La versione ridotta a un’ora dell’originale di tre ore e mezza “Dark Horse Podcast” contenente un’intervista al Dr. Robert Malone, inventore della tecnologia del vaccino mRNA. YouTube e altre importanti piattaforme di social media hanno censurato il video.

Il fatto non ci stupisce, dal momento che nel filmato in questione gli scienziati trattano degli effetti avversi provocati dalla tecnologia mRNA contenuta nel siero sperimentale della Pfizer sia ai danni della salute dei vaccinati, che nel provocare l’insorgere di varianti.

Lo stesso Defender, sito dell’Organizzazione americana Children’s Health Defense, che ha pubblicato il seguente articolo è stato ripetutamente oggetto di censura da parte di Big Tech.

 

dott. Robert Malone, inventore della tecnologia dei vaccini a mRNA (e a DNA)
dott. Robert Malone, inventore della tecnologia dei vaccini a mRNA (e a DNA)

 

A giugno, il Dr. Bret Weinstein ha intervistato il Dr. Robert Malone, l’inventore della tecnologia dei vaccini mRNA, e Steve Kirsch, filantropo e imprenditore tecnologico che è diventato un autorevole punto di riferimento per la ricerca nel dare voce alle persone che sono state danneggiate dai vaccini COVID.

L’intervista di tre ore e mezza “DarkHorse Podcast” è stata censurata su YouTube e altre importanti piattaforme di social media. Cinque giorni dopo la pubblicazione del podcast DarkHorse, i risultati scientifici e i contributi di Malone sono stati cancellati da Wikipedia.

Grazie al regista Mikki Willis e al suo team per aver creato in esclusiva per The Defender questa versione da un’ora del podcast originale.

Durante il podcast, Malone, Weinstein e Kirsch trattano delle implicazioni del controverso studio giapponese di biodistribuzione di Pfizer, reso pubblico all’inizio di questo mese dal dottor Byram Bridle, un immunologo virale.

Lo studio di biodistribuzione ottenuto da Bridle ha mostrato che le nanoparticelle lipidiche del vaccino non sono rimaste nel muscolo deltoide dove sono state iniettate, come gli sviluppatori del vaccino hanno sostenuto che sarebbe successo, ma hanno circolato in tutto il corpo e si sono accumulate in grandi concentrazioni in organi e tessuti, tra cui la milza, il midollo osseo, il fegato, le ghiandole surrenali e – in “concentrazioni piuttosto elevate” – nelle ovaie.

Malone discute anche la mancanza di studi adeguati sugli animali per i nuovi vaccini mRNA, e la teoria, sostenuta dal virologo Geert Vanden Bossche, Ph.D., che la vaccinazione di massa con i vaccini mRNA potrebbe produrre varianti sempre più trasmissibili e potenzialmente mortali

Qui trovate il video censurato.

Facebook Comments