Deborah Conrad, un’assistente medico che ha lavorato allo United Memorial Medical Center di New York per circa 17 anni, dice che le è stato detto di smettere di segnalare le lesioni da vaccini COVID. Di seguito un articolo di Kennedy Hall, pubblicato su Lifesitenews, nella mia traduzione. 

 

covid-19-infermiera-mascherina-riflesso-sole

 

L’assistente medico Deborah Conrad ha detto in un podcast che quando ha visto una marea di eventi avversi al vaccino COVID-19 nel pronto soccorso dove lavorava, le è stato detto di non segnalarli al VAERS, il sistema ufficiale del governo degli Stati Uniti per la segnalazione di eventi avversi al vaccino.

Deborah Conrad è un’assistente medico che ha lavorato allo United Memorial Medical Center di New York per circa 17 anni.

Conrad è apparsa sul Podcast di Sharyl Attkisson e ha condiviso la sua storia di ciò che ha passato quando l’iniezione COVID è stata introdotta nell’ospedale in cui ha lavorato per oltre un decennio.

Conrad ha detto di aver visto “attacchi di cuore, cardiomiopatie, aritmie del cuore, coaguli di sangue, [e] emboli polmonari” in gennaio e febbraio in pazienti che avevano ricevuto l’iniezione all’inizio del lancio del vaccino.

Nel suo ruolo di assistente medico, Conrad avrebbe segnalato gli incidenti a VAERS. All’inizio, ha visto “solo pochi pazienti” con quelli che potevano essere eventi avversi legati al vaccino COVID. Poi ha notato “tutte queste persone che arrivavano”, così ha iniziato a informare i suoi “capi amministrativi di ciò che stava accadendo”.

Ha detto alla conduttrice del podcast che l’amministrazione “non pensava davvero che ci fosse molto di cui preoccuparsi”. Alla fine, “il pronto soccorso ha iniziato a capire” l’aumento dei pazienti post-vaccino, e i suoi colleghi hanno iniziato a “dare a [lei] pazienti da segnalare”.

La veterana dell’assistenza sanitaria ha portato ulteriori preoccupazioni alla sua amministrazione che le ha detto che stava “esagerando”, poiché era loro impressione che quelle che sembravano lesioni da vaccino non erano in realtà causate dal vaccino.

Mentre la causalità non è esplicitamente confermata attraverso il sistema di segnalazione VAERS, non si può nemmeno presumere che tutti gli effetti collaterali siano riportati. Infatti, uno studio del 2010 ha trovato che “meno dell’1% delle lesioni da vaccino” sono segnalate al VAERS, suggerendo che il numero effettivo di morti e lesioni è significativamente più alto.

La conduttrice del podcast Sharyl Attkisson ha una storia professionale nell’indagare sulle lesioni legate ai vaccini. Ha detto al suo ospite che “sono stata assegnata a occuparmi di questioni legate ai vaccini di cui non sapevo nulla, ma sono scesa nella tana del coniglio alla CBS News”. La Attkisson ha dichiarato che nella sua esperienza, ha visto prove di “insabbiamenti” nei primi anni 2000, quando indagava sulle relazioni tra le aziende farmaceutiche e il governo.

Ha aggiunto che ci sono medici che pensano di “dover fare qualche valutazione, ‘Questo è un buon caso? E dovrei segnalarlo quando in realtà si tratta di raccogliere ogni evento avverso dopo la vaccinazione? Non spetta al medico escludere qualcosa o dire qualcosa di definitivo”. Ed “è lungo la strada che qualcuno determinerà se c’è un modello di qualche tipo di malattia o morte che potrebbe essere collegato al vaccino”.

Conrad ha detto che ha continuato a riferire ciò che vedeva alla sua direzione, ma “si sono assolutamente rifiutati di fare qualsiasi rapporto”.

A Deborah Conrad è stato detto che doveva “sostenere lo sforzo del vaccino” perché “vogliono i vaccini in ogni braccio”. La spinta a vaccinare la maggior parte della popolazione mondiale al fine di prevenire gravi malattie per coloro che non sono a rischio per cominciare – il CDC riporta un tasso di sopravvivenza alle infezioni superiore al 99,95% per coloro che hanno meno di 50 anni – si aggiunge allo scetticismo che circonda la crescente spinta alla vaccinazione.

Ha anche detto alla conduttrice che ha chiamato in fallo la frequente affermazione che i vaccini sono “sicuri ed efficaci al 100%”. Tirando fuori i suoi anni di esperienza nell’assistenza sanitaria, ha detto “che è solo … ridicolo … perché nulla è sicuro ed efficace al 100%”.

Mentre Conrad non è stata ufficialmente licenziata per la sua posizione a favore della trasparenza quando si è trattato di potenziali lesioni da vaccino, ha detto che c’era una “atmosfera” in cui ogni volta che “ha cercato di parlarne … [lei] sarebbe stata rimproverata”. Il suo “capo diretto” rendeva le cose “molto imbarazzanti”. Alla fine ha dovuto lasciare la sua posizione a causa dei mandati di vaccinazione messi in atto nello stato di New York.

Ha concluso l’intervista sul podcast dicendo agli ascoltatori che “non si deve necessariamente fare affidamento su un operatore sanitario per fare un rapporto VAERS, si può fare da soli per il proprio potenziale effetto collaterale del vaccino”. Secondo Conrad, qualsiasi problema post-vaccinazione che potrebbe essere legato al vaccino può essere segnalato al VAERS, e non deve avvenire entro un periodo di tempo preciso.

 

 

Facebook Comments