Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da Calvin Freiburger e pubblicato su Lifesitenews. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella traduzione da me curata. 

 

 

Il sito web che accompagna il video illustra lo sviluppo settimana per settimana delle prime 40 settimane, con dettagli vividi e fatti accessibili che sottolineano quanto presto possano essere identificati i segni distintivi riconoscibili dell’umanità, come l’inizio dello sviluppo del cuore e del cervello già alla terza settimana, dita e piedi distinguibili alla quinta e sesta settimana e un volto distinto alla nona settimana.

“È un dato di fatto scientifico che la vita umana inizia al momento del concepimento”, ha dichiarato il deputato repubblicano Gino Bulso, principale sponsor della legge. “Al momento della fecondazione, ci sono tutti i 46 cromosomi, l’intero patrimonio genetico del bambino, e da quel momento in poi è semplicemente una questione di crescita e sviluppo. Quindi, se c’è qualcosa che cresce dal momento del concepimento in poi, non so come si possa dire che non c’è vita. È ovvio che c’è vita, perché qualcosa sta crescendo”.

In risposta alle critiche dei Democratici e di altri esponenti della sinistra, Live Action chiede semplicemente: “Perché gli attivisti pro-aborto hanno così paura di Baby Olivia? Perché quando gli studenti imparano la realtà scientifica che la vita inizia con la fecondazione, capiscono che uccidere i bambini non ancora nati è sbagliato”.

Criteri biologici consolidati da tempo e i principali manuali di medicina stabiliscono che un essere umano vivente, strutturalmente e geneticamente distinto dalla madre, viene creato al momento della fecondazione ed è presente per tutta la durata della gravidanza, indipendentemente dal fatto che quell’embrione umano sia sostenuto artificialmente fuori dall’utero.

Questo non è in discussione; nel 2019, Steve Jacobs, laureato presso il Dipartimento di Sviluppo Umano Comparato dell’Università di Chicago, ha scoperto che il 96% degli oltre 5.500 biologi da lui interpellati era d’accordo, nonostante la stragrande maggioranza si identificasse come “liberale”, “pro-choice” e democratico, e la maggioranza si identificasse come “non-religiosa”. Molti abortisti, attivisti e filosofi favorevoli all’aborto lo ammettono, riconoscendo l’umanità dei bambini non ancora nati, ma affermando che l'”autonomia corporea” della madre ha la meglio sui diritti del bambino o sostenendo che alcuni esseri umani non contano necessariamente come “persone”.

I difensori dell’aborto tendono a mettere in discussione la precocità del battito cardiaco, che costituisce la base per i divieti di aborto a sei settimane in tutto il Paese, sulla base del fatto che gli “impulsi elettrici” rilevati a sei settimane o prima non sono ancora battiti cardiaci veri e propri. Ma i manuali di medicina tradizionale affermano da tempo che il cuore inizia a pompare sangue già a tre settimane, e l’attività elettrica legata alle funzioni cardiache è ancora un segno di vita, anche quando le strutture fisiche necessarie a ricevere quei segnali non sono ancora completamente formate.

“Affinché l’embrione si sviluppi in un feto, la circolazione deve sostituire la diffusione”, spiega la cardiologa pediatrica Regina Lantin-Hermoso. “E per questo motivo, se non c’è circolazione, il resto degli organi non si svilupperà e quindi il sistema cardiovascolare è il primo organo a raggiungere la maturità. Lo sviluppo cardiaco inizia molto presto… a circa 15-18 giorni dal concepimento”.

I repubblicani hanno una forte maggioranza in entrambe le camere dell’Assemblea generale del Tennessee e il governatore repubblicano Bill Lee ha stabilito un costante record a favore della vita, quindi le prospettive che il disegno di legge diventi legge sono forti. LifeSiteNews ha riferito in precedenza che una legislazione simile è in fase di avanzamento anche in Iowa e West Virginia; Live Action fa notare che è stata introdotta anche in Kentucky, Missouri e Virginia, e promulgata in North Dakota.

Dal 2022, i pro-life e i repubblicani sono divisi sull’opportunità politica di prendere una posizione chiara contro l’aborto, e molti temono che l’opinione pubblica possa essere in tendenza contro la vita, o almeno in stagnazione. Rendere standard la pratica di dare agli studenti delle scuole pubbliche una chiara comprensione del fatto che i nascituri sono bambini umani vivi già nelle prime fasi del loro sviluppo ha un potenziale significativo per cambiare questa situazione e per provocare la prossima generazione di americani a riconoscere meglio chi è esattamente ciò che l’aborto distrugge.

Calvin Freiburger

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog, ritenuti degni di rilievo, hanno il solo ed unico scopo di far riflettere, di alimentare il dibattito e di approfondire la realtà. Qualora gli autori degli articoli che vengono qui rilanciati non avessero piacere della pubblicazione, non hanno che da segnalarmelo. Gli articoli verranno immediatamente cancellati.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments