Se la trasmissibilità del virus SARS-COV-2 tra vaccinati e non vaccinati è molto simile, allora tutta la politica di vaccinazione obbligatoria deve essere rimodulata e cambiata per tener conto di tutte le opzioni disponibili. Lo dice un articolo di Carlos Franco-Paredes, Professore associato di Medicina-Malattie infettive presso la Division of Infectious Diseases, University of Colorado, Anschutz Medical Center, Aurora, CO 80045, USA e medico presso l’Hospital Infantil de México, Federico Gómez, Mexico City, Mexico. L’articolo è stato pubblicato su The Lancet, e ve lo propongo nella mia traduzione. 

 

vaccino_adolescenti

 

Gli studi sull’efficacia del vaccino hanno definitivamente dimostrato il beneficio dei vaccini COVID-19 nel ridurre la sintomatologia individuale e la gravità della malattia, con conseguente riduzione delle ospedalizzazioni e dei ricoveri in unità di terapia intensiva. [1] Tuttavia, l’impatto della vaccinazione sulla trasmissibilità della SARS-CoV-2 deve essere chiarito. Uno studio prospettico di coorte condotto nel Regno Unito da Anika Singanayagam e colleghi [2] sulla trasmissione comunitaria della SARS-CoV-2 tra individui non vaccinati e vaccinati fornisce importanti informazioni che devono essere considerate nella rivalutazione delle politiche di vaccinazione. Questo studio ha mostrato che l’impatto della vaccinazione sulla trasmissione comunitaria delle varianti circolanti di SARS-CoV-2 non sembra essere significativamente diverso dall’impatto tra le persone non vaccinate. [2, 3] Il razionale scientifico per la vaccinazione obbligatoria negli Stati Uniti si basa sulla premessa che la vaccinazione impedisce la trasmissione ad altri, dando luogo a una “pandemia dei non vaccinati”. [4] Tuttavia, la dimostrazione di infezioni virali da COVID-19 tra gli operatori sanitari completamente vaccinati (HCW) in Israele, che a loro volta possono trasmettere questa infezione ai loro pazienti, [5] richiede una rivalutazione delle politiche di vaccinazione obbligatoria che portano al licenziamento lavorativo degli HCW (lavoratori del settore sanitario, ndr) non vaccinati negli USA. Infatti, c’è una crescente evidenza che i titoli virali di picco nelle vie aeree superiori dei polmoni e il virus coltivabile sono simili negli individui vaccinati e non vaccinati. [2,3,5-7] Una recente indagine dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) su un focolaio di COVID-19 in una prigione in Texas ha mostrato la stessa presenza di virus infettivo nel nasofaringe di individui vaccinati e non vaccinati. [6] Allo stesso modo, i ricercatori della California non hanno osservato grandi differenze tra individui vaccinati e non vaccinati in termini di carica virale della SARS-CoV-2 nel rinofaringe, anche in quelli con infezione asintomatica accertata. [7] Quindi, l’evidenza attuale suggerisce che le attuali politiche di vaccinazione obbligatoria potrebbero dover essere riconsiderate, e che lo stato di vaccinazione non dovrebbe sostituire le pratiche di mitigazione come l’uso della mascherina, la distanza fisica, e le indagini di ricerca del contatto, anche nelle popolazioni altamente vaccinate.

 

References

  1. 1.
    • Thompson MG 
    • Stenehjem E 
    • Grannis S 
    • et al.
    Effectiveness of COVID-19 vaccines in ambulatory and inpatient care settings.
    N Engl J Med. 2021; 3851355-1371
  2. 2.
    • Singanayaman A 
    • Hakki S 
    • Dunning J 
    • et al.
    Community transmission and viral load kinetics of the SARS-CoV-2 delta (B.1.617.2) variant in vaccinated and unvaccinated individuals in the UK: a prospective, longitudinal, cohort study.
    Lancet Infect Dis. 2021; (published online Oct 29.)
  3. 3.
    • Wilder-Smith A
    What is the vaccine effect on reducing transmission in the context of the SARS-CoV-2 delta variant?.
    Lancet Infect Dis. 2021; (published online Oct 29.)
  4. 4.
    • Tayag Y
    Stop calling it a pandemic of the unvaccinated. The Atlantic.
  5. 5.
    • Bergwerk M 
    • Gonen T 
    • Lustig Y 
    • et al.
    COVID-19 breakthrough infections in vaccinated health care workers.
    N Engl J Med. 2021; 3851474-1484
  6. 6.
    • Hagan LM 
    • McCormick DW 
    • Lee C 
    • et al.
    Outbreak of SARS-CoV-2 B.1.617.2 (delta) variant infections among incarcerated persons in a federal prison—Texas, July–August 2021.
    MMWR Morb Mortal Wkly Rep. 2021; 701349-1354
  7. 7.
    • Acharya CB 
    • Schrom J 
    • Mitchell AM 
    • et al.
    No significant difference in viral load between vaccinated and unvaccinated, asymptomatic and symptomatic groups infected with SARS-CoV-2 delta variant.
    medRvix. 2021; (published online Sept 29.(preprint).
Facebook Comments