libri Benedetto XVI

 

 

di Miguel Cuartero Samperi

 

Il tempo d’estate è un tempo dedicato al riposo e allo svago, per lo meno nelle intenzioni di chi, stanco e stressato, vorrebbe ritagliarsi del tempo per riprendere forza ed entusiasmo in vista del nuovo corso.

Per molti c’è la voglia di dedicarsi alla lettura di qualche bel libro. Ciò non sempre è possibile, ma leggere (come tutte le cose belle e utili, come la preghiera, lo sport, la dieta, ecc.) richiede uno sforzo, un impegno per ritagliarsi del tempo da dedicare a se stesso e alla propria formazione. Sì, perché i bei libri contribuiscono in maniera decisiva a formare la nostra persona, le nostre coscienze, a farci crescere. Questo non vale solo per i ragazzi, per i quali auspichiamo belle letture formative che fortifichino il loro intelletto e la loro psiche, ma anche per noi adulti che abbiamo sempre bisogno di crescere e imparare. A questo servono i buoni libri.

Per questo vorrei consigliare qualche libro, nuovo o meno nuovo, sperando che questi suggerimenti possano stuzzicare la vostra attenzione. Anche se non si arriverà all’acquisto e alla lettura, già il fatto di conoscere l’esistenza di questi libri può essere un arricchimento per tutti.

 

SANTI DEL NOSTRO TEMPO

Due libri che vorrei consigliare sono le biografie complete (direi ufficiali) di due persone che hanno segnato la storia degli ultimi 50 anni della Chiesa, dal post-Concilio ad oggi. Carmen Hernández e Joseph Ratzinger.

“Carmen Hernandez. Note biografiche” è la storia della laica spagnola co-iniziatrice assieme a Kiko Arguello del Cammino Neocatecumenale e ora in processo di beatificazione. Il libro, scritto dal professore spagnolo Aquilino Cayuela, è stato pubblicato in Italia dalle edizioni San Paolo. Una storia scritta in maniera magistrale per conoscere meglio una donna che poche volte ha raccontato di sé, dei suoi combattimenti interiori e delle sue vicende personali. Il lettore scoprirà che Carmen è stata molto di più che una semplice “spalla” per Kiko. Il suo amore per la scienza, per i padri della Chiesa, per la liturgia, per la Terra Santa, per la Bibbia e per il papa fanno di lei l’anima teologica del Cammino Neocatecumenale e una antesignana del ruolo delle donne all’interno della Chiesa.

“Benedetto XVI. Una vita”, è un opera monumentale (1296 pagine) edita da Garzanti e scritta dal giornalista tedesco Peter Seewald, amico e biografo del papa tedesco col quale ha già pubblicato negli anni tre libri-intervista. . Un’opera imprescindibile per capire anche ciò che è successo nella Chiesa dal Concilio ad oggi, seguendo da vicino l’itinerario di uno dei suoi principali protagonisti, divenuto oggi pontefice emerito.

 

VITE STRAORDINARIE

È di recente pubblicazione il libro “Santa Laura Montoya. Donna intrepida” (Shalom 2022). Si tratta della prima biografia in lingua italiana della prima santa colombiana, canonizzata da papa Francesco nel 2013. Un libro che narra in maniera appassionante (vi sembrerà di leggere un romanzo) le vicende di questa donna che, infiammata dalla fede, dedicherà la sua vita agli indios organizzando pericolosissime spedizioni con le sue giovani compagne, lì dove né la stato né la chiesa osavano recarsi. Un esempio di fede, di fortezza e di pazienza di fronte alle difficoltà, alle accuse e calunnie anche provenienti dalla gerarchia ecclesiastica.

Altra testimonianza straordinaria è quella di suor Clare Crockett la giovane suora irlandese della congregazione spagnola Siervas del Hogar de la Madre morta prematuramente in Ecuador a causa di un terribile terremoto che colpì la zona di Playa Prieta, Guayaquil nel 2016. La consorella Kristen Gardner ha scritto una bellissima biografia intitolata “Sola con il solo”. Ora è uscita la versione ridotta intitolata “O tutto o niente! Suor Clare Crockett, una breve biografia” (197 pp.) edita dalla Fondazione EUK Mamie. Una storia che raccoglie l’entusiasmo di una giovane ragazza che, abbandonati i sogni di diventare attrice, dopo una folgorante conversione ha deciso di dedicare totalmente la sua vita a Dio e al prossimo. Vedendo il film, disponibile online, sulla sua vita si capirà perché questa ragazza – piena di gioia e di simpatia – ha ancora qualcosa da dire al mondo, ai nostri ragazzi e a noi stessi.

 

SANTITÀ FAMILIARE IN MEZZO ALLE PROVE

Un libro che volentieri consiglio è “I figli di Nagasaki” scritto da Paolo Nagai ed edito da Fede e Cultura. Non è una pubblicazione recente ma per diversi motivi è attualissima e necessaria al giorno d’oggi. Specialmente raccomandata ai genitori, in particolare ai papà, il libro è scritto e dedicato ai figli dell’autore come un testamento spirituale, prima che il padre – anziano e molto malato – si congedi da loro. L’autore è un sopravvissuto alla bomba atomica che l’esercito USA lanciò su Nagasaki trasformando in pochi secondi la citta giapponese in un cumulo di cenere e detriti. La moglie morì sul colpo mentre lui, già malato di leucemia a causa delle radiazioni ricevute in laboratorio (era un medico ricercatore) sopravvisse ancora diversi anni. I due figli si salvarono perché quel giorno non erano in città e a loro il padre lascia degli insegnamenti preziosi per il futuro. Convertitosi al cristianesimo in età adulta il dott. Nagai trasmette ai figli una fede fresca ed essenziale, legata al Vangelo e priva di formalismi o moralismi. L’amore a Dio e al prossimo come stile di vita, il perdono verso chi in Giappone ha perseguitato i cristiani e verso chi ha distrutto le loro esistenze senza però procurare danno alle loro anime. Un libro commovente. Recentemente le edizioni San Paolo hanno pubblicato di Paolo Nagai “Pensieri dal Nyokodō” e il Vaticano ha proposto la testimonianza di fede di questa famiglia nel Vademecum dedicato per il X Incontro Mondiale delle Famiglie come un esempio di santità familiare.

 

ESSERE SACERDOTI, ESSERE PASTORI

“Per l’eternità” è l’ultimo libro del cardinale guineano Robert Sarah. Attualmente senza incarico, il cardinale è stato Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la disciplina dei sacramenti, i suoi precedenti libri (in particolare Dio o niente e La forza del silenzio) hanno riscosso un enorme successo tra il pubblico cattolico per la sua profondità spirituale e per il suo pensiero genuinamente cattolico che mette al primo posto Dio su ogni prerogativa prettamente umana. Questo ultimo libro è dedicato alla spiritualità sacerdotale prendendo spunto da tanti maestri spirituali della storia della Chiesa. Un libro essenziale innanzitutto per la situazione di crisi che attraversa il sacerdozio tra corruzione dilagante, scandali inaccettabili e tentativi (dall’interno della Chiesa) di stampo sociologico e psicologico di riformularne l’istituzione, col rischio di snaturarne la natura per di ridurlo a un mero esercizio amministrativo o organizzativo. Un libro utilissimo anche per i laici perché essere uniti a Cristo per diventare pastori di anime è la missione di tutti i cristiani nella diversa forma di partecipazione che corrisponde ad ogni stato e ad ogni ruolo ricoperto nella comunità ecclesiale: sia nella forma del sacerdozio ministeriale, sia in quella universale dei fedeli, acquisita in virtù della grazia battesimale.

 


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email