengue, quando si sono contagiati con il vero virus dopo la vaccinazione contro di esso.

“Qualsiasi vaccinologo sa che questo è sempre un rischio quando si sviluppa un nuovo vaccino, che si finisce con qualcosa che peggiora la malattia o l’infezione più efficiente”, ha detto Malone. “”È stato storicamente il rischio che ha tormentato tutti i precedenti sviluppi di vaccini contro il coronavirus ed è stato specificamente identificato dalla FDA come un rischio nelle loro lettere di autorizzazione di emergenza per questi vaccini”.”.

Sebbene le agenzie fossero ben consapevoli del pericolo, non hanno mai insistito sul fatto che fossero condotti studi o dati che dimostrassero che i vaccini erano privi del rischio potenzialmente devastante, “quindi non sappiamo a questo punto se ci sia o meno una malattia potenziata dal vaccino in corso con questi vaccini. Ci sono alcuni segnali nei dati, in particolare con la [variante] delta, che questa rimane una possibilità”, ha detto Malone.

Malone, che conosce il consigliere per la Covid della Casa Bianca dal 1983, ha dichiarato: “Spero che il dottor Fauci si dimetta presto”.

“È stato motivo di stupore per me e per i miei colleghi che le regole non si applicassero nemmeno a lui. Cose che ci è severamente vietato fare, come interrompere il cieco negli studi clinici, lo fa regolarmente e non ci sono conseguenze”, ha detto Malone, riferendosi al fatto che Pfizer ha deliberatamente sabotato il potenziale per i confronti a lungo termine negli studi del suo vaccino quando ha svelato i suoi studi clinici e ha offerto il vaccino anche al gruppo di “controllo” placebo.   

L’intera trama secondo cui Fauci non ha finanziato la ricerca sul guadagno-di-funzione che ha portato all’epidemia di SARS-Co-V2 è crollata, ha aggiunto Malone. “La traccia cartacea è lì. Sfortunatamente, la documentazione cartacea è presente anche per la Defense Threat Reduction Agency, [per cui Malone ha lavorato], quindi trovo anche questo deludente”.

Malone ha affermato che l’abbandono dell’etica standard per i vaccini è profondamente preoccupante e “fondamentalmente sbagliato” e ha suggerito che fosse correlato al fatto che la moglie di Fauci, Christine Grady, è a capo del dipartimento di bioetica presso il National Institutes of Health (NIH) Centro Clinico. Sotto il suo controllo, sono stati violati tutti i precetti etici di base, tra cui la piena e completa divulgazione dei rischi e l’accettazione volontaria dei rischi senza coercizione o costrizione, dalla perdita del lavoro (per chi non vuole vaccinarsi, ndr) ai governi che corrompevano i bambini con coni gelato per farsi vaccinare.

È anche sotto Fauci e la sua “etica” predominante che i medici sono stati attaccati e licenziati per aver utilizzato trattamenti Covid che sono andati dall’uso della vitamina C all’ivermectina. Malone è il presidente della Dichiarazione dei medici di Roma, firmata da 10.000 medici e oltre, che chiede ai medici di poter prescrivere [farmaci] secondo l’evidenza e la loro formazione piuttosto che secondo le indicazioni ricevute dalla politica, un concetto che difficilmente dovrebbe aver bisogno di una dichiarazione. 

In qualità di scienziato che è stato “profondamente radicato nella comunità della biodifesa” e ha assistito a una serie di giochi di guerra da parte di funzionari sanitari e leader di governo di più paesi tra cui Stati Uniti e Cina, ipotizzando scenari tra cui pandemie, Malone ha osservato che la pratica del governo “finisce quasi sempre con l’autoritarismo … imponendo qualcosa alla popolazione che non vuole fare”.

“Non mi piace davvero seguire la strada della cospirazione”, ha osservato seccamente Malone, ma capisce perché alcuni si chiedono: “Si tratta davvero del vaccino o si tratta di qualcos’altro?”

 

Facebook Comments