Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da Tyler Durden e pubblicato su ZeroHedge. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella mia traduzione. 

 

scie-chimiche-

 

Un numero crescente di allarmisti climatici che si fidano della “scienza del riscaldamento globale” ha proposto l’idea di interventi su larga scala, come l’ingegneria solare, per invertire il “cambiamento climatico”. Ritengono che l’attività umana sia l’unica causa dell’aumento della temperatura terrestre e affermano che è necessario un intervento su larga scala per fermare la distruzione del pianeta. Alcuni hanno persino chiesto che flotte di aerei spruzzino sostanze chimiche nell’atmosfera per deviare i raggi solari, come ultima speranza di sopravvivenza per il mondo.

 

 

Ma non così in fretta. Un rapporto pubblicato giovedì dalla Commissione europea ha delineato i rischi potenziali e le “conseguenze indesiderate” della manipolazione dei sistemi planetari per combattere il riscaldamento globale.

La Commissione ha messo in guardia:

Nel contesto dell’accelerazione del riscaldamento globale, gli interventi deliberati su larga scala nei sistemi naturali della Terra (definiti “geoingegneria”), come la modifica della radiazione solare, stanno attirando sempre più attenzione. Tuttavia, i rischi, gli impatti e le conseguenze indesiderate che queste tecnologie comportano sono poco conosciuti e non sono state sviluppate le regole, le procedure e le istituzioni necessarie.

Alcuni di questi rischi includono:

Queste tecnologie introducono nuovi rischi per le persone e gli ecosistemi, mentre potrebbero anche aumentare gli squilibri di potere tra le nazioni, innescare conflitti e sollevare una miriade di questioni etiche, legali, di governance e politiche.

Nel frattempo, gli scienziati dell’Università di Harvard hanno chiesto di “spruzzare nell’atmosfera minuscole particelle chiamate aerosol di solfato per riflettere la luce del sole”. E il MIT ha recentemente scritto: “La geoingegneria potrebbe essere la nostra ultima e unica opzione”.

Parlando con i giornalisti questa settimana, Frans Timmermans, il capo della politica climatica dell’Unione Europea, ha detto: “Nessuno dovrebbe condurre esperimenti da solo con il nostro pianeta comune” e “Questo dovrebbe essere discusso nel forum giusto, al più alto livello internazionale”.

I leader europei temono che gli esperimenti di geoingegneria possano andare terribilmente male se non controllati. I rischi della manipolazione del clima terrestre devono essere meglio compresi e sono necessarie regole e procedure.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog hanno il solo scopo di alimentare un civile e amichevole confronto volto ad approfondire la realtà.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments