Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog ampi stralci dell’articolo scritto da Matt McGregor e pubblicato su The Epoch Times. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella mia traduzione. 

 

 

Per i suoi sforzi di segnalare le lesioni al Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) e di educare altri nel suo sistema ospedaliero a fare lo stesso, l’assistente medico Deborah Conrad ha detto di essere stata etichettata come anti-vaxxer e licenziata dal suo lavoro.

Oggi, la Conrad, che vive a New York, racconta la sua storia alle conferenze sulla libertà medica in tutto il Paese, la più recente delle quali si è svolta in Mississippi, dove medici, scienziati e danneggiati dai vaccini hanno avvertito i legislatori statali di ritirare dal mercato i vaccini COVID-19.

La Conrad ha raccontato a The Epoch Times di aver iniziato a vedere i primi segnali di pericolo nel 2021, dopo l’introduzione del vaccino, e di aver incontrato resistenza tra i suoi colleghi a riferire in merito.

“Dopo l’uscita dei vaccini, c’è stata un’impennata di sintomi insoliti, alcuni dei quali non avevo mai visto in 20 anni di carriera”, ha detto Conrad. “In tutti i casi, si trattava di persone che avevano ricevuto il vaccino COVID-19”.

Conrad ha detto di non aver mai ricoverato un paziente adulto con RSV (virus respiratorio sinciziale) fino al vaccino COVID-19. “E tutti i pazienti che sono arrivati con il RSV sono stati colpiti dal virus.

“E ogni paziente che è arrivato con l’RSV è stato vaccinato per il COVID”, ha detto Conrad. “Non era normale”.

Poi c’erano gli adolescenti senza precedenti condizioni mediche che avevano fatto il vaccino COVID-19 una settimana prima e, improvvisamente, erano stati colpiti da polmonite e non erano in grado di operare, ha detto Conrad.

“Non erano in grado di camminare o mangiare, ed erano completamente e totalmente affaticati”, ha detto Conrad.

Questo accadeva nel 2021, prima che si parlasse di miocardite, quindi molti dei primi casi che probabilmente erano di miocardite sono stati diagnosticati come polmonite.

“Molti di questi casi di miocardite arrivavano con la febbre a causa di questa massiccia risposta infiammatoria che si stava verificando nel corpo, quindi venivano etichettati come settici, trattati come se stessimo trattando una polmonite o febbri di origine sconosciuta”, ha detto Conrad. “Li trattavamo con antibiotici e ogni sorta di altre cose, senza renderci conto che stavano avendo un’insufficienza cardiaca”.

La Conrad ha iniziato a fare rapporto al VAERS, che secondo lei è stato un compito impegnativo, non reso facile dalle molteplici complicazioni dell’interfaccia utente.

“La mia intera vita è stata assorbita dalla stesura di questi rapporti VAERS da sola”, ha detto.

Durante le riunioni con la dirigenza, proponeva di implementare un sistema di reporting e di assumere qualcuno che gestisse i rapporti.

 

Un ambiente ostile

“Continuavano a dirmi che stavamo esaminando la questione e che le avremmo fatto sapere qualcosa”, ha raccontato Conrad. “Intorno all’aprile del 2021, la dirigenza è tornata e ha detto che nessun altro sta segnalando gli infortuni, insinuando che ero pazza e che non c’era nulla di vero nei vaccini”.

La dirigenza ha quindi controllato i suoi rapporti e ha concluso che stava esagerando con le segnalazioni.

“Mi è stato poi detto che fare rapporti VAERS e persino discutere di VAERS era un’ammissione che i vaccini non erano sicuri, e che quindi contribuiva all’esitazione nei confronti dei vaccini”, ha detto Conrad.

Da lì, si è creato un “ambiente molto ostile” che l’ha costretta a rivolgersi a un legale, che ha scritto lettere al Ministero della Salute, al CDC e alla FDA.

“A nessuno importava”, ha detto Conrad. “Alla fine ne ho avuto abbastanza. Era così immorale che non potevo più sopportarlo”. I rapporti VAERS sono fondamentali per garantire che questi vaccini siano sicuri per tutti noi. Non potevo più far parte di un sistema che sta mentendo al popolo americano”.

La Conrad ha deciso di diventare un informatore, raccontando la sua storia al programma The Highwire di Del Bigtree, pur sapendo che questo le sarebbe costato il posto di lavoro.

“Non potevo rimanere in silenzio, anche se significava perdere la mia carriera e tutto ciò per cui lavoravo”, ha detto. “Sono stata licenziata poche settimane dopo e me ne sono andata come una criminale davanti a tutti i miei colleghi”.

L’iniziativa e l’educazione che aveva portato avanti per segnalare il VAERS sono state stroncate quel giorno, ha detto.

(…)

I vaccini COVID-19 sono stati rilasciati con l’autorizzazione all’uso d’emergenza, che garantisce ai produttori l’immunità da responsabilità.

 

L’intero sistema è corrotto

La stessa Conrad ha detto che nella sua formazione di assistente medico non è mai stata addestrata a riconoscere il VAERS o gli eventi avversi.

“Quando si trattava di conoscere i vaccini, imparavamo l’immunologia di base associata ai vaccini e il calendario per adulti e bambini, ma non si parlava dei loro effetti collaterali”, ha detto Conrad. “Andiamo in pratica con l’idea che i vaccini siano sicuri ed efficaci. Non ho mai pensato il contrario fino a quando non si è verificata la COVID-19”.

Tra le intuizioni che la pandemia ha fornito c’è il fatto che il rapporto non etico tra i funzionari federali e il complesso farmaceutico-industriale è durato molto più a lungo di quanto molti si rendano conto, ha detto Conrad.

“L’intero sistema è corrotto”, ha detto Conrad. “La luce di questa esperienza per me è che ora sono consapevole di quanto siano profonde le bugie e la corruzione”.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. Sono ben accolti la discussione qualificata e il dibattito amichevole.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments