Di seguito un articolo di Steve Kirsch pubblicato sul suo Substack. Eccolo nella mia traduzione.

donna-gravidanza-vaccino-coivd

 

L’articolo di Kory Substack

Questo è l’articolo di Kory: Massive Miscarriage Rates Among Vaccinated Pregnant Women Found Buried In The Pfizer Documents.

Il paragrafo chiave:

Quindi, delle 32 gravidanze di cui conoscevano l’esito, l’87,5% ha portato alla morte del feto o del neonato.

Per quanto ne so, la Pfizer non ha mai fornito informazioni aggiornate.

Questo sarebbe molto preoccupante per le persone se lo sapessero.

Fortunatamente, i media tradizionali fanno in modo che non si parli mai di questo problema.

 

La lettera di James Thorp

In risposta alla lettera di Kory Substack, James Thorp ha detto di aver scritto al direttore esecutivo dell’American Board of Obstetrics and Gynecology (ABOG).

La lettera di Thorp può essere consultata qui.

 

La risposta dell’ABOG

A distanza di sei mesi, il dottor Thorp non ha ancora ricevuto una risposta alla sua lettera.

In breve, l’approccio dell’ABOG è stato quello di ignorare completamente la questione.

È così che funziona la scienza. Quando le persone non sono d’accordo con voi, le ignorate.

 

Lo studio di Shimabukuro

In Preliminary Findings of mRNA Covid-19 Vaccine Safety in Pregnant Persons, Tom Shimabukuro e altri autori del CDC hanno utilizzato i dati di VAERS e v-safe per stimare le complicazioni della gravidanza. Hanno concluso che “i risultati preliminari non hanno mostrato evidenti segnali di sicurezza tra le persone in gravidanza che hanno ricevuto il vaccino mRNA Covid-19”.

Ma in seguito hanno ammesso un errore molto grave in questa risposta. Hanno ammesso che NON avrebbero dovuto utilizzare un denominatore di 827 persone, perché 700 hanno ricevuto la prima dose di vaccino ammissibile nel terzo trimestre. Ecco cosa hanno scritto:

Siamo d’accordo che il denominatore utilizzato in quella proporzione – 827 gravidanze portate a termine – non è un denominatore appropriato per il calcolo di una stima del rischio o di un tasso.

Quindi questa parte, che è ancora presente nel loro documento originale (ora corretto), è fuorviante:

 

 

104/827=12.5%.

Quindi, quando si toglie il 700 dal denominatore, si ottiene 104/127=81,8%, che ora assomiglia molto al numero di Kory dai documenti Pfizer, non è vero?

Wow!

 

Il seguito dell’articolo di Shimabukuro

In Receipt of mRNA Covid-19 Vaccines and Risk of Spontaneous Abortion, il CDC ha presentato una nuova stima per il tasso di aborto spontaneo che sosteneva essere del 12,8% (standardizzato per età) e, nel caso peggiore, non più del 18,5% su base standardizzata per età:

Nell’analisi di sensibilità, nell’ipotesi estrema che tutte le 65 partecipanti con l’ultimo contatto durante il primo trimestre avessero avuto un aborto spontaneo, il rischio cumulativo di aborto spontaneo da 6 a meno di 20 settimane di gestazione era del 18,8% (95% CI, 16,6-20,9); dopo la standardizzazione per età, il rischio cumulativo era del 18,5% (95% CI, 16,1-20,8).

Quindi la loro nuova stima migliore è stata del 12,8%, il che per me è notevole dal momento che ammettono di aver usato un denominatore sbagliato nel loro studio originale (827 contro 127), eppure sono ora in grado di ottenere lo stesso risultato (12,6% nel documento e 12,8% nella loro nuova analisi).

Ho trovato questo articolo confuso e a quanto pare non sono il solo.

 

Il punto di vista del Dr. Thorp sulla lettera di “follow-up

Lo studio di Shimabukuro è stato scritto molto male – probabilmente di proposito – per offuscare i segnali di pericolo nei loro dati. Questo è esattamente il motivo per cui i medici inesperti, ingenui e ignari hanno difficoltà a interpretare questo studio. Mentre la durata della gravidanza è di 40 settimane, questo studio ha analizzato solo una finestra di 10 settimane (dal 14 dicembre 2020 al 28 febbraio 2021). Perché? Che fretta c’era? Quale potrebbe essere la giustificazione di questo metodo scientifico inappropriato? Dov’è il follow-up? Ancora oggi gli autori si rifiutano di fornirlo e il loro “erratum”, pubblicato nel 2021, è stato completamente inutile e largamente ignorato dal pubblico e persino dagli accademici. Abbastanza buono, vero? Come potrebbe essere difettoso e manipolato visto che è stato pubblicato sul NEJM.

Perché mancano ancora i dati di follow-up? È assurdo. Questa piccola “finestra” di tempo è arbitraria e consente agli autori di manipolare facilmente i dati su entrambi i lati di questa breve finestra – una manipolazione dei dati che non è inaspettata, visti i trucchi descritti di seguito. Sembra che ci sia stato un “lavoro frettoloso” per pubblicare questi dati manipolati e apporre il “sigillo di eccellenza” del NEJM con l’unico scopo di intimorire gli ostetrici ed eliminare l’esitazione nei confronti del vaccino nelle donne in gravidanza. Non c’erano dati sulla sicurezza di questo prodotto genetico sperimentale in gravidanza, NADA. Il ruolo di questo pericoloso prodotto infiammatorio in gravidanza era un fatto compiuto, esattamente come nei bambini.

L’infiammazione in gravidanza è nota da decenni come pericolosa.[1] I mediatori infiammatori derivanti dall’infiammazione sono noti per essere pericolosi nelle gravidanze e spesso portano a esiti negativi, come aborto spontaneo, travaglio pretermine, restrizione della crescita fetale intrauterina e morte del feto.[2] Essendo uno dei prodotti medici più infiammatori mai lanciati, il prodotto genico sperimentale avrebbe avuto prevedibilmente effetti negativi sulla gravidanza. Il parto pretermine e la rottura prematura delle membrane sono notoriamente associati all’infiammazione dell’unità materna e fetoplacentare [3]. Anche la preeclampsia e la restrizione della crescita fetale sono notoriamente associate all’infiammazione [4] e lo stesso vale per le malformazioni fetali. [5]

Dei 21 autori dell’articolo di Shimabukuro, tutti avevano conflitti di interesse in quanto dipendenti federali. Shimabukuro è stato il responsabile dell’aggiornamento sulla sicurezza del vaccino COVID-19 da parte dell’Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP). [Questo rappresenta un grave conflitto di interessi. Si tratta di una grave e flagrante violazione degli standard etici che non avrebbe mai dovuto essere consentita. Questo puzza di “cattura normativa”, come recentemente vantato dal dirigente di ricerca della Pfizer rivelato da Project Veritas.

Il lancio di questa terapia genica sperimentale in gravidanza non solo è stato un fatto compiuto, esattamente come lo è stato nei bambini, ma lo sono stati anche gli “ordini di bavaglio” non etici emanati dalle commissioni di abilitazione e certificazione, tra cui l’American Board of Obstetrics & Gynecology (ABOG. I medici temevano la perdita della loro posizione finanziaria e delle loro licenze/certificazioni mediche, soprattutto se gravati da un pesante debito scolastico. Nel settembre 2021 si sono verificati ordini di bavaglio simultanei da parte di molte agenzie di regolamentazione/licenza sia di medici che di infermieri.

Le iniezioni di Pfizer e Moderna costituiscono un efficace “controllo interno” in quanto entrambe sono state ritenute “sicure, efficaci e necessarie” in gravidanza. Tuttavia, il “vaccino” Moderna COVID-19 (100 ug di mRNA) rispetto al Pfizer (30 ug di mRNA) comporta un rischio sostanzialmente maggiore di aborto spontaneo. Perché se entrambi sono “sicuri, efficaci e necessari in gravidanza”?) Il fatto è che è chiaro che più alta è la dose di mRNA nel prodotto, maggiore è il rischio di aborto. In effetti, il segnale di aborto spontaneo per Moderna è così alto che, quando solo il 25% di questa coorte di donne è stato reclutato, si è registrato un aumento statisticamente significativo con il prodotto Modernal. [9]

References

1) Romero R, Gotsch F, Pineles B, Kusanovic JP. Inflammation in Pregnancy: Its Roles in Reproductive Physiology, Obstetrical Complications, and Fetal Injury. Nutrition
Reviews December 2007:65(3):S194-S202. https://doi.org/10.1111/j.1753-4887.2007.tb00362.x

2) Kalagiri RR, Carder T, Choudhury S, Vora N, Ballard AR, Govande V, Drever N, Beeram MR, Uddin MN. Inflammation in Complicated Pregnancy and Its Outcome. Am J Perinatol. 2016 Dec;33(14):1337-1356. doi: 10.1055/s-0036-1582397. Epub 2016 May 9. PMID: 27159203.

3) Gilman-Sachs A, Dambaeva S, GarciaMDS, Hussein Y, Kwak-Kim J, Beaman K. Inflammation induced preterm labor and birth. Journal of Reproductive Immunology 129:53-58. https://doi.org/10.1016/j.jri.2018.06.029

4)  Cotechini T, Graham CH. Aberrant maternal inflammation as a cause of pregnancy complications: A potential therapeutic target? Placenta. 2015 Aug;36(8):960-6. doi: 10.1016/j.placenta.2015.05.016. Epub 2015 Jun 4. PMID: 26094029.

5) Saleh N, Levine B. Five Infections That Cause Birth Defects. https://www.verywellfamily.com/infections-that-cause-birth-defects-4140389

6) COVID-19 vaccine safety update. Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP) January 27, 2021. https://www.cdc.gov/vaccines/acip/meetings/downloads/slides-2021-01/06-COVID-Shimabukuro.pdf?te=1&nl=well&emc=edit_hh_20210402

7) Naert MN, Khadraoui H, Muniz Rodriguez A, Fox NS. Stratified risk of pregnancy loss for women with a viable singleton pregnancy in the first trimester. J Matern Fetal Neonatal Med. 2022 Dec;35(23):4491-4495. doi: 10.1080/14767058.2020.1852212. Epub 2020 Nov 22. PMID: 33225797.

8) Thorp JA, Renz T, Northrup C, Lively C, Breggin P, Bartlett R, et al. Patient Betrayal: The Corruption of Healthcare, Informed Consent and the Physician-Patient Relationship. G Med Sci. 2022; 3(1): 046- 069. https://www.doi.org/10.46766/thegms.medethics.22021403

9) Syed AK. The Arkmedic’s blog. BREAKING: Igor just blew the lid off the V-safe pregnancy registry. https://arkmedic.substack.com/p/breaking-igor-just-blew-the-lid-off

 

Lo studio Naert

Rischio stratificato di perdita di gravidanza per le donne con una gravidanza unipersonale vitale nel primo trimestre:

Conclusioni: Nelle gravidanze singole del primo trimestre, il rischio complessivo di perdita della gravidanza <20 settimane dopo la conferma dell’attività cardiaca fetale è del 5,4%.

Naturalmente il 5,4% e il 12,8% sono molto diversi.

 

Gli altri elefanti nella stanza

È possibile che il problema più grande sia l’incapacità di rimanere incinta o la perdita della gravidanza molto presto? O entrambe le cose? Dove sono le statistiche al riguardo?

 

Come porre fine alla confusione

Se siete confusi da tutta questa retorica, c’è un punto fermo: il forte calo delle nascite che si sta verificando nei Paesi di tutto il mondo. [Spero che qualcuno nei commenti fornisca un buon articolo al riguardo… non ho avuto il tempo di trovare il miglior articolo su questo tema].

Ad aggravare il problema c’è l’incapacità dei controllori di accertare il motivo di questa coincidenza: essi si limitano a citare argomenti “a braccio” che non sono supportati da alcuna base probatoria! In breve, dicono, “un calo così drammatico potrebbe essere causato da <una ragione plausibile supportata da nessun dato>.

Leggete il fact check e decidete da soli a chi credere. Notate come il fact checker si lasci facilmente influenzare dalle argomentazioni alternative senza preoccuparsi di chiedere il supporto probatorio per dimostrare che non è stato il vaccino ma la spiegazione alternativa. E gli esperti non sembrano essere d’accordo su quale sia l'”altra” spiegazione!

Infine, se siete ancora confusi, notate che il CDC e l’ACOG non si confrontano su questi temi con i maggiori esperti del settore. Già questo vi dice tutto quello che c’è da sapere, non è vero?

 

Sintesi

È un peccato che non ci sia permesso di discutere tra l’ABOG o il CDC e medici come James Thorp per risolvere queste importanti questioni.

Ma questo è il modo in cui funziona la scienza oggi. Quando si è in una posizione di potere, si suppone che si debba ignorare chiunque non sia d’accordo con noi e che si debbano tenere nascosti i dati in modo che nessuno possa vederli.

Possiamo avere un minimo di trasparenza? Se qualcuno qualificato desidera discutere con James Thorp su questo tema 1:1 per aiutare a far emergere i dati per risolvere i problemi, si prega di utilizzare il link Contattami e selezionare “Debate Thorp”.

Per me, la questione è semplice: i vaccini uccidono più persone di quante ne salvino. Non dovrebbero essere utilizzate da nessuno, di qualsiasi età, indipendentemente dalle comorbidità, anche se non ci fossero alternative migliori. Quindi non c’è nemmeno bisogno di guardare i dati sulla gravidanza per sapere che non dovrebbero MAI essere usate dalle donne incinte. Se non sono sicuri per tutti gli altri, lo sono certamente per le donne in gravidanza.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. Sono ben accolti la discussione qualificata e il dibattito amichevole.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments