Una brevissima riflessione dello scrittore Lawler sulle parole del Papa dette sul volo di ritorno dal viaggio in Africa. L’articolo è pubblicato sul Catholic Culture.

 

Papa Francesco e Matteo Bruni

Papa Francesco intervista in volo

 

Anche se sono rimasto sconcertato dalla dichiarazione del Papa sulla prospettiva di uno scisma americano, un passaggio di quella dichiarazione merita un po’ più di riflessione:

Gli scismatici sempre hanno una cosa in comune: si staccano dal popolo, dalla fede del popolo di Dio. E quando nel Concilio di Efeso c’era la discussione sulla maternità divina di Maria, il popolo – questo è storico – era all’entrata della cattedrale quando i vescovi entravano per fare il concilio. Erano lì con dei bastoni. Li facevano vedere ai vescovi e gridavano “Madre di Dio! Madre di Dio!”, come per dire: se non fate questo vi aspettano… 

Leggendo quel brano, mi è venuto in mente qualcosa che il mio amico Bud ha detto, molti anni fa, per spiegare la sua insoddisfazione circa la mancanza di leadership episcopale in America. Bud voleva che i nostri vescovi fossero più schietti nell’affrontare l’errore dottrinale. Egli suggerì che i fedeli cattolici dovessero dirlo ai loro vescovi:

Noi siamo solo i porta-lance (figure di secondo piano, ndr). Voi siete i leader. Se prendete il comando, noi saremo proprio dietro di voi. Ma se non prendete il comando….. Ricordatevi che siamo proprio dietro di voi, e abbiamo le lance.

Quindi, se un vescovo non volesse sentire un colpo improvviso nella sua schiena, per la logica di Bud dovrebbero agire. È un’immagine semplice, ma vivida e istruttiva.

Abbiamo bisogno che i nostri vescovi agiscano per salvaguardare l’unità della Chiesa e l’integrità della sua dottrina. Dobbiamo inviare questo messaggio. Noi siamo solo i porta-lance, ma portiamo le lance.

 

[wpedon id=”15469″ align=”center”]

 

Facebook Comments
image_print
1